storace_280x200 by you.

Klaus Davi ha intervistato Francesco Storace, leader de la Destra, e lo ha fatto parlare a 360°. E, visto che nelle sue interviste il topic è ormai un must, si è affrontato anche il tema dell’omosessualità e destra.

L’Msi e An ospitavano militanti gay e mai per questo furono cacciati dal partito. Io non ho mai detto a froci a un gruppo di militanti per comunicare qualcosa di Destra. E’ un’etichetta che mi appiccicheranno per tutta la vita e colgo questa occasione per smentirla”. Ancora: “i gay nelle formazioni di Destra ci sono sempre stati. Non avrei alcun problema a candidare una Luxuria di Centro Destra se esistesse. Va detto però che, se avesse le mie idee, probabilmente non sarebbe Luxuria”.

In merito ad eventuali proposte da parte di gay, Storace ha detto: “Come no, tante volte è accaduto quando facevo il militare. Ma non succedeva nulla, si scherzava tra soldati. Comunque il punto è un altro. Non c’era bisogno di avere coraggio per essere gay di Destra. Il coraggio ci voleva a militare a Destra, ad esporsi. Molti sono morti per questo e purtroppo nessuno li ricorda”.

A me l’idea di un gay nell’Msi fa semplicemente rabbrividire. Per non dire altro.

No tags for this post.

Leave a Reply