Punti di vista leghisti.

May 31st, 2009

Punti di vista leghisti. by you.

Due manifesti elettorali, fotografati a Marostica, profondo Nord, da un river-lettore.

Punti di vista leghisti. by you.

Già, “pensaci”. E mi spavento.

No tags for this post.

50 Responses to “Punti di vista leghisti.”

  1. feelda Says:

    Bhé riserve no dai, suona brutto…ma magari potremmo mettere sta gente negli zoo così saranno anche protetti dalle sbarre, non avranno immigrati e volendo potrebbero anche dichiararsi “stato indipendente del cervello nordico privato di ossigeno”!

  2. adriano Says:

    evidentemente i veneti non si ricordano che fino a pochi decenni fa erano loro gli immigrati:giravano per la toscana impagliando sedie e sono stati i primi a colonizzare le nuove terre della libia e dell’agro pontino….certe cose si dimenticano facilmente col benessere.

  3. B.flower Says:

    sempre sul tema nativi americani c’è anche lo slogan: “loro non avevano un aereoporto: adesso neanche noi”

  4. Xandro86 Says:

    Nausea.

  5. baumgarten Says:

    ehi riv…mi ricorda tanto tanto la propaganda anti-italia che hanno fatto i separatisti in SüdTirol, con le scritte “SUDTIROL IST NICHT ITALIEN” al confine con la svizzera e l’Austria…

  6. filnik Says:

    uhuhuhuhuhuh! però sono sicuramente di grande presa!

  7. albertino Says:

    ma la lega non era il partito che doveva salvare malpensa?
    direi che ogni commento è superfluo…

  8. byb Says:

    voi non vivete in un condominio con un assessore leghista, con molti vicini che lo votano perché lo conoscono bene.
    voi non avete idea…

    aiutooooo!!!!

  9. mercuzio Says:

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    “PROVA 1 2 3 – PROVA, SA SA – PROVA SA: Si rammenta all’uditorio che votando Berlusconi si eleggono anche bestie del genere” (e si elegge anche Berlusconi, che forse è anche peggio)

    FINE DELLA COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

  10. Jajali Says:

    Mi spiace, ma vado controcorrente. Io con l’Italia dei rifiuti di Napoli, della Camorra, della Mafia, delle donne che tirano sassi alla polizia, di chi non fa la raccolta differenziata, dei casellanti ogni due km in Sicilia, di Apicella, di ciechi che guidano, dei posti di lavoro dati grazie alla raccomandazione, della società di trasporto locale che non ha autobus ma ha centinaia di dipendenti, non ho nulla a che fare.

    Non mi accomuna nulla nemmeno con Borghezio o Calderoli, per carità, ma mi ritengo più simile a uno svizzero che a un siciliano o un napoletano. So perfettamente che la gente disonestà è ovunque, ma se devo guardare alla mentalità, al modo in cui si affronta la vita, con quella Italia io non c’entro.

    Ora so che verrò criticato da tutti ;) .

  11. Michele Says:

    a B.flower: quello è da parte del centrosinistra per attaccare il centrodestra. il gioco è proprio quello di prenderli per il cul con le proprie armi.

  12. LuceLunare Says:

    Fanno tanto gliindipendentisti e scrivono manifesti in inglese?
    che poveretti, restituiamoli all’austria, noi che ce ne facciamo? :D

  13. Brian Says:

    Io spero che non tutti i Veneti la pensino così….

  14. Z Says:

    A me ricorda la comunicazione della propaganda fascista, soprattutto quel Pensaci nell’angolo scritto con altro carattere

  15. penny lane Says:

    quello dell’indiano l’avevo già visto e la prima volta mi sono messa a ridere perchè lo trovavo ridicolo. ma poi, pensandoci, non è affatto divertente dal momento che è pieno di gente che si lascia abbindolare da questi slogan ridicoli, ma assolutamente efficaci. che tristezza!

  16. Daria Says:

    sulla seconda non hanno tutti i torti però..

  17. deby Says:

    pensate a me che ho quei manifesti squallidi attaccati su ogni superficie solida del mio paese….che tristezza…

  18. Padovano Says:

    Non tutti i veneti sono così tristemente ignoranti!! Facciamo delle distinzioni, per favore!

