Quanto è credibile, Manuela Arcuri, nel ruolo di spazzina? E’ lei il volto scelto dall’Ama per la sua campagna pubblicitaria.

Ma con quale coraggio sostengono che per 7 romani su 10 il proprio quartiere è *più* pulito? Forse si riferiscono ai residenti del Tridente (che pure fa schifo?). Oppure quel *più* indica che da lercio è passato a meno lercio.

26 Responses to “Manuela Arcuri versione spazzina. Anche lei scopa per strada.”

  1. Dan Says:

    Però c’è un asterischetto…dove riporta?

  2. ross Says:

    io sono venuto a roma nel lontano 2006 e sono rimasto molto deluso, mai vista una città così sporca in vita mia

  3. mrbadguy Says:

    me lo stavo chiedendo ieri… la città è sporchissima, come sempre

  4. biesto Says:

    vieni a napoli ….

  5. Psquared Says:

    I miei amici romani si chiedevano per quale motivo per una pubblicità riguardante roma hanno chiamato come testimonial una di latina…

  6. mewaii Says:

    Machestannoadì!!!

    1) Questa pubblicità è una pagliacciata! Che fantoch…

    2) I cittadini che pagano le tasse hanno il sacrosanto diritto di vivere in una città pulita come accade in tutti i paesi civili! Ecchec***(bip)!

    3) se non sbaglio è notorio che l’Arcuri di romano non abbia nulla se non la parlata burinotta ;-) la Manuelona è dE Latina!! Un vero romano sa che la differenza è enorme!! Quindi come testimonial…boh! Poi le fanno fare pure la spazzina…mah!

    4) Torno a Roma ad intervalli regolari ogni 4-6 mesi ed ogni volta è sempre peggio!! E la cosa che colpisce di piu è che pure il centro fa sempre piu schifo!
    Illo tempore mi sono lamentato di Veltroni che pensava a curare solo il centro, ma almeno i quartieri piu turistici erano migliorati… ora mi sembra tutto assolutamente fuori controllo!!

    5) scrivo qs cose non perchè mi piaccia fare lo snob verso la mia città, ma perchè ogni volta che penso a come ci stanno riducendo mi vengono le convulsioni dalla rabbia.

  7. lwsx Says:

    River hai avuto la mia stessa deduzione…ieri tornando dal lavoro mi chiedevo che ci fa l’Arcuri sui manifesti dell’Ama. Della serie fateme lavorà ve prego!
    In fatto di pulizia, con la raccolta differenziata penso che sia peggiorata la sporcizia per le strade. Buste dappertutto e senza cassonetti l’immondizia per strada oramai è divenuta una normalità…forse fa parte del patrimonio monumentale di Roma…caratterizza meglio la città!

  8. edelP Says:

    Manuela Arcuri scopa per strada, ma non poteva aspettare di arrivare a casa? Ahhh… quell’altro scopare, ma non rovina la manicure? Insomma le testimonial perfette sconosciute tipo la “signora Lina capolavandaia” del carosello non vanno più? Una volta le belle donne trovavano un pollo ben foderato e si facevano mantenere, lasciando in pace il resto del mondo.

  9. Effy Says:

    River-lettori romani, non è che consigliereste un posticino economico dove dormire per un paio di giorni lì a Roma? E’ per mio papà, io non ci sono mai stata :(

  10. mrbadguy Says:

    E comunque non è solo colpa dell’Ama, ragazzi e adulti sono soliti gettare le cartacce per strada, per cui è quello che i romani si meritano.

  11. Marty Says:

    Non so decidermi se è meno credibile come spazzina o come attrice…

    comunque non mi sarei mai aspettata di sentir parlare così di Roma, sarà che non ci ho mai messo piede e a vederla solo in foto si fa presto a dimenticarsi di chi la vive tutti i giorni.. fa triste eh

  12. valerio Says:

    la arcuri nn è credibile ne come spazzina ne come attrice…
    e Roma cambia l’amministrazione ma è sempre sporca come prima… saremo noi romani ad essere un po zozzoncelli…

  13. Ale Says:

    Serva del potere anche lei

  14. O. Says:

    c’ho certi ricordi della Arcuri in un club ad Ibiza e nel privé del Mucca al Qube, che… difficile che mi comunichi “credibilità”, diciamo, quando la vedo in qualsiasi campagna pubblicitaria… però mi comunica molto molto altro, ahahahahahahahahahahahhaah :P

  15. Rodry Says:

    io me la sono trovata a teatro che “recitava”, e dico solo che non c’è limite al marketing, fortunatamente non parlava molto

  16. william Says:

    la collatina e via togliatti sono tapezzate di questa pubblicità. sinceramente, trovando lei poco credibile come attrice, non avevo fatto caso allo slogan della pubblicità. ci vuole proprio una faccia da culo a sostenere quello che c’è scritto in quel cartellone. tuttavia una lancia la spezzo a favore della città. mi fate un elenco di metropoli di 4 milioni di abitanti pulite e vivibili? grazie

  17. laherte Says:

    non lo so…..a me ha dato l’impressione di un sottointeso non detto RAZZISTA ……sarò il solito malpensante…..ma …per voi che conoscete l’ama sarà stato immediato il messaggio…..ma per tutti gli altri…….più pulita: “da cosa?”

