Per chi segue il mondo dei fumetti, questa è una piccola novità – in uscita il prossimo mese di ottobre.

Certo, potevano disegnarli un po’ più carini.

No tags for this post.

10 Responses to “Spiderman, spunta un bacio gay.”

  1. Andrew84 Says:

    forse è solo una donn a barbuta O.o

  2. Leléch@n Says:

    in giappone sono più di 10 anni che ci sono omosessuali nei manga!

  3. mrku Says:

    Ma GreenLantern non ha già avuto avventure gay? O.o
    Non sono ferratissimo ma non mi sembra una grande novità nel mondo del fumetto americano! Certo, resta comunque una cosa molto apprezzabile! :D

  4. Luca Says:

    si si, di gay nei fumetti americani di supereroi (i manga sono altra cosa) ce ne sono diversi e da un po’ di tempo.
    Credo però che questa sia la prima volta che ci sia un bacio gay in copertina (anche se non è prrrrroprio visibilissimo, eh… ed effettivamente son bruttocci)

  5. Paolo [NotScared] Says:

    Passo la parola a Laura:
    Ho anch’io il dubbio sulla cover ma di personaggi gay nei comics ne sono apparsi già parecchi, mi vengono in mente Green Lantern, Northstar e nelle edizioni più recenti Colossus degli X Men, Anole ecc. Anche in Watchmen mi sembra di ricordare alcuni personaggi che però non sono molto coscienti della propria condizione.

    Nei manga a tematica non LGBT ci sono diversi travestiti e personaggi ambigui simili i cui tratti stereotipati di omosessuali vengono un po’accentuati.

  6. marcoaurelio Says:

    Bhe ,lady Oscar era credo gia’ molto transgender all’epoca.

  7. Luca Says:

    Green Lantern comunque non è gay ^^
    (tra i supereroi gay più famosi ci sono Northstar, Apollo e Midnighter che si sono pure sposati, l’ultima reincarnazione di Batwoman e di recente ha attirato l’attenzione il bacio tra Rictor e Shatterstar, più una manciata di personaggi di ancor più secondo piano)

    Riguardo ai manga ci sarebbe da farci una storia lunga come la barba di Noé; di base comunque i due tipi di manga che sono incentrati su storie gay sono gli yaoi manga (con protagonisti gay destinati a un pubblico femminile tendenzialmente giovane -i manga sono divisi in caratterizzazioni molto nette a seconda del target a cui sono destinati-) e i bara manga (destinati invece a un pubblico gay, e con un disegno nettamente diverso rispetto agli yaoi). In altre categorie (soprattutto negli shojo manga, i fumetti destinati alle ragazze) le storie gay sono assai più rare ma ogni tanto rientrano, spesso per stuzzicare la fantasia delle lettrici.

    Ah, a proposito, per chi è curioso riguardo ai fumetti può fare un salto nel blog del mio amico Valeriano fumettista ^^
    http://lightelf.blogspot.com/
    che è una fonte inesauribile di articoli e curiosità del mondo dei comics, ovviamente con un occhio particolare a quelli gay

  8. river Says:

    Se tutti segnalassero un blog pero’ diventerei la bacheca degli spammer.

  9. marckarlock Says:

    la fontana è quella di Bethesda a Central Park?
    (dove finisce Angels in America, tra l’altro?)
    …si direbbe di sì!

  10. Luca Says:

    si infatti, ecco perché in migliaia di commenti che ho fatto ho segnalato solo un blog, ossia, questo qui sopra ;)
    (e solo perché rientrava molto bene nella discussione)

Leave a Reply