Premessa: questo sarà un post scontato, ovvio e prevedibile.

New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.

Svolgimento: a New York i trasporti pubblici funzionano come dovrebbero fare in ogni città del mondo occidentale. I taxi sono ovunque. Non puoi avvicinarti al marciapiedi, accennare un’alzata di braccio, che arriva la prima macchina gialla. Alcune volte te ne ritrovi due, quando sei con degli amici. Prezzi bassissimi, spostamenti di dieci minuti per meno di 10 dollari. Televisore, con touch screen per cambiare canale oppure vedere il percorso che si sta facendo. Gli autisti sono un po’ autistici: non parlano granché e, anzi, a differenza di quelli nostrani non sembrano apprezzare i tentativi di chiacchiera. Meglio così. Del resto qui vanno tutti di corsa. Se qualcuno cerca di fregarti, fai una segnalazione al dipartimento dei trasporti e il tassista rischia un procedimento. Insomma, proprio come in Italia.

New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.

Sulla metro: le linee sono quasi troppe. Un paio di volte mi sono confuso, salendo sui treni express (quelli che fanno poche fermate, e che rischiano di portarti troppo in là rispetto alla meta prescelta). Puliti, condizionati (un po’ troppo freschetti), puntuali: anzi, ne passano così tanti che non c’è praticamente attesa. Unica cosa che mi angoscia: ho sempre l’impressione che se qualcuno si dovesse alzare e spararti contro, gli altri continuerebbero a rimanere seduti e fare finta di niente.

New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile. by you.

Tags:

6 Responses to “New York/Taxi e metro, quando spostarsi è facile.”

  1. erinn0 Says:

    E’ per questo che non amo le metropoli. Troppa indifferenza. Perlomeno c’è una moltitudine che non te la fa pesare.

  2. giulia Says:

    puliti? hmmm………. tutto ma questo proprio no…

  3. July Says:

    Per quanto riguarda lo “spararti contro” nn pensare che in Italia sia diverso… parlo logicamente per Milano poi le altre città nn lo so.

  4. ScarletMilk Says:

    Per quanto riguarda i taxi sono completamente d’accordo, ma la metropolitana…. di pulizia non ne ho trovata molta ecco. E poi c’è il solito problema: la metropolitana è raccomandabile e pratica di giorno quando ci viaggiano i pendolari, mentre di notte è vivamente sconsigliata. Ma tanto ci sono i taxi: una sera per fare dall’East Village all’incrocio 8th av./45th st. mi hanno chiesto 12 dollari, praticamente regalato.

  5. Enrico Siringo Says:

    LA metro e’ strana, perche’ a volte i treni non fanno tutte le fermate, fanno solo A o B, C non se sa, poi sono decisamente troppi i percorsi xD

  6. Ric Says:

    La metro è sinceramente incapibile. Ci impieghi un’ora a capire se ti serve un local o un express e poi magari, dopo esserci salito sopra, un local si trasforma in un express e viceversa. Se non stai attento ai messaggi dei conducenti rischi di perderti veramente. Puliti? non direi proprio. Nemmeno la copertura della citttà è molto omogenea. Insomma, molto meglio che in Italia ma niente a che vedere con Madrid, Londra, Parigi, Mosca, Berlino…

Leave a Reply