  18. Enrico* Says:

    L’asterisco nel cartellone a cosa rimanda?

  19. mrbadguy Says:

    Parigi è molto più pulita

  20. Luca_CO Says:

    anche Madrid è molto più pulita, ed è il terzo comune in Europa per numero di abitanti…

  21. river Says:

    Ho pensato anche io a Madrid…

  22. m@t Says:

    io non sono stato a roma di recente ma mi baso sulle foto che vedo in giro…
    delle ultime città che ho visitato londra e new york (manhattan) sebbene abbiano una notevole concentrazione di abitanti le ho trovate pulite e vivibili, qualche angolo meno frequentato può essere un po’ sporco ma le zone nevralgiche o centrali sono perfette… e spesso mi chiedo come facciano a tenerle pulite visto che in italia non ci riusciamo…

  23. william Says:

    parigi è più pulita? ma da quanto tempo non andate più in francia? e poi..io non parlo di place vandome o place de la concorde…io parlo di periferie. roma è una città senza dubbio lercia e quella pubblicità è un insulto alla verità ma ricordiamoci che abitiamo nel comune che per estensione è il più grande d’italia: tra residenti e non, conta più di 4 milioni di abitanti. cosa c’è da aspettarsi? non è mica un piccolo centro del trentino, tra baite, ruscelli e prati fioriti!!. quindi, se da un lato inorridisco quando nel mio quartiere, il pigneto, vedo addirittura gente che piscia per strada all’ora di pranzo, dall’altro faccio fatica a pensare che si possa gestire una metropoli del genere, soprattutto se i numeri sono veramente esorbitanti.

  24. Luca Says:

    Parigi non è poi così sporca, certo a meno che non si vada in alcune zone comunque ristrette (parlo di Parigi città e non di banlieue). Sicuramente ci ho fatto meno caso che a Roma. Riguardo alla vivibilità in genere, stenderei un velo pietoso sul confronto riguardo altri parametri (vedi i trasporti pubblici).
    Considerando le dimensioni, Parigi è una città più che vivibile (seppur cara, quantomeno per certe cose) dove è facile incontrare ragazze sole in metro o in giro per le strade a mezzanotte.

    Berlino anche non è male, e pure Londra, anche se non la conosco altrettanto bene, è meglio, seppure un po’ più trascurata di Parigi e Berlino.

    Insomma, secondo me la questione delle dimensioni è un alibi. Ovviamente una città di 2 milioni di abitanti non la puoi controllare come un piccolo centro di 200mila, ma nei confronti a livello europeo ci si perde.

  25. Luca_CO Says:

    William perdona, non voglio parlar male di Roma a tutti i costi (anche perchè ormai saran 4 anni che non ci passo), ma ti assicuro che a Parigi capito più frequentemente, e in nessuna via (certo non le giro tutte, ma non mi limito alle due piazze turistiche ed alla tour Eiffel) ho visto cartacce, immondizia o altro, neppure nei cunicoli della metro.
    Roma è grande? beh, occorrerà un po’ più di organizzazione rispetto al mio paesino di 8 mila abitanti, ovviamente, ma tutto lì. Come per i mezzi pubblici e i servizi in genere.
    Lo sai vero che a Parigi è pieno di bagni automatici gratuiti in decenti condizioni igieniche? Giusto per non farla per strada. E anche che ogni spiaggia dalla Normadia fino ai Pirenei atlantici ha un bagno pubblico? giusto per non farla dietro al primo cespuglio…proprio come Roma (o Milano)

    E non credo sia colpa esclusiva dei romani: anche gli spagnoli a Madrid non scherzano nello sporcare per terra, eppure, chissà come, alla mattina dopo (in centro anche 10 minuti dopo) non c’è più traccia di nulla.
    Per non parlare di manifestazioni tipo gay pride: a Madrid a mezzanotte (e oltre) le strade erano piene di gente, di carretti di fordo che preparavano panini con la salamella alla griglia (stendiamo un velo pietoso sulle condizioni igieniche) che ovviamente non avevano nessun bidone dei rifiuti, di rifiuti e sull’asfalto si appiccicava tanto era la sporcizia. Eppure la mattina dopo alle 9 tutto era perfetto ed impeccabile.

    Possibile che a Madrid e a Parigi si sappiano organizzare e a Roma (e nuovamente potrei dire pure Milano) no? Forse invece di fare pubblicità dovrebbero proporre al sindaco di Madrid di venire un paio di mesi a sistemare le cose qui da noi.

  26. Luca_CO Says:

    *frodo

Leave a Reply