  19. sark Says:

    si purtroppo qua nel veneto siamo messi così…ci sono anche manifesti con scritto “pieni de schei (soldi) e stemo ben” di un altro partito autonomista

  20. uto_drodemberg Says:

    Come faccio a girare per le strade senza vergognarmi…sti cartelli incivili stanno appesi ovunque vada dalle mie parti…e più li vedo e più vorrei staccarli!! Ma…qualcuno sa che rischi corro se lo faccio??
    La cosa più triste è che gli ignorantoni bigotti che vivono dalle mie parti si fanno davvero convincere da cartelli del genere e nei bar o nelle case li senti affermare cose simili sen non più stupide…
    Mi viene davvero da piangere…
    Per il veneto sinceramente ho perso le speranze, almeno per i prossimi 50 anni ancora…certo che però, visto che chi elegge Berlusconi elegge anche la gentaglia che fa ste propagande da anni ’30 che discriminano arrogantemente il 90% della popolazione italiana, forse qualcuno fuori dal veneto dovrebbe piantarla di votare l’impomatato!! Io, almeno, non andrei a votare uno che si tiene in casa gente che mi considera inferiore a sè solo xkè abito a sud del Po…
    poi ognuno la veda cm vuole…
    PS: non tutti i veneti la pensano così!! tanti ma non tutti

  21. Soulboy Says:

    E poteva mai essere che i napoletani non venissero tirati in ballo??!!
    Caro Jajali, io sono napoletano verace (e fiero di esserlo, non per stupido “patriottismo”, ma per tutta una serie di ragioni che non ti sto qui ad elencare…), e sono il primo a dire che la Campania sia una terra afflitta da gravi problemi, sarebbe ipocrita negarlo.
    Napoli e la Campania, però, per fortuna non sono solo questo: la maggior parte dei napoletani è fatta di persone oneste, lavoratrici, di sani principi, grazie a Dio.
    Sai, non è che tutti i partenopei siano “marijuoli”, fetenti, imbroglioni, ignoranti (e chi più ne ha, più ne metta!)… Esiste una Napoli fatta di persone in gamba, preparate, che cercano comunque di cambiare ogni giorno la realtà in cui vivono.
    Non la voglio fare lunga (anche perché mi sa che non ne vale la pena!), ma basta con questi luoghi comuni con i quali il “media business” ci banchetta instancabilmente tutti i giorni (e River me lo potrà confermare…;-P), basta con la Napoli dei panni stesi tra un palazzo e l’altro, dei mangioni inconcludenti!!
    La Camorra per la maggior parte di noi è una grave piaga sociale, e ne soffriamo, non di certo la incoraggiamo come vogliono far credere.
    Per la questione rifiuti, mi stupisco che non si sia ancora capito che le responsabilità maggiori non siano dei cittadini ordinari (e non dico che non ci sia la loro parte di responsabilità…)… Allora ai telegiornali et similia ascoltate solo quello che volete ascoltare, devo desumere?!?
    La differenziata la gente onesta e sensibile la farebbe se fosse messa in grado di farla, ma questa è un’altra questione, andiamo a finire nel discorso polito e non voglio annoiare nessuno.
    Ora mi fermo qui, sennò va a finire che passo pure per “vittima/piagnone”… :-P
    River, scusami per questo sfogo, ma davvero non ce la si fa più di venire ancora denigrati in questo modo al giorno d’oggi… Alla faccia della fratellanza e della mano tesa al prossimo!
    Per la questione dei manifesti, provo solo tanta tristezza per la chiusura mentale di certi individui.

  22. Javanotakeshi Says:

    Pure io li ho visti al mio paese. Concordo con chi dice che ci vorrebbe memoria storica. Non solo noi veneti, ma molti italiani sono stati emigranti e neppure stati trattati bene (scusate se uso il “noi”, io non c’ero…).
    Secondo me sta avanzando sempre di più l’ignoranza. Quella di chi caccia le persone a prescindere dalla loro utilità (secondo voi chi ci va a lavorare nelle concerie di Vicenza dove c’è una puzza terribile se non la gente immigrata? Oppure nei campi a raccogliere i pomodori? e sono pure schiavizzati…)
    Poi c’è anche l’ignoranza di chi viene in Italia e crede che qui sia un paese dove abbiano ogni diritto e nessun dovere. Il rispetto da entrambe le parti, questo manca, oltre all’integrazione!

  23. chopin4525 Says:

    La fiera dell’ignoranza e del luogo comune. D’altronde chi sono la gente di questo partito? Bossi,Calderoli,Borghezio…l’élite intellettuale italiana.

