C’è un gruppo di river-commentatori che è ormai di casa, da queste parti. Spesso ho usato l’espressione famiglia virtuale: sotto molti aspetti è così. River-blog è un bar (anche per astemi), nel quale ci si incontra, quotidianamente. A volte il proprietario è di buon umore, più spesso no. Capita così che quando uno dei “clienti” del bar si trovi a fronteggiare qualcosa di brutto, il proprietario si preoccupi. Già. Non dirò di chi si tratta, perché forse non avrebbe neanche voluto questo post. Ma siccome qui scrivo di ciò che mi “colpisce”, nel bene e nel male, gli tocca.

Si dovrà rimuovere una massa di 25 centimetri per 23. Una bestia. Per questo mi ha scritto una mail. “Scusa, per un po’ non ci sarò a commentare”. La spiegazione è una di quelle pugnalate che non t’aspetti. Da ateo, mi vien sempre da chiedere: dov’era il Dio in cui tanti credono, quando la massa si stava formando? Perché la medicina, oggi, non riesce ancora a sconfiggere alcune malattie? Perché ci si deve ancora trovare nella condizione di operarsi, non sapendo se quel Male sarà debellato per sempre oppure no?

Dice che questa malattia servirà a ridefinire la sua scala di valori. Aggiungo io: il modo di vivere la vita.

In bocca al lupo, di cuore. E sappi che, al tuo ritorno, ci sarà un post di rugbysti tutti per te. Di quelli che preferisci tu :)

No tags for this post.

61 Responses to “Lottando contro il male, per un lettore.”

  1. LondonLuke Says:

    Ogni commento dinnanzi ad avvenimenti del genere è inutile. Dio o non Dio, ti auguro buona fortuna. Non mollare.

  2. Beps Says:

    Forza,ti aspettiamo tutti!!!

  3. paolo Says:

    Un ateo non dovrebbe chiamare in causa un Dio in cui non crede quando si tratta di disgrazie, come guerre e malattie, perché nessuno può capire come arriva ai Suoi scopi, nemmeno i credenti. Mi sento di incriminare di più la scienza, che ha trovato il modo di trasformare uomini sani in donne, ma non quello di trasformare uomini malati di quel Male in uomini sani. Dove saranno finiti tutti i fondi per la ricerca che la Montalcini ha tanto reclamato? Quanti attici e ville avranno pagato, magari all’insaputa del proprietario?
    “Ridefinire la scala di valori” è un ottimo proposito: spero che questo amico sfortunato guarisca presto, trovi modo di metterlo in atto, e tempo per ringraziare Dio della vita ritrovata.

    (perchè non pensi a Dio quando guardi le foto dei bei ragazzi? Eppure lì, se guardi bene, lo puoi vedere)

  4. brand Says:

    gli sono vicino con affetto e … forza e in bocca al lupo!

  5. nonnonauta Says:

    Non commento spesso, ma leggo River e i suoi commentatori ogni giorno. Ho imparato a “conoscere” molti di voi, spesso mi avete fatto sorridere altre volte emozionare.
    Le donne poi, le river.lettrici, le trovo strepitose!!
    In bocca al lupo river’s friend, sii forte.

  6. O. Says:

    Uh. Una di quelle cose difficili, eh? In bocca al lupo, riverLettore, e torna presto da queste parti! Con un bel 25×23 in meno ;)

  7. Davide G. Says:

    Da circa un anno mi trovo ad affrontare una situazione del genere con un mio carissimo amico. Nonostante ci sia molto confidenza tra noi, mi trovo in imbarazzo, non so mai bene cosa dirgli. Anche per una semplice telefonata: -ciao come va?- mi chiedo se questa espressione può dargli fastidio.

  8. Alessio Says:

    In bocca al lupo. Di cuore.

  9. Andrea Says:

    leggo questo blog da tempo ma sono intervenuto poche volte; non mi posso quindi ritenere parte della famiglia virtuale ma aggiungo il mio “in bocca al lupo” per il riverLettore, e forte un abbraccio.

