E Veltroni sconfessò la Binetti.

December 27th, 2007

Il Pd, l’ho detto e lo ripeto, non mi convince in tema di diritti dei gay. Però oggi va segnalata la lettera che Walter Veltroni ha inviato oggi alla Stampa. Una lettera in cui, grazie al cielo, il leader del Pd prende le distanze dalle parole, che trasudavano razzismo, di Paola Binetti. La senatrice, va detto, fa parte del Pd.

I passi principali della lettera di Veltroni al quotidiano di Torino: 

Nei giorni scorsi, ha suscitato scalpore la riproposizione, da parte della senatrice Binetti, della tesi che considera l’omosessualità come una malattia, in quanto tale meritevole solo di essere curata. Si tratta, a mio modo di vedere, di una tesi sbagliata e pericolosa. È una tesi sbagliata perché l’omosessualità è una condizione umana, che non ha senso alcuno ridurre a una patologia e che deve essere rispettata in quanto tale. Ma è anche una tesi pericolosa, perché induce, o almeno asseconda, il misconoscimento dei diritti delle persone omosessuali di condurre una vita normale, senza subire discriminazioni sociali o addirittura, come purtroppo capita ancora con preoccupante frequenza, soprattutto nei riguardi dei più giovani, atti di persecuzione e di violenza, fisica e psicologica.

Il Partito democratico lavorerà per dare seguito al preciso impegno assunto nel 2006 da tutta l’Unione davanti agli elettori: il riconoscimento con legge nazionale dei diritti delle persone che vivono nelle unioni di fatto, indipendentemente dal loro orientamento sessuale.

Vedremo.

Leave a Reply