  24. Pix Says:

    Lo slogan può essere condivisibile o meno, ma bisogna ammettere che il secondo manifesto è geniale, dal punto di vista dell’originalità :)

  25. Psquared Says:

    @Jajali: anche io spesso non mi sento parte integrante del resto della comunità per tante cose: anche io non sopporto l’inciviltà, anche io non concepisco la criminalità, anche io non mi spiego l’inefficienza; e credo che pure il resto della comunità, in tutta onestà, non è che sia portatrice di quei valori malsani!!! Nonostante ciò non fondo un partito per creare una nazione autonoma. Se mai vorrò, e se continuerò a sentirmi sempre più distante dall’Italia, magari la lascerò. Però sono nato in Italia, sono italiano e se le cose vanno male al più in questo momento cerco di cambiarle, non di modificare i confini. Con il tuo ragionamento ogni persona dovrebbe essere una nazione a sé. P.S. non credo che il Veneto abbia avuto solo esperienze negative per la sua appartenenza all’Italia.

  26. Aymo Says:

    Il PD ha fatto questo poster che ho visto ieri a Milano:
    “Loro non avevano un aereoporto: adesso neanche noi”
    http://tinyurl.com/lwmoop

  27. indianaj Says:

    Che bellezza sarebbe prendere finalmente atto che non esiste un paese “italia” lasciare i mangiapolenta con la loro presunzione reduce da secoli di migrazione,abbandonare i “terroni” alle loro organizzazioni malavitose,e fondare L’Italia Libera d’Etruria e organizzare severissime frontiere per impedire l’ingresso a terroni e mangiapolenta.Sono sogni esagerati?Lasciatemi sognare,visto che la realtà quotidiana mi costringe ad andare all’estero e parlare o spagnolo,o inglese o tedesco per nascondere l’appartenenza a questo paese.

  28. Fandango Says:

    Solo una volta mi è capitato di andare in Pizzeria e di non avere la ricevuta pagando il conto.
    E’ successo a Vicenza, in un bel ristorante/pizzeria super affollato il sabato sera. Molti veneti si sono arricchiti evadendo il fisco e sfruttando il lavoro nero degli extracomunitari.
    Io darei loro l’indipendenza anche subito!

  29. Pepello Says:

    @Jajali: perché, esiste anche un’altra Italia? (battuta) E indovina un po’? Non è cercando l’indipendenza, e quindi fregandosene, che si risolvono i problemi. Quello che mi manda in bestia è il patriottismo uguale a zero di tutte le persone che fanno il tuo discorso che, in quanto a menefreghismo, non ha nulla da invidiare ai napoletani con il prosciutto sugli occhi (parlo da campano). E non vai controcorrente: anche qui al sud c’è gente che pensa che starebbe meglio senza il nord, figurati!

  30. Jajali Says:

    @Soulboy: non metto in dubbio che la maggioranza dei napoletani sia gente onesta.

    @Pepello: patriottismo de che? di quest’Italia? Io mi vergogno a dire di essere italiano, mi vergogno quando mi dicono Berlusconi, pizza, mafia, mandolino, i Soprano; Berlusconi non lo voto, con la mafia non ho nulla a che fare e grazie a dio dove vivo non è presente come in altre zone d’Italia, il mandolino a momenti non so cosa sia. Perché io devo essere rappresentato da questo cose? No, grazie. La mia Italia è una terra totalmente diversa, che non ha nulla a che fare con i soliti stereotipi, quindi perché devo essere identificato così?
    Sei campano, i problemi a casa tua li devi risolvere tu, non certo io; a Bergamo si sono presi i rifiuti vostri e li hanno bruciati nei loro inceneritori, penso sia fin troppo; nelle vostre strade si vedono divani e frigoriferi davanti ai cassonetti, perché io devo portarli alla piazzola ecologica e in alcune parti li buttano per strada? sono stupido io? perché da voi i disoccupati fermano gli autobus e li bruciano?

    Preciso che non voglio fare polemica, né condivido le idee leghiste su alcuni temi: ho sempre pensato che ci voglia meno Italia e più Europa, perché i modi di fare “all’italiana” abbiamo visto dove hanno portato Sicilia, Campania e Calabria.

  31. IlLando Says:

    Vabbè ragazzi dai,stiamo parlando dei Leghisti che come noto ancora sono molto distanti dall’evoluzione!Secondo uno studio i Leghisti potrebbero essere addirittura il risultato di un’errore genetico da laboratorio,portate pazienza,prima o poi qualcuno tirerà lo sciacquone!