  10. Fabrizio Says:

    Io leggo sempre e commento poco, di solito commento post con protagonisti i cani ma faccio un’eccezione. Siccome io ci sono passato, e ci ripasserò purtroppo, non posso che dare il mio abbraccio a questa persona augurandole il meglio. E un consiglio se posso, quello di circondarsi di quanto più affetto riesca in quei momenti perché gli altri sono l’unica cosa che ti manda avanti.

    Un abbraccio.

  11. carlo Says:

    gli uomini sono forti, quell’uomo è fortissimo.

  12. Nate Says:

    Un grosso e sentito “In bocca al lupo”, caro collega di riverLetture: noi saremo qui ad aspettare il tuo ritorno!

  13. ale Says:

    Sono anni ormai che ti e vi leggo, ogni giorno, più volte al giorno.
    oggi sento di fare il mio “coming out” :)
    volevo solo ringraziarvi, siete la mia finestra sul mondo, essendo rinchiuso ormai da mesi in una stanza d’ospedale. Siete il mio sorriso, anche quando hai sol voglia di mandare tutto a puttane.

    Caro river lettore, il mio pensiero volerà a te. Tieni duro, fuori ti aspetta una vita nuova da vivere

    Un abbraccio

  14. Ivan Says:

    In bocca al lupo ;-)

  15. Eliana Says:

    Spero davvero tu possa trovare la serenità di vivere la tua vita sapendo di averne ancora una lunghissima davanti..
    in bocca al lupo! =)

  16. river Says:

    Ale,

    sono contento che le mie cazzate riciclabili quotidiane riescano a tenerti compagnia. Un abbraccio anche a te.

  17. Effy Says:

    Doverosi i complimenti a chi combatte ogni giorno con cose del genere, doverosi i complimenti a chi si preoccupa di come la vivono gli altri, doverosi gli auguri di cuore al river-lettore per la sua operazione e il suo percorso, doveroso un sorriso per la gentilezza di River, che dedica un post così sentito a chi ne ha bisogno.

  18. nickel Says:

    mi dispiace molto soprattutto perche credo di aver capito a chi ti riferisci.che palle ste malattie … non puo’
    piovere per sempre e prima o
    poi esce il Sole!! devi solo stringere i denti.
    I miei piu profondi auguri.spero di leggerti presto.

  19. il Re Says:

    tieni duro e combatti sempre,la speranza deve SEPRE esserci’anche quando sembra tutto impossibile.io CREDO in dio e credo nell’aiuto che da ad ognuno di noi.dio guarisce e compie miracoli,e di questo sono testimone.MAI MOLLARE.

  20. Manuel Says:

    L’amore non ha confini e nessuno può capire il progetto che Dio ha per ognuno di noi. Dico solo di non perdere mai la speranza e di pregare tutti insieme per questo nostro amico… sai River rispetto le tue idee e chiedo anche a te perchè sei buono per una volta di andare contro le tue idee e fermarti in un angolino a dire una preghiera a Dio per questo nostro amico… a lui dico di aver fiducia e stare sereno perchè tutto andrà per il meglio… a te River dico che non è importante che tu creda o no in Dio perchè è Dio che crede in te… un abbraccio fraterno. Ti sono vicino amico col cuore! Grazie River perchè ci permetti di unirci spiritualmente a coloro che hanno bisogno del nostro sostegno e insieme possiamo fare tanto… e anche il tuo aiuto è fondamentale…

  21. luca_parma Says:

    sono cose che si crede possano capitare solo agli altri. poi prima o poi c’è qualcuno che ci sta vicino, che conosciamo che deve affrontare il problema.
    per la mia poca esperienza, posso solo dire che ci vuole una grande forza d’animo ed una grande voglia di vivere. solo così si riesce ad avere la meglio.
    un grande abbraccio.

  22. Valentina C. Says:

    sembrano parole senza senso talvolta, quando bisogna affrontare qualcosa di così grande. Un in bocca al lupo pazzesco, per te che devi affrontare tutto ciò. Ed anche per Ale.

