Leccornie (?) testicolari.

January 24th, 2010

IMG_0073.jpg Leccornie (?) testicolari. picture by riverblog

Foto scattata da un river-lettore nel parcheggio della biglietteria delle grotte di Frasassi: è l’insegna di uno dei chioschetti-specialità-marchigiane, che offre, tra le tante leccornie, anche i ‘coglioni di mulo’ (grazie Marcello!).

No tags for this post.

13 Responses to “Leccornie (?) testicolari.”

  1. mercuzio Says:

    I “cojoni di mulo” sono una specie di salami norcini di forma allusiva che rimanda agli organi da cui traggono il nome. Molto buoni.

  2. river Says:

    ah sì? :\

  3. blu-1974 Says:

    Io, in Camargue, ho mangiato quelli del toro (pare sia una specialità della regione), ma a dire il vero non mi sono piaciuti molto.
    Erano molto duri e insipidi, non avevano un sapore particolare.

  4. kanachan Says:

    confermo mercuzio… perlomeno per il fatto che sono marchigiana e so di che si tratta!!!

  5. ScarletMilk Says:

    Sono dei salami rotondi con dentro un nocciolo di lardo e sono squisiti ;)

  6. marco Says:

    si. .ed hanno la specialità di avere al loro interno una parte di grasso.. cioè è salame normale con in mezzo il lardo ..
    Personalmente, non trovo molta differenza dal salame normale…

    Come uccidere arterie e mulo… senza tanti perchè …

  7. KKKK Says:

    Li ho mangiati a Natale, sono buonissimi :D

  8. Riccardo Says:

    Confermo, li compro ogni volta che vado in umbria, sono salami! molto buoni…slurp

  9. Edo Says:

    E non dimentichiamo il finocchio selvatico… ma magaaaaaari! Ahahahahahah!

  10. Rodry Says:

    Io mangio sovente quelli del toro, che sono ottimi fatti alla veneziana. Li trovo ogni tanto dai marocchini qua a Torino!Provateli

  11. Franco Says:

    Quindi hanno la forma tipo quella del caciocavallo, perchè il caciocavallo non si chiama coglioni di cavallo? Ot.

  12. Not Scared Says:

    Io preferisco quelli umani. Con grossa verga annessa.

  13. edelP Says:

    Anche se sono un carnivoro a sette stelle per solidarietà maschile mi astengo dal provare certe “prelibatezze”. Così come per coerenza con i miei gusti in fatto di sesso evito di mangiare la mammella della vacca (si può ancora?).

Leave a Reply