Ecco, in sintesi, la chiacchierata che mi sono fatto con Roberto, il ragazzo che è stato denunciato perché sorpreso in atteggiamenti “teneri”, col fidanzato, davanti al Colosseo.

River: Partiamo da una prima considerazione. Secondo i carabinieri voi non vi stavate solo baciando, ma stavate facendo altro.

Roberto: Assurdo. Sapevo che avrebbero detto questo. Quando mi hanno consegnato la denuncia, mi hanno detto: “Tu lo sai che non ti stavi solo baciando, ma stavi facendo altro”. Ma ti pare che avendo una casa a disposizione, si faccia quelle cose per strada?

E allora cosa è successo ?

Ci stavamo baciando. Eravamo vestiti, davanti al Colosseo. A un certo punto, una macchina dei carabinieri ci ha puntato il faro contro. Il mio fidanzato si è spaventato. Dapprima, i militari ci hanno chiesto i documenti. Poi, dopo 10 minuti che aspettavamo, sono arrivate addirittura altre due macchine.

Tre macchine in tutto? Per un semplice controllo?

Sì. Infatti abbiamo chiesto spiegazioni. Ma ci hanno detto di non fare domande. Uno di loro ci ha fatto svuotare le tasche. Cercavano droga.

Poi siete stati portati in caserma.

Sì. Non sono stati per niente gentili. Anzi, facevano di tutto per farci sentire in imbarazzo. Ci squadravano dalla testa ai piedi. Il mio fidanzato era parecchio spaventato. Ci hanno dato il foglio di denuncia, con il “reato” contestato: “Atti osceni in luogo pubblico”. Davvero inconcepibile. Ora spero che si faccia chiarezza.

No tags for this post.

Leave a Reply