  23. lwsx Says:

    La bellezza dei social network è proprio quella di poter raggiungere chiunque facendogli compagnia anche nei momenti peggiori. In bocca al lupo

  24. VecchioZio Says:

    Dai, river-lettore, fra un po’ ti sarai liberato dell’alien che ti sta abitando senza il tuo permesso, e tutto finirà lì, ne sono sicuro. Mercoledì abbiamo avuto i risultati della quarta serie di controlli sul mio compagno, operato 13 mesi fa: tutto ok, e giovedì i miei: tutto ok, almeno su quel fronte. Ce ne ho un altro ancora aperto, côté cœur, ma quello è un altro discorso e il mio cardiologo comunque è prorio bbono (in tutti i sensi!).
    È vero che la ricerca non va avanti come dovrebbe, ma comunque qualcosa è cambiato da quando mia madre, quarant’anni fa, o il mio precedente compagno, venticinque anni fa, se ne sono andati: ora almeno i controlli permettono un depistaggio precoce, e l’alien non ha il tempo di andare a seminare cloni in giro per il corpo, in una grande maggioranza di casi.
    È vero anche che con la sanità i governi e i potenti in generale sono più avari che con la “difesa” (grottesco: da chi/che cosa? Dalla sensazione di insicurezza direi di no…).
    Ma quello che forse conta di più è che ora ci sono dozzine di sconosciuti che ti stanno mandando calore, affetto e tanta energia positiva, che serve, ti dico io che serve, e come!

    Fra pochissimo sbaveremo con un altro post di rugbysti grazie a te e al padrone di casa. Io ci conto. E nel frattempo permettimi di abbracciarti (Ale, me lo permetti anche tu?)

  25. Imma Says:

    Ti aspettiamo. In bocca al lupo :).

  26. Paolino Says:

    Seguo river-blog da parecchio tempo ormai, ma non ho mai commentato. In questo momento sento il bisogno di unirmi agli altri in questo grande in bocca al lupo al river-lettore.
    Ho vissuto personalmente un’esperienza di tal genere, accaduta ad una persona a me cara. Come nel suo caso, spero che tutto si possa risolvere e volgere a pronta guarigione. Ed Anche per Ale. :)

    P.

  27. Michele Says:

    Gli ostacoli sono fatti per essere superati e non aggirati, la tua famiglia e i tuoi cari ti staranno affianco così come noi nel nostro piccolo. Forza.

  28. teogarno Says:

    @ Paolo Per quanto riguarda me, “la scienza ha trovato il modo di trasformarmi da uomo malato di quel male in uomo sano” per usare le tue stesse esatte parole. Durante la mia esperienza di “uomo malato”, ho incontrato molti medici, infermieri e anche ricercatori (amici miei). Il tuo riferimento agli attici e le ville e’ DAVVERO fuori luogo, e da uomo “ora sano” (da quasi dieci anni!) mi fa male se penso a quanta dedizione, amore e onesta’ ci mettono nel loro lavoro.
    E’ falsissimo che non ci sono stati progressi nella ricerca, per molti tipi di tumore, che solo 20 anni fa erano una condanna certa, oggi ci sono speranze. Quindi, amico di River, metticela tutta! Credi nei tuoi medici e fidati di loro. Chiedi informazioni e cerca di essere sempre coinvolto nella tua terapia. Vedrai che nei prossimi mesi conoscerai persone fantastiche, e riuscirai a ri-trovare il meglio dentro gli amici che gia’ hai.

  29. Emanuela Says:

    Un abbraccio al river-lettore, ad Ale e a tutti voi!

  30. flipper Says:

    Caro Riverlettore il mio pensiero va a te e al tuo coraggio nell’affrontare questo mostro. Non sei solo siamo tutti al tuo fianco anche se virtualmente. Che il nostro calore e la nostra vicinanza ti siano vicini in ogni momento come pure le persone a te care. Quando il mio compagno è stato male sono rimasto sorpreso dalla umanità del personale medico e infermieristico. Anche se per legge non potevo stargli vicino mi hanno consentito sempre di entrare e stare con lui anche fuori orario alla faccia di tutte le binetti (volutamente minuscolo) e i benpensanti. Un abbraccio forte….. Ti aspettiamo presto.

  31. dippì Says:

    Intanto auguri al river lettore del post. auguri sinceri.

