paginaministero by you.

C’era una volta il sito del ministero delle Pari Opportunità. Non troppo tempo fa: qualche mese. Era la versione consegnata dall’ex ministro del governo Prodi, Barbara Pollastrini. Si parlava delle discriminazioni, e si citavano, ovviamente, quelle di natura omofobica. C’era un elenco, molto dettagliato, con relative statistiche, e cosa significasse concretamente l’omofobia. (come da screenshot sopra, qui l’immagine grande).

Da qualche giorno, quelle informazioni sono sparite. Clic. Le Pari Opportunità, oggi, si occupano di: violenza contro le donne; stalking; discriminazioni razziali; lotta alla tratta. Dei gay è sparita ogni traccia. Usando il motore di ricerca interno, si trova qualche intervista del ministro, e niente più. Non solo. Nel 2007 venne istituita una commissione per le pari opportunità per i gay e i trans gender. Oggi il link (era qui) a quella commissione è sparito: e teoricamente la commissione, da decreto, doveva rimanere in carica 3 anni. Resta la copia cache. Eppure, vengono riportati i collegamenti a varie commissioni: per il contrasto alla pedopornografia, contro le mutilazioni genitali femminili, per la tutela dei disabili. C’è persino un numero verde per i bambini contesi. Brava, bis.

La ministra Carfagna, pubblicamente, si è sempre detta pronta a combattere contro le discriminazioni verso i gay. Come? Dove? Quando?

36 Responses to “La lotta alle discriminazioni dei gay sparisce dal sito del ministero della Carfagna.”

  1. Valioom Says:

    Sapete qual è il problema?
    che se non fosse per pochi, canali/vie di comunicazione/mezzi di informazione “puliti”, queste cose probabilmente non verrebbero mai a galla.

    E’ questa la vergogna Italiana, il fatto che facciano più notizia poppe&culi di Studio Aperto (e noto che gli altri telegiornali si stanno adeguando) che notizie di reale interesse.

    La gente non ha più voglia di pensare.

    M.

  2. logan Says:

    ci starebbe bene una bella sputtanata su striscia la notizia che ormai, è triste dirlo, è l’unico mezzo per far saltar fuori certe notizie..

    certo che un ministro delle pari opportunità tendenzialmente omofobico solo in italia poteva capitare -.-

  3. ludwigaec Says:

    Ormai le pubbliche denunce alle malefatte dello stato non esistono, e se ci sono rimangono inascoltate. Stamani repubblica faceva notare le enormi incoerenze create da questa bolla, da questa surreale vicenda sulle frequentazioni di Silivio Berlusconi. Nessun giornale oltre repubblica ne ha fatto accenno… Ieri, o l’altro ieri Concita De Gregorio diceva una frase che mi è rimasta impressa e che riflette davvero il misero stato in cui ci troviamo:” Ma siamo in Italia, che volete: il vero pericolo sono la moglie, i tifosi e il prete dal pulpito.”
    Il giornalismo sta morendo, la denuncia pure… siamo davvero nella merda e non ho idea, non so proprio come potremmo uscirne.
    Buona giornata a tutti!

  4. cowboy Says:

    Che vergogna …… ogni giorno sono sempre più amareggiato.

    Il peggior ministro della legislatura.

    Vorrei fare un forte plauso,River, a tutti quegli

    omosessuali ,e ne conosco tanti , che hanno votato a

    destra e che con il loro voto hanno contribuito a

    fare in modo che “una poco di buono” fortemente

    omofoba e con la mentalità fascista diventasse

    ministro delle “impari” opportunità.

    Tornasse a fare i calendari che le riescono meglio!