  32. brand Says:

    forte questo river-reporter !!!
    Al manifesto sulle riserve indiane non si può però negare l’originalità dello slogan :D e l’effetto vintage della grafica

  33. Sonia Says:

    In tutto il mondo esistono persone che credono che le donne non capiscano un cazzo..pensa te..ah l’umanità è messa in buone mani..credo di si…ripeto finche nn vedro una suora che comanda il vaticano o un esercito, sarò sempre pessimista e sfiduciata verso il prossimo..faccio bene no? Ops forse ho sbagliato a fare la domanda qui..chiedo umilmente XDONO…è che sono semrpe convinta che la Difesa sia una cosa naturale non costruita.. fare questi discorsi alla Vigilia del 2 giugno 2009 mi rende molto triste.

  34. arcere Says:

    sono esterrefatto..sarebbero davvero da mettere negli zoo.. il problema è che molti ci credono pure!”

  35. rocambolesque Says:

    River, queste cose mi fanno arrbbiare troppo. Questa è davvero disinformazione pura.

    Vogliono essere indipendenti? da soli? neanche 5 milioni d’abitanti? ma basta ricordare che fine ha fatto la loro cara Serenissima (che era anche più grande geograficamente, con possedimenti fino in Grecia e Dalmazia): in pasto agli stati più grandi e forti (leggi Francia e Austria).

    Vogliono tornare all’Austria-Ungheria? bene, contenti loro… il Lombardo-Veneto era chiamato a Vienna e a Budapest “La mucca da latte”, da spremere a piacimento, con tariffe doganali svantaggiosissime per le importazioni e le esportazioni; e sento ancora che “la burocrazia asburgica era meglio di quella italiana”…certo, come no! ma andate a leggere Kafka o Musil e poi ne parliamo.

    E il mio bisnonno? chi glielo dice a lui che nel 1915 dalla Calabria è partito a più di 1000 km per “liberare” Trento e Trieste e ci ha quasi lasciato la pelle nei campi di prigionia austriaci?

    Ma soprattutto: che gusto c’è a fare politica col solo obiettivo di odiare qualcun altro?

    e se, al contrario, pensasismo di migliorare l’Italia invece di abbandonare la nave che affonda?

  36. Valioom Says:

    Commento solo con una domanda, da Yahooanswers:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080722041150AAG5jJB

    No comment per i manifesti.

    Ciao figlioli, buona giornata.

    M.

  37. filnik Says:

    L’Italia Libera d’Etruria con che soldi si manterrebbe scusami?

  38. Not Scared Says:

    Il manifesto del pellerossa risale alla vecchia campagna elettorale (quando crollò il governo Prodi) però non ricordo se fosse proprio identico a questo.

  39. byb Says:

    @Not Scared
    sì, il manifesto è identico, o quasi a quello delle precedenti elezioni, ma lo hanno riaffisso un po’ ovunque. evidentemente era venuto troppo bene. è il top del loro marketing.

    @Jajali
    certamente le varie zone d’italia hanno problemi differenti tra loro, ma spesso sono semplicemente declinazioni degli stessi: i rifiuti, specie quelli ingombranti come elettrodomestici e divani, c’è gente a napoli che li lascia per strada, ma nell’operativa lombardia, quanta gente li carica in macchina per andare a scaricarli illegalmente nei canali irrigui tra i campi? che poi, farsi magari qualche km e rischiare la multa (probabilmente a notte fonda), non è più sbattimento che andare il sabato mattina all’ecoarea del proprio comune?

  40. Shiver- Says:

    Quello della riserva è “geniale” e allo stesso tempo osceno. Finiremo come gli indiani nelle riserve! ahahahaha! (manifesto che tral’altro ho visto anche qui nel sud delle Marche) La lega è un partito che non dovrebbe neanche esistere… è incostituzionale…

  41. glamourama Says:

    Ecco cosa succede dopo una serie di sessioni estreme di spritz..

  42. paffo Says:

    MERCUZIO for president!!!

    E’ questo che non capisce la gente O_O qui a Napoli tutti a votare berlusconi e non capisco che così facendo danno voti e potere anche a ste gentaglia che se potesse, ci eliminerebbe solamente schiacciando un bottone!!! Poi mia mamma fa gli occhi lucidi quando dico di schifare sto paese, di non sentirmi italiano e di non vedere l’ora di FUGGIRE via!!

  43. deby Says:

    dalle mie parti in Lombardia rifiuti per la strada se ne vedono pochi…ma nelle campagne tra 2 paesini si è formata una sorta di palude inquinata, lo chiamano il lago nero: ci si puà buttare dentro di tutto, ogni cosa resta a galla su quei 1.150 metri quadrati formati da catrame,gasolio, misteriosi fusti metallici..in più cromo, solfati e solfiti, idrocarburi policiclici e oli minerali…durante gli anni Centinaia di autobotti ci hanno versato scarti petrolchimici, ed ora il volume delle melme acide ammonta a 16.000 metri cubi e sono stati richiesti 3 Milioni di euro per bonificare la zona….tutto ciò per dimostrare che il problema della spazzatura non riguarda solo il sud o Napoli…forse al Nord son più bravi a nasconderli oppure la spazzatura non è stata usata come scusa in un periodo vicino alle elezioni 2008 per fare vincere un certo Nanetto malefico!!