    Poi voglio dire due parole riguardo alla retorica sul cancro. Che ce ne sia bisogno mi pare evidente visto che contando post e commenti la parola “cancro” non è mai stata usata mentre è stato detto una sola volta “tumore”.

    La medicina di progressi ne ha fatti tanti. Ma da non esperto dubito che verrà trovata una soluzione al cancro nelle prossime decine di anni. Quindi sarebbe importante riuscire a fare dei passi avanti almeno per quanto riguarda l’approccio che si ha con la questione. Parlo del rapporto che hanno i sani con il cancro. Non mi sognerei nemmeno lontanamente di dire qualcosa e tantomeno dare consigli a chi è malato.

    Bisognerebbe smettere di chiamare in causa dio intanto. Perché è secondo me un po’ infantile. Come dare i calci ad uno spigolo dove sei inciampato. I bambini si ammalano, i giovani e gli anziani i ammalano. Non c’è nessuna maledizione.

    Bisognerebbe smettere di umanizzare la malattia. Di chiamarla “alieno”. Perché questo trasforma una malattia in un incubo collettivo. Allontana i sani dalla solidarietà ai malati.

  32. jocksock Says:

    Un abbraccio ed un sincero “in bocca al lupo” sia all’aficionado River-lettore (che, forse, tanto misterioso non è) che ad Ale. :-)

  33. quid76 Says:

    in bocca al lupo!

  34. ale Says:

    :)
    ringrazio tutti voi per il vostro infinito affetto

    grazie davvero di cuore

    tutti gli abbracci che volete, vi sono concessi ahahha :D

  35. ilaria Says:

    Coraggio River-Lettore, facciamo tutti il tifo per te. Circondati delle persone che ami e non farti remore nel chiedere loro aiuto. Un abbraccio forte a te ed Ale.

    P.S. E se posso dare un consiglio da studentessa di medicina… Buttate l’occhio ogni tanto, che gli ospedali sono ad altissima concentrazione gaya.

  36. carmen Says:

    Sentito e affettuoso in bocca al lupo al River-lettore, abbraccio ad Ale e bravo sempre River. Quoto Dippì.

  37. BOZZ Says:

    Leggo molto e commento quasi mai, ma ci tenevo ad abbracciarti anch’io river-lettore….

  38. Abenula Says:

    Auguri sinceri al river-lettore e ad Ale; è molto bella l’immagine del bar virtuale, dove anche se nn ci si conosce, dopo un po’ si impara a riconoscersi :)

    @paolo : “perchè non pensi a Dio quando guardi le foto dei bei ragazzi? ” Perchè se no poi tocca sentirsi in colpa per i pensieri impuri…

  39. gaukelei Says:

    Leggo spesso, commento solo da poco; mando un sincero abbraccio al River lettore del post e ad Ale. Auguro a entrambi di trovare i migliori medici (e i meno stressanti vicini di letto) e, dentro di loro, tanta, tanta forza: per non farsi scoraggiare; per affrontare sale operatorie, dolore e riabilitazione; per vincere questo male e tornare presto a godersi la vita.
    Un’immagine fissa nella mia mente, di forza di volontà, è dell’autunno passato, ed è di mio padre: operato di tumore da una settimana, per quanto possibile, si esercitava nell’amato valzer lungo la corsia dell’ospedale.

  40. lordbacio Says:

    in bocca al lupo :)

  41. mercuzio Says:

    È un po’ di giorni che non passo di qui perché preso dall’evoluzione di una mia vicenda personale che rischia di concedermi per la prima volta un po’ di felicità vera.

    Leggendo questo post mi appare ancor più evidente lo stridore che certe tappe dell’esistenza provocano nei momenti più inattesi del nostro cammino.
    E come le proprie conquiste debbano spesso trovare nemesi a danno di qualcun altro che ne debba subire, viceversa, una battuta d’arresto.

    So quanto sia arduo osservare il contrasto della propria vita rispetto al mondo che ci circonda, che mollemente scorre irriguardoso. Non possiamo capire come, difronte al nostro dramma, il sole continui sfacciato a sorgere.

    Sono diviso tra il rispetto del momento e la necessità di sostenere un amico che ha bisogno dell’affetto delle persone con le quali ha condiviso attimi di leggerezza.