  5. feelda Says:

    Ma scusate lei non é per niente omofoba, non avete sentito che quando si é detta pronta a difenderci, canticchiava una canzone di Mina?? “Parole, parole , paroleeeeeee…”

  6. uto_drodemberg Says:

    Ma come si fa a non perdere le speranze per questo paese quando ogni giorno ci si rende conto di cose come questa?? A me, da ventenne, viene solo voglia di farmi una vita in un altro paese…

  7. aleh Says:

    *** e puritana

    *** river: please, evitiamo commenti diffamatori.

  8. paffo Says:

    sono così contento… la prossima volta ci pensate piu di una volta prima di votare certa gentaglia.
    Sono contento pure per tutto quello che sta facendo alemanno per roma, i romani sono incavolati neri ma l’hanno votato… e io godo

  9. deby Says:

    scusate…io non capisco anche se so che ci sono i gay che votano destra in altre nazioni forse non è contraddittorio ma in Italia…..cosa ci si aspetta da un governo -pappa e ciccia- con la lega e con il vaticano?? la destra discrimina ogni cosa che erroneamente considerano anormale e le conseguenze sono queste…. cosa c’è da aspettarsi da una come la Carfagna messà lì per chissà quale motivo e che con i capelli corti e un look sobrio spera di far dimenticare chi era prima..dai…Prodi non avrà fatto miracoli nei 2 anni di governo ma così stiamo andando incontro ad una sorta di dittatura…

  10. LuceLunare Says:

    Beh, cosa ci aspettavamo? una che ha fatto carriera politica svendendosi (per non essere volgare) non solo non sta tutelando le donne, ma vi pare che possa tutelare gay e transgender? Capirne i problemi “sociali”?
    certe volte temo che finiremo come in “V per Vendetta”, con i rastrellamenti dei gay casa per casa, come individui pericolosi e poco desiderabili.
    D’altra parte: http://it.notizie.yahoo.com/7/20090524/tts-troppo-libere-e-provocanti-per-oltre-c8abaed.html

    Un governo non è mai migliore del popolo che governa.

  11. william Says:

    anch’io me la godo…io ho sempre votato a sinistra. prodi non ha fatto nulla per le causa gay soltanto perchè gli è stato impedito. aveva, purtroppo, una compagine totalmente inaffidibile e per niente coesa…ma ricordiamoci le ministre barbara pollastrini e bindi, le quali dettero vita ad un apprezzabile dsegno di legge. se i gay continuano a votare a destra ( e ne sono tantissimi)…bè…si meritano la carfagna…una donna che si vanta di essere fascista, che non ha mai patrocinato un gaypride (la pollastrini a roma sfilò addirittura) e che nutre una sorta di repulsione per quanti lei definisce costituzionalmente sterili. godo..godo sempre di più…chi è causa del suo mal…pianga se stesso!!!

  12. Mr3 Says:

    Non credo che Veltroni avrebbe fatto grandi cose per noi, anzi. Ormai sia una che l’altra parte fanno a gara a chi accontenta di più il papa.
    Ora che poi c’è Franceschini come boss del pd, le speranze vanno proprio sotto zero.

    ps: ah, parlo da gay di sinistra, non fraintendetemi, ma quella sinistra che in italia non c’è ancora stata

  13. rocco Says:

    che vergogna. questo paese va sempre più indietro, soprattutto nel campo dei diritti civili – tutti, e non solo quelli degli omosessuali.

    ma credo che il distinguo destra=cattiva, sinistra=buona sia una vera bufala.
    entrambe, o per convinzione o perchè sono ostaggio delle rispettive frange clericali o per opportunismo elettoralistico rispetto alle gerarchie eclesiastiche, non hanno fatto nè faranno nulla per i gay, per le coppie di fatto, per la scuola pubblica o per qualunque altra istanza genuinamente liberale.

    queso paese non ha nè uno Zapatero nè un Obama nè un Blair o simili, semplicemente perchè non ne produce e nemmeno sa come produrne. sa solo come emarginarli, mentre le TV più svergognate del pianeta rincoglioniscono le coscienze e annientano la capacità di pensare con la propria testa.

    sapete cosa penso io? che l’unica soluzione vera sia emigrare. e personalmente sto facendo i miei programmini.

  14. Enrico* Says:

    Ma queste cose non verranno mai a galla… Vi risulta che qualche media ne abbia parlato?

