IMG00123-20090119-1114 by you.

Stamattina, dalla macchina, ho fotografato la risposta dei “Cristiano riformisti” alla campagna che promuove l’ateismo. Il cartello recita: “Dio esiste e anche gli atei lo sanno”. Per la cronaca: da una sommaria ricognizione visiva, ho notato che il poster è stato affisso abusivamente in vari punti del centro.

10 Responses to ““Dio esiste. Lo sanno anche gli atei”.”

  1. zero Says:

    sono un povero camionista,e come tale mi baso su quello che e’ la mia esperienza quotidiana:se qualcuno mi venisse a dire che casa mia si e’ fatta da sola o il motore del mio camion e’ il frutto del caso,ebbene pur non conosciendo chi ha fatto casa mia e neppure chi ha progettato il mio camion non ho dubbi nel sostenere che entrambi sono opera di qualcuno;perche’ allora dovrei credere che l’universo che e’estremamente piu’ complesso,che il corpo umano,che a differenza del mio camion quando si rompe e’in grado di ripararsi da solo,sono il frutto del caso?perche’ dio non interviene quando ci sono le guerre?non interviene neanche quando ti droghi in discoteca o quando chiavi la ragazza del tuo miglior amico;per cui pur rispettando l’opinione altrui non sono convinto che tutto sia venuto all’esistenza senza uno scopo.per me l’universo e’stato progettato.tanti saluti a tutti

  2. Elisa Says:

    To alfonsotoscano:

    grazie per i “discorsi semplici e chiari”, è bello trovare ogni tanto qualcuno che apprezza.

    Ciao!

  3. alfonsotoscano Says:

    A zero
    E Dio chi l’ha creato? Dio chi l’ha progettato? Il tuo ragionamento rispecchia il mondo come lo percepisce l’essere umano. Crediamo che ogni cosa debba essere stata costruita da qualcuno. Solo perché non riusciamo ne a immaginare, ne a capire come l’universo possa essere nato dal nulla, non significa che non sia possibile.

    A Elisa
    Ciao Bella, mi fa piacere “risentirti” : ) Ti auguro tante buone cose.
    Ciao!

  4. zero Says:

    sono il truck driver,dio chi l’ha creato?bella domanda ti esprimo quello che e’ per me la risposta del tutto opinabile naturalmente,non pretendo assolutamente di avere ragione:nessuno.tu dici che dal nulla si puo’ creare qualcosa ebbene io penso di no,ci vuole per forza qualcosa per cui e’fondamentale che qualcosa ci sia da sempre.sappiamo che la materia e’ derivata dall’energia,io sono convinto che una qualche forma di energia esista da sempre.ti dico questo ma anche per me che ho avuto un inizio e vivo in un universo fisico dove tutto ha avuto inizio mi suona difficile da comprendere.ti faccio pero’ un esempio:per uno nato cieco e impossibile capire cos’e’il colore rosso o qualsiasi altro colore all’infuori del nero(purtroppo per lui,chiedo scusa per il brutto esempio non voglio ferire nessuno con problemi del genere)cio’ non toglie che i colori esistano,noi che possiamo vedere ben lo sappiamo.ora per tutti noi che abbiamo avuto un inizio e’ difficile accettare un concetto del genere,di qualcuno o qualcosa che non abbia mai avuto un inizio ma fino a prova contraria,secondo me non puo’ essere che cosi’.scusa l’ortografia e spero di essere stato chiaro nell’esprimere il mio concetto buone cose

  5. nicoladalfonso Says:

    La cosa importante a mio parere è che si parli sempre più spesso i un tema importante e decisivo come l’esistenza di Dio.

    Non importa che se ne parli per negarla o per sostenerla, l’importate è che se ne parli.

    Confrontarsi con temi esistenziali è a mio parere una cosa bellissima, che spesso può aiutarci a non pensare ai piccoli problemi del nostro quotidiano.