    E spero che il nostro calore arrivi.

    A presto.

  42. alfadiha Says:

    un grande in bocca al lupo a quell’uomo!!!

  43. blu-1974 Says:

    Forza Amico River-lettore, siamo tutti con te!

  44. G. Says:

    Leggendo il post mi è venuto in mente di un libro uscito da poco, del quale avevo letto sulla stampa, scritto da un ragazzo 20enne di Milano (oltretutto gay anche se ovviamente non ha rilevanza il fatto che lo sia o meno) che ha sconfitto il tumore e raccontato la sua esperienza, libro che non ho letto ma che potrebbe essere di aiuto al river-lettore per sostenere e vincere la sfida che deve affrontare:

    http://www.poetilandia.it/2010/03/29/il-coraggio-di-vivere-in-la-formula-chimica-del-dolore-di-giacomo-cardaci/

    Un abbraccio e a presto!

  45. gius1983 Says:

    FORZA!!!!! Restiamo in attesa dei tuoi futuri commenti qui sul blog!!!
    Un grosso abbraccio! ciao ;)

  46. Omarillo Says:

    Purtroppo quando senti ste cose rabbrividisci. Io Credo che negli anni la medicina abbia fatto progressi incredibili. Una volta di questa malattie si moriva. Punto. Adesso per fortuna non è più così. Si guarisce.
    Un abbraccio al tuo lettore ed ad Ale. UN abbraccio forte forte, davvero.

    Riv quando controlli il commento se vuoi cancella la parte che segue. Ma vai a leggere questo articoletto. Perché non è la solita cazzata di controinformazione qualunquista.
    http://spezieperlamente.blogspot.com/2010/04/il-business-delle-malattie.html

  47. Dave Says:

    Anch’io sono tra quelli che passa spesso, ma interviene poco, ma ci tengo a dare anche il mio abbraccio al River-lettore e ad Ale, augurando loro di superare presto questo momento.
    Concordo con chi suggerisce di confidare nella propria forza e in quella delle persone che vi circondano e vi amano. Il resto è fantascienza.
    Coraggio, e in bocca al lupo! =)

  48. fran Says:

    Anch’io mi unisco al gruppo di chi commenta poco.
    Ma pur non facendo parte attiva della famiglia virtuale, tutti voi mi fate compagnia ormai da qualche anno tutte le mattine, dopo la posta e il corriere..

    Per cui in bocca al lupo river lettore..e comunque vada tieni botta..
    Un abbraccione (sincero)

  49. Ema Says:

    Chiunque tu sia, dovunque tu sia… e in qualsiasi condizione, non posso che dirti… Spero con tutto il cuore che tu guarisca, che passi questa situazione… perchè nessuno si merita tale dolore, anzi, tanto più uno di coloro che seguono river, e che sono riusciti, con la loro assiduità a renderlo partecipe… si perchè riuscire a legare, anche senza un contatto, con un’altra persona è un segno di bontà, e se tu sei così buono, non devi soffrire. Pensa che io sono qui, vicino a te, e so come ci si sente ad avere problemi, a vedere il mondo che crolla, e pensare di essere gli unici… ma non è così, non si è soli, hai una famiglia, hai la grande River family, con tutte le comari che stanno qui a sperare per te… ti prego, con tutto il cuore, torna con noi senza problemi, e fresco come una rosa… torna a vivere attimi virtuali felici con noi…

  50. wasabi Says:

    Un in bocca al lupo anche da parte mia.

  51. Massi Says:

    Buona fortuna “River-lettore”!! Un abbraccio.

  52. SexPot(Rosa) Says:

    Un abbraccio. Forte Forte Forte.
    Vedrai che il cancro se ne andrà, scofitta da un pack di mischia” di fiducia nel futuro e voglia di vivere.
    Coraggio a te e a tutti coloro che qui sopra hanno confessato i loro trascorsi con questa perfida malattia.
    Un bacio grandissimo, con lo schiocco!

