C’è un gruppo di river-commentatori che è ormai di casa, da queste parti. Spesso ho usato l’espressione famiglia virtuale: sotto molti aspetti è così. River-blog è un bar (anche per astemi), nel quale ci si incontra, quotidianamente. A volte il proprietario è di buon umore, più spesso no. Capita così che quando uno dei “clienti” del bar si trovi a fronteggiare qualcosa di brutto, il proprietario si preoccupi. Già. Non dirò di chi si tratta, perché forse non avrebbe neanche voluto questo post. Ma siccome qui scrivo di ciò che mi “colpisce”, nel bene e nel male, gli tocca.

Si dovrà rimuovere una massa di 25 centimetri per 23. Una bestia. Per questo mi ha scritto una mail. “Scusa, per un po’ non ci sarò a commentare”. La spiegazione è una di quelle pugnalate che non t’aspetti. Da ateo, mi vien sempre da chiedere: dov’era il Dio in cui tanti credono, quando la massa si stava formando? Perché la medicina, oggi, non riesce ancora a sconfiggere alcune malattie? Perché ci si deve ancora trovare nella condizione di operarsi, non sapendo se quel Male sarà debellato per sempre oppure no?

Dice che questa malattia servirà a ridefinire la sua scala di valori. Aggiungo io: il modo di vivere la vita.

In bocca al lupo, di cuore. E sappi che, al tuo ritorno, ci sarà un post di rugbysti tutti per te. Di quelli che preferisci tu :)

No tags for this post.

61 Responses to “Lottando contro il male, per un lettore.”

  1. Massi Says:

    Buona fortuna “River-lettore”!! Un abbraccio.

  2. SexPot(Rosa) Says:

    Un abbraccio. Forte Forte Forte.
    Vedrai che il cancro se ne andrà, scofitta da un pack di mischia” di fiducia nel futuro e voglia di vivere.
    Coraggio a te e a tutti coloro che qui sopra hanno confessato i loro trascorsi con questa perfida malattia.
    Un bacio grandissimo, con lo schiocco!

  3. l'interessato Says:

    non uso il mio solito nick per pura e semplice timidezza… per favore, nessuno si offenda.

    prima di tutto, letti i commenti, mi inchino davanti a chi ne ha passate o ne sta passando più di me…ale in primis.
    Infatti nel mio caso è vero che mi devono togliere circa 7-8 kg di roba, ma potrebbe anche darsi che una volta tolta non debba fare radio o altre terapie, sta roba sembrerebbe non infiltrarsi negli organi,anche il rene sx, che è quello più spostato e schiacciato, potrebbe salvarsi. Ovviamente che tipo di sarcoma, se è o non è aggressivo etc. sono tutte cose che si sapranno una volta analizzato. Quel che è certo è che va tolto, ci sarà da fare i conti con diversi vasi sanguigni che lo interessano, va tolto tutto intero… mi ha appena chiamato la clinica, domattina si entra per la preparazione e lo faranno giovedì, quindi mi va bene, non ho da aspettare.

    Sì, anche io ho pensato che sia il mio medico curante, che un’ecografista, forse potevano averlo visto prima, ma ora questa considerazione non mi serve, mi serve sapere cosa fare d’ora in avanti.

    ho anche paure eh, attraverso i miei bravi momenti di tristezza, a volte mi spaventa l’idea che qualcosa vada storto durante l’oprazione,e amen… forse per il fatto che non ho avuto mai nessuna oprazione, anche le tonsille sono sempre qui con me.

    Molto importante:
    Questa cosa mi sta regalando una marea di affetto, vero, sentito, anche se a distanza o “virtuale” come qui,….. se mi vedeste mi vedreste un sorriso in faccia, mi sento proprio coccolato, cullato, spronato.

    è la riprova che questa è un’occasione da non perdere, per ritrovare la mia solidità, per rivedere qual’è il giusto valore delle cose e del tempo che spendo, e sì, il modo di vivere la vita.

    chi mi conosce sa che la mia vita ha bisogno di una svolta su vari aspetti, spero proprio che questa cosa (balzata brillantemente in testa alla classifica delle priorità) mi dia lo slancio per farla.

    ragazzi, è vero, mi piacciono i rugbysti, ma francamente non pensavo così tanto da farmi venire un pallone da rugby nella pancia.:-)

    quando vedo i bei ragazzi spesso commento in modo cazzeggione, ma parallelamente ringrazio anche per la bellezza, che apprezzo come un sorso d’acqua ad una fonte, come lo stiepidire che si sente ai primi raggi di sole dopo l’inverno.(non sembra, ma in mezzo agli ormoni un po’di spiritualità c’è)

    comunque River, Affare fatto: quando torno un post sui rugbysti (ma va bene anche altra categoria) basta che siano grandi grossi e pelosi.

    Abbraccio con tutto il cuore il padrone del bar e tutti gli avventori.
    Grazie.

  4. l'interessato Says:

    P.S. Crepi il lupo d’un male fulminante!!
    (anche lui porello, perchè farlo soffrire?)

  5. river Says:

    Ciao interessato,

    ti rinnovo la mia vicinanza, anche qui :))) a prestissimo.

  6. Elena Says:

    A l’interessato ed Ale un abbraccio, bello vigoroso come quello di un tallonatore ai suoi piloni quando si ingaggia una mischia (deformazione sportiva :-D ).
    Non voglio dire altro, finirei per essere banale e melensa.
    Sono contenta di passare ogni giorno in questo bar e leggere le opinioni di tutti.

  7. arcere Says:

    ti sono vicino.. GAb

  8. Ravin Says:

    Un fortissimo sostegno “virtuale”. Aspettiamo prestissimo tue notizie.

  9. rocambolesque Says:

    in bocca al lupo, davvero.

  10. B.Rose Says:

    La Speranza ovunque essa è riposta e da qualunque fonte arriva è sempre una Buona Amica. Anche se lo sconforto ogni tanto prende posto in cattedra dovete sapere che non siete soli Mai.
    Colpire il male con la propria Forza aiutati anche solo da piccoli messaggi lanciati nel “mondo virtuale” aiuta a sconfiggere anche il peggiore dei mali.

    Buona Vita e a presto.

  11. Andreagonorrea Says:

    a voi va tutta la forza del mondo. vi penso e vi abbraccio forte

    Andrea

Leave a Reply