    Nel mio caso specifico io credo in Dio, o sarebbe preferibile dire che so che esiste.

  6. alfonsotoscano Says:

    A zero
    la tua storiella del cieco si adatta molto bene a quello che ho detto io. Anche se noi (ciechi) non siamo in grado di immaginare che una cosa si possa creare dal nulla e senza l’intervento di un essere intelligente, non significa che cio non sia possibile.

  7. zero Says:

    pero’ la storiella del camion non ti e’ piaciuta vero?al mondo tutto e’ possibile ma non tutto e’ probabile;mi domando:perche’ quando vedo un bel tramonto sullA14 mentre mangio un piatto di tortellini della nonna e penso che a casa mi aspetta l’ultima”fatica “del giorno con la mia compagna godo come un trikeko?perche’ io non vivo passivamente la vita ,ho i mezzi per goderla alla grande.possibile che il caso si sia preso la briga non solo di farci esistere ma di farci gustare la vita?che ci abbia dotato della capacita’di creare arte, musica,gastronomia,ecc.di chiederci qual’e’ lo scopo della nostra vita,di avere un’innato senso di giustizia?e’questo che mi lascia perplesso e che mi rende difficile accettare la tua idea,pur rispettandola cosi’ come rispetto te e ti ringrazio per esserti confrontato con me che sicuramente non sono uno scienziato ma uno qualunque ke va ai100 con300 quintali alle spalle.non mi resta che salutarti 0

  8. franco Says:

    come si fà a negare una cosa che non esiste? Come si può affermare una cosa incomprensibile e inimmaginabile?
    Si può affermare (o meglio: palesare) soltanto una propria idea. L’idea che si afferma può avere contenuti utili allo sviluppo della nostra coscienza e della nostra conoscenza di quanto ci circonda. Dopodiché, in relazione alle nostre azioni,ed al potere sociale delle nostre azioni, l’idea può influire più o meno in modo significativo sul divenire di quanto ci circonda, di cui facciamo infinitesimamente parte. Discutere a lungo sull’esistenza o meno di Dio è quantomeno improficuo. Una cosa è certa: l’idea di Dio è presente in entrambi i casi! Tale idea esiste da millenni ed ha influenzato e continua ad influenzare massivamente il divenire dell’umanità. Sarebbe il caso di verificare e di confrontare i PROPOSITI sottesi nelle varie e diverse correnti di pensiero che scaturiscono dalle molteplici idee su Dio, maturate nel tempo e nelle varie religioni e negazioni. Dopodiché, avere la pretesa di poter valutare qualitativamente l’idoneità dei PROPOSITI al fine della migliorabilità dell’ESISTENZA sul pianeta.
    ESISTENZA del prezioso e globale fenomeno della VITA, e non solo della vita umana. Una tale valutazione, in assenza di ripetute esperienze in materia, non può che sfogare in una o più ipotesi dalla dubbia confermabilità. Io non ci provo. Posso solo confidare nella mia idea che non è fissa ma continuamente mutevole come è mutevole tutto ciò che ci circonda. Chi è fra noi il più dotto, ci provi! E poi ci faccia sapere.

  9. zero Says:

    da camionista ti dico:ama il prossimo tuo come te stesso e fai agli altri cio che vuoi che gli altri facciano a te.se tutti applicassero a costo della propria vita questi consigli l’esitenza di tutti sarebbe migliorata,compresa quella del pianeta e di tutte le forme di vita.e ribadisco te lo dico da camionista non da uomo religioso ,tutto il resto e’,come dici tu ,molto opinabile,mentre questo che ti dico e’assoluto,purtroppo come ha detto ghandi,i cosidetti cristiani di questi comandi o consigli si sono riempiti la bocca mentre con i fatti hanno e continuano a spargere sangue innocente.ciao

  10. Paolo Says:

    Se il dio dei cattolici esiste, io sono Alessandro Magno…

Leave a Reply