  15. lwsx Says:

    Ma quando mai qualcuno della dx ha messo in atto quello che decantavano in campagna elettorale?
    Forse non ci rendiamo conto ma siamo veramente oramai come dei cobra, che si muovono solo ed esclusivamente come vuole l’incantatore!

  16. Valentina C, Says:

    che schifo di Italia e che schifo di governo e ministri. ed il fatto di non averli votati non mi consola affatto.

  17. Michele Says:

    ma dove cavolo sta il nostro impegno politico?

  18. arcere Says:

    purtroppo stimao parlando della carfagna, che avrà magari i suoi metodi ma che è salita al parlamento non certo per le sue eccelse doti di ministro intellettuale..
    è comunque una cosa giusta che in qualche modo lo si faccia presente!sta cosa non deve passare per impunita ecco!

  19. abelson Says:

    questo è il commento del ministro sul pride dell’anno scorso

    http://www.youtube.com/watch?v=V_WCJXvini8

    è splendido quando lei (ministro della repubblica) definisce Roma capitale della cristianità, e poi il passaggio “il vaticano si oppone strenuamente E A MIO AVVISO GIUSTAMENTE alle unioni omosessuali”.

  20. byb Says:

    che notizia di m…

    citato e linkato nel mio blog.

  21. BloodySayuri Says:

    Forse la nostra “cara” Carfagna, non sa che Roma non è capitale della Cristianità e che il Vaticano è uno stato a se stante (è una città-stato), quindi LORO non dovrebbero proprio rompere i maroni.
    e manco lei, da ignorante che non è altro…

  22. mat Says:

    ormai non so più cosa aspettarmi… abbiamo dei ministri in italia che andrebbero bene si e no a zappare la terra (ma dubito che lo sappiano fare), ma lei qui sposarsi un calciatore no?
    non capisco se la gente veramente non si rende conto di come siamo messi o se fa finta…

  23. Barbara Says:

    Ho 36 anni e non sono gay, ma ho sempre saputo valutare le persone indipendentemente dai loro gusti sessuali fin da quando ero ragazzina, e sapete che vi dico? L’Italia era meno bigotta 15 anni fa…Ci sono periodi in cui un paese progredisce culturalmente, altri, come il nostro adesso, in cui scivola indietro…Teniamo duro, amici, passerà…E’ vero che la maggioranza vota sta gente persino contro se stessa, ma il costume reale del paese non si cancella…Prima o poi tutto questo pseudo-catto-conservatorismo verrà vomitato indietro al mittente…Speriamo senza la rabbia violenta che seguì il ’68 e di non farci troppo male nel frattempo…

  24. Sandro Says:

    Vi faccio notare tre cose:
    1) il 17 maggio scorso è stata la giornata internazionale contro l’omofobia, e la notizia è circolata prevalentemente on line;

    2) solo nel 1990 l’OMS (organizzazione massima e mondiale in tema di sanità) ha deciso (bontà loro) che l’omosessualità NON E’ UNA MALATTIA PSICHIATRICA nè altra malattia di sorta;

    3)non mi risulta che al gay pride svoltosi in Russia e finito a manganellate (83 feriti) sia stato dato ampio risalto. Una notizia come tante.

  25. BECA Says:

    polemiche sterili, lo sanno tutti che in italia i froci non sono discriminati!

  26. gius Says:

    pensate bene prima di votare …ai propri diriti e delle persone care. votare in futuro fini e staff berlusconi porterà un clima ancora peggiore per la comunità GLBTQ

  27. Ale&Lolò - Blog^2 Says:

    Questa vacca deve tornare a fare i calendari. Mi fa veramente ribrezzo.

  28. Vevuska Says:

    Di cosa ci stupiamo ancora?
    L’unica cosa incredibile è che non l’abbiano fatto prima.

    La prossima mossa sarà dichiarare l’omosessualità come malattia mentale. Nuovamente.

    E ovviamente solo in Italia, come sempre.