  44. Jesuncolo Says:

    Con la differenza che l’India gli immigrati hanno portato distruzione, mentre in Italia gli immigrati sono una risorsa, sfruttata solo nel senso cattivo della parola. A dire il vero, proprio la diversità è una risorsa, basta vedere come sono cresciuti gli Stati Uniti…

    E tra le altre cose, sempre a proposito di diversità, abbiamo Obama, che ha segnato un record lì negli USA.

  45. Jesuncolo Says:

    errata corrige: intendo dire gli indiani d’america

  46. Max Says:

    Purtroppo la lega è figlia delle sciocchezze della sinistra che negli anni passati ha difeso (a parole) i diritti delle minoranze dimenticandosi delle famiglie operaie che faticano ad arrivare al 30 del mese.

    Il Veneto e il nordest in genere non capisco cosa abbiano tanto da vantare, hanno un numero più basso di appartenenti alla classe operaia (secondi solo al centro), inoltre il veneto è una delle regioni a più bassa disoccupazione, quindi la storiella dell’extracomunitario che toglie il lavoro ai veneti è una boiata colossale.

    Il veneto è la 5° regione d’Italia in quanto a popolazione e per quanto riguarda spesa pubblica, tasse pagate, e spesa sanitaria è in linea con le altre regioni, quindi dov’è il virtuosismo?

    Il livello di istruzione medio del Veneto è inferiore a quello del centro Italia

    Roma è “ladrona” (eppure il lazio paga più tasse del veneto), ma intanto il veneto annovera un numero di dipendenti pubblici pari (in %) alle regioni rosse e alle regioni del sud (Campania esclusa), segno che la poltrona interessa comunque e chiunque….

    Infine mi chiedo come mai non sia chiaro che chi non ha una identità nazionale patriottica, o una identità culturale o anche solo religiosa da difendere, sia solo carne da macello per i conquistatori.

    Questa gente verrà spazzata via dal cambiamento culturale che investirà l’italia e l’europa

    Non basta chiudere i “cancelletti” per difendersi, bisogna avere una cultura da contrapporre, altrimanti verremo conquistati, come la grecia conquistò Roma, pur sconfitta su campi di battaglia.

  47. tyoret Says:

    abbiamo la risposta del pdl, vista or ora:
    “non finiremo come gli indiani…
    [foto di soldati e forze dell’ordine in giro per le città]
    …arrivano i nostri!”

  48. Alexdmm Says:

    Fanno tanto le vittime i Veneti Leghisti…ma non guardano che loro hanno costruito ABUSIVAMENTE case e ville in riva al Piave sbattendosene altamente di richiedere permessi o di pagare tasse. In caso di inondazione però chi è che paga? Solo il Veneto o tutta l’Italia (sud compreso?). I Veneti Leghisti sono tanto bravi ad autoelogiarsi e a piangersi addosso…probabilmente hanno tanto tempo per poterlo fare…

    Cmq confermo che la mentalità e il tasso di istruzione in Veneto sono molto sotto la soglia della normalità…

  49. mareth Says:

    sulla chat di msn…ci sta lo slogan dell’indiano d’america…e la foto di bossi…che tristezza.

  50. Dedar Says:

    Il paragone del manifesto è del tutto fuori luogo, ma chi si spaventa per una cosa così non ha capito nulla né sa qualcosa del Veneto di oggi.
    Neanche i Veneti stessi capisco tutti o del tutto la situazione.
    Ma di certo chi vive a Milano o Roma ha visto trasformazioni diverse e molto prima di quelle che si manifestano ora a Nordest.
    Non sapete e non capite.
    Quindi per favore risparmiateci i vostri salomonici giudizi.
    E la boria tipica di quelli che disprezzano i veneti come è sempre successo dal secondo dopoguerra.
    Io AMO questa regione ed i suoi abitanti. E basta che facciate un giro per le città industriali e sentire l’accento con cui gli immigrati parlano e cosa dicono della gente di qui per capire che non siamo razzisti né ignoranti.
    Alexdmm di sicuro hai visto una realtà diversa dalla mia.
    Ma mi fai davvero pena.

Leave a Reply