Scopri l’intruso.

March 26th, 2009

cbc9b4e5_620 by you.

Interessante esperimento della rete ABC, per la trasmissione “What would you do“. Si è presa una coppia gay, la si è piazzata in un pub “etero”, e si è chiesto loro di comportarsi normalmente. Abbracciandosi, baciandosi. Il tutto ripreso dalle telecamere nascoste. Tra i presenti, c’era anche un “provocatore” palesemente omofobo (in realtà un complice che aveva il compito di prenderli in giro), e un’altra coppia, etero, che faceva commenti più o meno contrari a quel comportamento. Come reagiscono i presenti di fronte ad un comportamento omofobo? In una sequenza, un signore, anche abbastanza avanti con gli anni, se la prende col provocatore e lo invita ad andarsene via: “Preferisco avere 10 persone come loro, che quattro come te”. Una donna, alla fine, interviene in difesa dei due, e scoppia a piangere dalla rabbia.

Se ne è già parlato altre volte, su questo blog. Ma non mi stancherò mai di osservare il comportamento della “massa etero” di fronte alla “coppia gay che si bacia”. Per quanto mi riguarda, sono per la risoluzione fisica delle reazioni omofobe. Mai porgere l’altra guancia.

untitled by you.

Barcellona, pubblicità di Durex performa.

Avvistamenti al Sei Nazioni.

March 24th, 2009

IMG_0056_bis by you.

Il caro O., rientrato nella sua città dopo la trasferta romana del Sei Nazioni, ha voluto condividere queste foto, tra mischie e maschi. Peccato per il risultato finale. Ma tant’è. Oltre che sul soggetto di Borat-vestito, sul signore francese del pubblico, O. si è concentrato appunto sulle mischie e sul cambio di magliette. Tra gli altri, segnala tal Dimitri Szarzewski, giocatore dello Stade du Paris (prima foto in basso).

Read the rest of this entry »

Per mangiarsi river.

March 24th, 2009

22032009352 by you.

Basta andare a Pagani (Sa), in un pub che ha creato il panino omonimo (mio). Sembra anche buono. L’ho sempre detto che i paesini di provincia, nel Sud, riservano delle belle sorprese ;) Grazie a Peppe per il pensiero.

Questa foto mi ha fatto venire in mente tutte le segnalazioni analoghe che mi sono arrivate. Così le ho accorpate in questa pagina, con relativi ringraziamenti.

h by you.

Il 18enne Rory McInnes ha visto un programma televisivo su Google Earth e ha pensato di voler lasciare un bel segno, sul tetto di casa dei genitori. I quali sembrano non aver apprezzato il pensierino, visto che il ragazzo ha disegnato un fallo gigante.

18enne disegna fallo gigante su tetto casa. by you.

Settimana della moda brasiliana (si chiama “ParkFashion”), con presentazione del brand di biancheria intima uomo UW.

3377777125_b18aa71cf7 by you.

Avevamo lasciato Francesco Mariottini a torso nudo ad “Amici”, e ora, tra uno spettacolo e l’altro, eccolo  recitare in “Sentirsidire” (sottotitolo: quello che i genitori non vorrebbero mai), film di Giuseppe Lazzari, prodotto da Red One di Brescia. Francesco interpreta la parte di un giovane ballerino ricco e viziato, che si trasformerà dopo la tragica morte della propria fidanzata a causa di un incidente stradale. (grazie S.)

Ecco alcuni frame dal film, con annesso backstage e  bacio (di scena).

3378595472_cb4efeab2f by you.

Read the rest of this entry »

Quattro amici seduti.

March 23rd, 2009

comodamenteseduti1 by you.

Aggiungerei “comodamente”, dal dettaglio di questa foto. Ma poi, vedendo lo scatto complessivo, ho cambiato idea.

Read the rest of this entry »

La prigione a cinque stelle.

March 23rd, 2009

prison-in-austria-01 by you.

Si chiama “Justizzentrum Leoben“, e si trova nella Stiria. Può contenere fino a 205 prigionieri. Oltre ad una palestra, un campo da basket coperto, ogni cella può contare su una televisione. Qui altre foto.

Read the rest of this entry »

La dichiaro in arresto.

March 23rd, 2009

Immagine by you.

Atterraggio di un Md80 Alitalia su Reggio Calabria (considerato abbastanza difficile in caso di vento).  Alcuni interrogativi (retorici) da profano curioso e un po’ fifone:
1) Ma si guarda fuori dal finestrino, proprio come quando in macchina si cerca una strada piuttosto che un’altra?
2) Perché a me hanno dato l’impressione di girare le manovelle ad cazzum?
3) A me volare con quella checklist sulle ginocchia, per seguire passo passo i vari step obbligatori, dà sempre l’impressione di viaggiare col libretto delle istruzioni.
4) Se a scuola guida insegnano a noi comuni mortali di tenere le due mani sul volante, perché il signor comandante si accontenta di una sola manina? Potrebbe fare a metà col co-pilota: a uno la cloche, all’altro il coso in mezzo.
5) Il conto alla rovescia per i metri che mancano a toccare terra mi mette ansia.
6) Non parlate, concentratevi!
6) Carino il co-pilota.
7) Provo una profondissima invidia per chi ha girato questo video.

Spot per i voli business class Alitalia da Milano Malpensa. All’epoca era previsto da Torino e Genova una sorta di servizio “shuttle bus” che portava diritti in aeroporto. Nella pubblicità si punta sulla differenza tra il comfort offerto da Alitalia e una generica compagnia straniera.

Quante cose sono cambiate.