Scrivere della vergine presunta Paola Binetti, in un blog che crede fermamente nella parità incondizionata tra  persone Glbt, è un po’ come scrivere del Papa. Sai già dove si andrà a parare, e ogni considerazione risulterebbe ovvia. Ma spulciando stamattina la Rete, alla ricerca delle “perle” della deputata dell’Msi infiltrata nel Pd (Franceschini se n’è appena accorto, e, infatti, lei dice che alle primarie voterà per Bersani), ho trovato un’intervista rilasciata a Donna Moderna, lo scorso mese di giugno. Tralasciando una serie di banalità da farmi rabbrividire (alla domanda “mai una debolezza, mai un vizio?”, la deputata, invece di rispondere con un normalissimo e legittimo “un cazzo!”, confessa, quasi imbarazzata: “la coppa di gelato di Giolitti”), arrivo alla domanda finale. La giornalista è quasi seccata, insomma, questa roba gay, che barba, che noia. Ma più che una domanda è un’affermazione: “In questa intervista manca la solita polemica gay”. E la Binetti, rispondendo fuffa, aderisce a quel meraviglioso luogo comune fascista (della serie: mi fanno schifo, ma ho tanti amici squisitamente e sobriamente gay), dice, fiera, che nel suo staff “c’è una persona gay”.

gaybinetti by you.

Fermo restando che non sappiamo la sua qualifica (magari ha il compito di cambiarle il cilicio), mi chiedo questa povera anima combattuta come possa lavorare per lei. Una forma di auto-punizione?

23 Responses to “Il gay che lavora per la Binetti.”

  1. Carlo Says:

    Qualcosa del Pd non quadra!

  2. laherte Says:

    …dunque mi chiedo …se incontro la binetti per strada……….gridandole “vecchia figa secca non hai trovato nessuno che ti scopa perchè il tuo buco tanfa di muffa!!!” non è un aggravante…oppure si ?

  3. Johnny Says:

    Questo poveretto è come il cilicio, il tormento di averlo a fianco le occorre per guadagnarsi il Paradiso!

  4. luca_parma Says:

    Bene. Ho la conferma definitiva che a partire da questo momento il PD non mi rappresenta.
    Da oggi in poi non parteciperò piu’ alle elezioni politiche e a quelle europee.
    Mi vergogno di far parte di questo paese.
    Sto pensando seriamente di trasferirmi in spagna con il mio compagno, dove tra l’altro già lavoro.

    Che bigotti, cattolicanti, finti perbenisti che non siamo altro.

  5. nickacaso Says:

    leggete qua cosa scrive renato farina..
    Vale anche l’aggravante per chi ha orientamento di tipo pedofilo? In fondo è un orientamento sessuale. Mi permetto un’altra piccola osservazione, e poi chiudo. Per me uccidere una persona è il delitto peggiore che esista, grida vendetta al cospetto di Dio. E non dovrebbero esistere graduazioni.
    Ma a lume di buon senso, quanto al danno sociale, siamo sicuri che sia più grave uccidere un omosessuale single che un padre di famiglia?

    http://www.ilgiornale.it/interni/tutela_gay_ma_e_bella_quindi_si_puo_fischiare_ecco_carfagnofobia/12-10-2009/articolo-id=390061-page=2-comments=1

    senza parole…..

  6. byb Says:

    :(

    pessimismo e fastidio.

  7. george Says:

    Solo a me è simpatica? Non condivido molte cose che dice ma resta simpatica e penso sia meglio la B. che esprime le sue idee apertamente e senza problemi rispetto a molti altri che fingono di essere dei difensori “democratici” per poi essere il vero “bigottume” italiano.

  8. Not Scared Says:

    -Nel mio staff ho una persona gay-.
    -Nel mio staff ho una persona allergica al paracetamolo.-
    -Nel mio staff ho una persona golosa.-
    -Nel mio staff ho una persona sportiva.-
    -Nel mio staff ho una persona molto alta.-
    -Nel mio staff ho diverse PERSONE.-

    Chi ha orecchie…

  9. gerundio Says:

    Omofobia: L’Onu critica l’italia. Alto Commissariato per i Diritti Umani: lo stop alla legge “è un passo indietro” per i diritti delle persone glbt….
    qualcuno se n’è accorto!

  10. Giampietro Says:

    @ George.

    Quando Buttiglione s’è candidato al ruolo di commissario UE ha dovuto sostenere un colloquio.
    Ha ribadito le sue tesi: ovvero che l’unica unione che deve riconoscere una nazione è quella fra uomo e donna atta a procreare figli, che l’omosessualità è una deviazione mentale strettamente connaturata alla pedofilia… etc. etc. ed ha ribadito il suo diritto ad essere un conservatore su queste ed altre teorie.

    La commissione UE, per utilizzare le parole di Luttazzi, si è detta assolutamente favorevole agli argomenti di Rocco, purchè li osservasse solo nella sua cameretta e dopo non toccasse nessuno.

    Un “politico” deve pensare al benessere delle persone.

    Questa gente per non arrecar danno a delle idee preferisce procurare del male fisico alle persone.

  11. george Says:

    @George
    L’ONU (molto spesso inutile) parla di passo indietro?
    Rispetto a quali passi avanti??????

  12. gius Says:

    che palle i politici che hanno amici gay!!!

