8 cover marzo mickey-ok LTC by you.

Luca Argentero – sì, quello di ieri – ha deciso di fare da testimonial ad una nuova iniziativa del mensile Ciak. Iniziativa fortemente voluta dalla sua direttora, Piera Detassis: e non è un caso, vista l’attenzione, la simpatia (reciproca), la curiosità che questa donna ha sempre avuto per il mondo Glbt. A partire dal prossimo numero di Ciak – in edicola il  27 marzo – saranno messi in vendita i più grandi successi del cinema gay. Definizione che potrebbe far storcere il naso ad alcuni (per par condicio si dovrebbe parlare di cinema etero), anche se io non starei a guardare il pelo nell’uovo. Quello che Ciak farà, sarà un viaggio nei sentimenti e nella vita diversamente normali. Cercherà di parlare non solo ai gay, ma a tutti i suoi lettori, incondizionatamente. Per questo è un viaggio coraggioso, una scommessa, in un periodo in cui l’editoria non vive un bellissimo periodo e in cui gli uffici marketing hanno il terrore di fare flop. E sono contento che il mio post sul film preferito dai river-lettori sia, in qualche modo, servito d’ispirazione (grazie a tutti per la testimonianza).

Quanto a Luca Argentero, nell’intervista concessa a Ciak, spiega anche quelli che sono i capolavori del cinema gay, che ha proposto per questa collana. A cominciare dalla “malinconia finale di Heath Ledger in ‘I segreti di Brokeback Mountain’: in quel film sono sorprendenti tutti e soprattutto Michelle Williams. Ang Lee ha il genio che gli consente di trarre il meglio dai suoi attori”. E, ovviamente, un pensiero va a Ferzan Ozpetek: “Le trame dei suoi film spesso non sono originali, ma non importa perché è la trama interna del personaggio che prende il sopravvento”. Altre perle, secondo l’attore: Maurice, Another Country e Happy Together. Infine Argentero cita Milk, e lancia un messaggio: “Penso che andrebbe insegnata a scuola questa frase di Sean Penn che mi ha molto colpito in Milk: ‘Se non ti mobiliti per difendere i diritti di qualcuno che in quel momento ne è privato, quando poi intaccheranno i tuoi, nessuno si muoverà per te. E ti ritroverai solo'”.

In bocca al lupo. Piera for ministro delle pari opportunità.

Leave a Reply