  29. Ultraviolet Says:

    Spero vivamente (ingenuamente) che stiano soltanto riassettando il sito.
    Speranze vane.
    La domanda però che mi pongo è una..perchè tutti sono sempre pronti a mettersi in prima linea quando si tratta di questo argomento, ma solo quando lo si fa a parole? Perchè nei gesti,quelli effettivi, sono pochi coloro che si mettono in prima fila, e si battono realmente per abbattere qualche “muro”.
    E non parlo solo di politica,ma della società in cui viviamo. Non parlo di leggi,ma di semplice rispetto,normalità. C’è molta ipocrisia,perchè si fa la bella faccia,i rispettosi,gli aperti di mente. Quando poi si tratta di fare qualcosa,e parlo anche nel piccolo delle realtà di ognuno si fa fatica a mantenere la parola, e soprattutto si pensa che sia sempre “il problema di qualcun altro”.
    Trovo veramente irritante,anzi triste questo aspetto della nostra realtà.

    ps.scusate gli errori di grammatica e tutto il resto, sarà il pathos :)

  30. coeranos Says:

    beh io ho sentito gay che hanno pure difeso la carfagna

    http://politica.excite.it/news/12613/Christian-Floris-lascia-DeeGayit-Io-pro-Carfagna

    (tra l’altro, mio corregionale)

  31. O. Says:

    Io continuo a non capire e sono contento di non capire, tutte quelle persone che sono convinte che un omosessuale, solo per il fatto di essere tale, debba votare a sinistra. Come se la politica fosse tutta chiusa lì, in quel quadratino che riguarda i miei diritti in relazione al mio orientamento sessuale. Di tutto il resto, nulla… per carità, contenti voi. Personalmente, stimo molto di più chi a sinistra vota PER PIU’ di un motivo e non solo per il fatto di essere gay (che poi, dire che a Prodi è stato impedito di fare qualcosa per i gay è un vero controsenso, Prodi era la sinistra, che vi piaccia o meno).
    Detto ciò e tornando in Topic, la questione è molto semplice, al corso per soubrette le hanno insegnato a gestire non più di due/tre items per volta: guardare la telecamera, sorridere, fare uno stacchetto. Oltre, il meccanismo si inceppa e si hanno gaffe.
    That’s why la signorina ha dovuto per forza di cose togliere QUALCOSA dal suo programma, dal sito istituzionale, da ogni ambito e mezzo utilizzato dalle pari opportunità.
    Scusate, sarà anche Garfagnamultipurpose, ma il libretto d’uso e manutenzione parla chiaro: non eccedere con i processi in corso ;)

  32. Beps Says:

    Il problema ,secondo me, no e’ essere gay e votare sinistra o destra ( personalmente voto sinistra e votero’ lista Bonino alle europee)e’ quello di avere persone serie, oneste e coerenti in Parlamento.
    Il resto si commenta da se’…

  33. Baylor Says:

    Nel momento in cui viene messa una pseudovelina (e non perchè loro non possano essere intelligenti e non possano farlo,ma perchè chi era Mara Carfagna lo si sapeva già) a fare il ministro, per me quel ministero non esiste più… come non esiste sin da subito credibilità per un governo che lo fa. Poi mi è bastata la sua prima dichiarazione per capire che più che omofoba è settarista… per lei le violenze le subiscono solo le donne (ottimo che ci si applichi,sia chiaro,e con una certa lena anche…ma è ridotta e ristretta se si ferma lì).
    Detto questo, pur avendo votato ulivo, mi vergognavo anche quando sentivo far campagna elettorale Flavia Vento…

  34. Beps Says:

    Bravo Baylor!!!!

  35. LuceLunare Says:

    @ O.
    Ho trovato il tuo intervento molto interessante. Io non credo che un omosessuale debba votare a sinistra “solo perchè omosessuale”, mi stupisco però di come alcuni omosessuali possano riconoscersi negli ideali (diciamo così) machisti, cattolici e retrogradi di alcuni partiti di destra. Poi oh, pure a sinistra c’è gente raccapricciante, ma facendo una proporzione…

  36. masmassy Says:

    Forse si sono semplicemente accorti che NOI gay siamo i primi a discriminarci da soli ed abbiamo stufato con le nostre messe in scena… hanno ragione!

Leave a Reply