  13. Dean Martin plays guitar Says:

    sottolineare di avere un bravo gay nello staff è come quando nell’america che fu si parlava del “mio negro”…oppure ancora quando ci si stupisce di quanto un ragazzo down possa essere normale.

    insomma, ha sottolineato una banalità, ovvia e inutile

  14. G. (L'altro) Says:

    Vi segnalo un articolo di Luca Telese che credo sia la più lucida analisi del fenomeno Binetti esistente a tutt’oggi. Un breve estratto: “L’avevo intervistata più volte, quanto basta per capire che lei non inseguiva tornaconti, non ha ambizioni personali. Piuttosto si sente come una guerriera crociata, che deve difendere la croce e Cristo in questa battaglia di testimonianza in Parlamento, esattamente come un soldato del medioevo si doveva immolare per il santo sepolcro”. Il resto qui: http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2356501&title=2356501

    Non so neppure dire se questo fanatismo mi fa paura, o mi fa impressione, o forse entrambe le cose…

  15. mercuzio Says:

    “Nel mio staff c’è una persona gay con cui ho un rapporto di massima stima e grandissimo affetto.”
    (Paola Binetti)

    “Dimmi che male c’è
    Se ami un altro come te
    L’amore non ha sesso
    Il brivido è lo stesso
    O forse un po’ di più
    Nel cammino dell’amore
    Scende sempre quel dolore dentro te
    C’è chi ti guarda con disprezzo
    Perché ha il cuore di un pupazzo dentro
    Se a chi dice che non sei normale
    Tu non piangere su quello che non sei
    Lui non sa che pure tu sei
    Uguale a noi e che siamo figli dello stesso Dio
    Dimmi che male c’è
    Se ami un uomo come te
    Se il cuore batte forte
    Dà vita a quella morte che vive dentro te…”
    (Gigi d’Alessio)

    “…con tutto il rispetto per gli omosessuali perchè per me sono persone come le altre…”
    (Matteo, River Blog)

    Bene, vi ho elencato tre chiari esempi di omofobia più becera, maldestramente mascherata, che mi provocano irrefrenabili effetti conatici.  

  16. Davide G. Says:

    Non ho nessuna diffcoltà a credere che nello staff della Binetti ci sia un gay (forse più di uno). Probabilmente costui chiede a lei consiglio, aiuto, conforto, e lei prontamente apre le sue braccia, amorevole e soccorrevole. Vuole che i gay si sentano diversi, disgraziati, con qualcosa in meno, così lei può svolgere la sua missione di salvatrice dell’umanità e guadagnarsi il Paradiso.

  17. George Says:

    @Giampietro
    scusami ma davvero non capisco.
    Il portare avanti o difendere un’idea non significa proteggere una scatola vuota.
    Dietro quell’idea c’è un intero mondo, una vita di convinzioni e di comportamenti. Preferisco la Binetti che da persona capace ed intelligente difende fino alle estreme conseguenze quello in cui crede piuttosto che dei cazzari dalla buona favella ma cui poi non seguono i FATTI.
    Mi sembra ipocrita prendersela con lei e addossarle TUTTE LE COLPE.
    Ho l’impressione che l’affaire Binetti serva solo a creare una cortina di fumo per evitare che si veda il reale degrado e la avvilente mancanza di capacità di quelli che fingono di schierarsi a favore dei gay.
    Penso inoltre che quella legge fosse scritta coi piedi e che la Concia smetta di dire “o lei o me”. Se fossi io a dover scegliere di certo non avrei dubbi.
    Quella legge ha avuto il voto contrario della B. ma Bocchino e altri ex AN hanno votato a favore perció la questione è piú complessa.

    River mi viene da suggerirti di non cadere nello stesso errore che critichi negli altri. I tuoi attacchi alla Binetti sconfinano in qualcosa che va oltre il normale senso critico.

    P.S. Giusto per evitare fraintendimenti a me piacciono i bei ragazzi col fisico asciutto da nuotatore, occhi chiari, biondi o mori :D

  18. Giampietro Says:

    @George
    IN QUESTO CASO portare avanti e difendere quest’idea significa proteggere una scatola vuota.

    Nel momento in cui la Binetti (o Buttiglione o chi altri) decide di impedire che venga aggravata la situazione penale di chi commette un reato a sfondo omofobo stà rendendo la vita più difficile a molte persone, che chiedono semplicemente di poter vivere serene.

    Inoltre riconoscere l’omofobia come reato sarebbe l’ovvio punto di partenza per arrivare al pieno riconoscimento delle coppie di fatto omosessuali (se la legge deve tutelare dalle violenze gli omosessuali in quanto tali, in quanto tali deve anche permettere loro pari diritti e doveri).
    La Binetti (come il resto di chi ha votato contro) queste cose le sa BENISSIMO.

    E, diciamocelo fuori dai denti, stanno difendendo delle idee vuote: l’idea delle coppie omosessuali disturba la loro visione del mondo ma non inciderebbe sulla loro vita effettiva.

    Stanno difendendo il loro essere bigotti con la pelle degli altri.

  19. Giampietro Says:

    @TUTTI
    XD

    Consiglio la prima pagina de “Il fatto quotidiano” di oggi: il pezzo di Talese e quello di Travaglio (tra l’altro due giornalisti di destra) che parlano abbastanza dettagliatamente del caso Binetti e delle parole di Renato “Betulla” Farina de l’altro ieri su libero.

  20. risottonero Says:

    io un’idea già cel’ho!Secondo me il collaboratore gay della Binetti è Boffo! XD

  21. cowboy Says:

    Il problema non è La teodem Binetti , è il PD

    che deve cambiare, è pieno di cattolici.

    Persino Franceschini in una intervista alla 7 ha detto

    che è contrario ai matrimoni gay perchè vanno contro

    la costituzione , candidandosi in questo modo al suicidio eletorale.

  22. cowboy Says:

    Elettorale.

  23. mary-lou Says:

    posso commentare una frase dell’intervista che esula dal contesto?

    il matrimonio da quando è “per sempre”???
    perchè a me pare il contrario, ultimamente!

Leave a Reply