  53. l'interessato Says:

    non uso il mio solito nick per pura e semplice timidezza… per favore, nessuno si offenda.

    prima di tutto, letti i commenti, mi inchino davanti a chi ne ha passate o ne sta passando più di me…ale in primis.
    Infatti nel mio caso è vero che mi devono togliere circa 7-8 kg di roba, ma potrebbe anche darsi che una volta tolta non debba fare radio o altre terapie, sta roba sembrerebbe non infiltrarsi negli organi,anche il rene sx, che è quello più spostato e schiacciato, potrebbe salvarsi. Ovviamente che tipo di sarcoma, se è o non è aggressivo etc. sono tutte cose che si sapranno una volta analizzato. Quel che è certo è che va tolto, ci sarà da fare i conti con diversi vasi sanguigni che lo interessano, va tolto tutto intero… mi ha appena chiamato la clinica, domattina si entra per la preparazione e lo faranno giovedì, quindi mi va bene, non ho da aspettare.

    Sì, anche io ho pensato che sia il mio medico curante, che un’ecografista, forse potevano averlo visto prima, ma ora questa considerazione non mi serve, mi serve sapere cosa fare d’ora in avanti.

    ho anche paure eh, attraverso i miei bravi momenti di tristezza, a volte mi spaventa l’idea che qualcosa vada storto durante l’oprazione,e amen… forse per il fatto che non ho avuto mai nessuna oprazione, anche le tonsille sono sempre qui con me.

    Molto importante:
    Questa cosa mi sta regalando una marea di affetto, vero, sentito, anche se a distanza o “virtuale” come qui,….. se mi vedeste mi vedreste un sorriso in faccia, mi sento proprio coccolato, cullato, spronato.

    è la riprova che questa è un’occasione da non perdere, per ritrovare la mia solidità, per rivedere qual’è il giusto valore delle cose e del tempo che spendo, e sì, il modo di vivere la vita.

    chi mi conosce sa che la mia vita ha bisogno di una svolta su vari aspetti, spero proprio che questa cosa (balzata brillantemente in testa alla classifica delle priorità) mi dia lo slancio per farla.

    ragazzi, è vero, mi piacciono i rugbysti, ma francamente non pensavo così tanto da farmi venire un pallone da rugby nella pancia.:-)

    quando vedo i bei ragazzi spesso commento in modo cazzeggione, ma parallelamente ringrazio anche per la bellezza, che apprezzo come un sorso d’acqua ad una fonte, come lo stiepidire che si sente ai primi raggi di sole dopo l’inverno.(non sembra, ma in mezzo agli ormoni un po’di spiritualità c’è)

    comunque River, Affare fatto: quando torno un post sui rugbysti (ma va bene anche altra categoria) basta che siano grandi grossi e pelosi.

    Abbraccio con tutto il cuore il padrone del bar e tutti gli avventori.
    Grazie.

  54. l'interessato Says:

    P.S. Crepi il lupo d’un male fulminante!!
    (anche lui porello, perchè farlo soffrire?)

  55. river Says:

    Ciao interessato,

    ti rinnovo la mia vicinanza, anche qui :))) a prestissimo.

  56. Elena Says:

    A l’interessato ed Ale un abbraccio, bello vigoroso come quello di un tallonatore ai suoi piloni quando si ingaggia una mischia (deformazione sportiva :-D ).
    Non voglio dire altro, finirei per essere banale e melensa.
    Sono contenta di passare ogni giorno in questo bar e leggere le opinioni di tutti.

  57. arcere Says:

    ti sono vicino.. GAb

  58. Ravin Says:

    Un fortissimo sostegno “virtuale”. Aspettiamo prestissimo tue notizie.

  59. rocambolesque Says:

    in bocca al lupo, davvero.

  60. B.Rose Says:

    La Speranza ovunque essa è riposta e da qualunque fonte arriva è sempre una Buona Amica. Anche se lo sconforto ogni tanto prende posto in cattedra dovete sapere che non siete soli Mai.
    Colpire il male con la propria Forza aiutati anche solo da piccoli messaggi lanciati nel “mondo virtuale” aiuta a sconfiggere anche il peggiore dei mali.

    Buona Vita e a presto.

  61. Andreagonorrea Says:

    a voi va tutta la forza del mondo. vi penso e vi abbraccio forte

    Andrea

Leave a Reply