Questa specie di reality risale al 2006, e proviene dalla Scandinavia: si chiama “Gay Army”. Sottototitolo: “Feminine Men In A Masculine World – The Most unlikely Recruits In The World!”. Insomma, un’atrocità. Ma, riuscendo a non indispettersi per la solita immagine che viene veicolata del gay (gioca con le Barbie e ha paura delle armi), si riesce a ridere di fronte alla reazione di questo ragazzo con un fucile (di metallo) in mano. (grazie gino per la segnalazione). Grazie al cielo, la serie ha sollevato durissime proteste in tutto il mondo.

A me le armi non fanno neanche un po’ paura.

Leave a Reply