Lo zainetto Invicta.

September 13th, 2010

Momento nostalgia, ieri, alla Coin. Nel settore abbigliamento, c’era un totem della Invicta, con alcuni esemplari che credevo ormai estinti. Lo zainetto che ha accompagnato le mie superiori – e pure l’università. A differenza dei miei compagni ero tra quanti non lo riempivano di scritte. Quelle stesse che, però, sbirciavo quando prendevo il treno o avevo modo di osservare gli zainetti dei miei compagni, in classe. Raccontavano storie, quasi sempre d’amore – in corso. Ché se ci si lasciava, si cancellava tutto, oppure si buttava lo zainetto. Era una specie di moving diary. Per alcuni, strumento per rivendicare la propria appartenenza politica: ricordo certe inquietanti croci celtiche, ma anche qualche Che Guevara.

Ricordo che nei week end si trasformava in borsa da mare. Ricordo i granelli di sabbia, il lunedì a scuola. Ricordo anche la crema protettiva che, in un modo o nell’altro, finiva col lasciare qualche traccia sulle stoffa. Portava anche i segni delle penne rotte (perché non usavo mai l’astuccio?). E poi i viaggi all’estero, che lo rendevano un segnale di riconoscimento per gli altri italiani. Un trademark di italianità Anni Ottanta/Novanta.

C’era di tutto, dentro. Anche i sogni di un ragazzo che voleva crescere in fretta.

No tags for this post.

27 Responses to “Lo zainetto Invicta.”

  1. Luca Says:

    Il mio sta ancora qui (dopo… mmm, 20 anni?), ogni giorno sulle spalle, anche se trasporta cose diverse da quando andavo a scuola (forse che ho poca voglia di crescere? O_o)

    Ha un colore improponibile come solo fine anni ’80 potevano creare ma anche il mio non ha scritte ^^ (anche se come river mi divertivo a leggere quelle degli altri)

  2. ross Says:

    mio fratello ne aveva uno identico a quello nella foto, io invece avevo uno zaino della seven verde e viola (orribile). Ricordo che andava tanto anche lo zaino della mandarina duck e il suo clone a buon mercato mandarancia drink. Ora se devo usare uno zaino uso eastpak come tutti oggi

  3. doppiaT Says:

    Io uso ancora lo zaino blu dell’Invicta serie “College” che comprai in prima elementare. Certo, adesso ci metto dentro l’occorrente per la palestra, ma mi piace ancora da morire.

  4. river Says:

    Ora mi state facendo sentire in colpa perché ho buttato via quello mio :(

  5. luke Says:

    io rosso e blu, rigorosamente senza scritte, li odiavo quei maledetti Uni-Posca e l’uso vandalico che ne facevano le mie compagne di classe, avessero potuto ti firmavano pure la fronte!

  6. spettatore Says:

    Sì, ogni epoca ha il suo zaino.
    Dal riveriano Jolly della Invicta, agli Invicta più grandi, agli (orrendi) Seven multicolor, all’Eastpack di oggi (credo).

    Il più bello resta il Jolly storico, se poi è oriGGinale degli Ottanta e con tutti segno del tempo, un must :))

  7. luca_parma Says:

    il mio c’è ancora. ha 25 anni. lo uso appena posso, per me è ancora bello come se fosse nuovo.
    me lo sono comprato per la la prima superiore, con i soldini guadagnati lavorando nei campi in estate. lo avevo pagato attorno alle 95.000 lire.
    giallo e blu, è andato con me in tutto il mondo, da est ad ovest e da nord a sud.
    il mio compagno mi prende in giro, mi dice che lo tratto come una coperta di Linus. forse ha ragione. ma a me piace e ricorda molto.

  8. Alessio Says:

    Anche io ho buttato via il mio. :(
    Fuxia e nero. Rigorosamente senza scritte. E ogni tanto lo lavavo pure. Ma quelle cacchio di macchie di inchiostro non scomparivano manco morte. Tutto perchè mi sono sempre ostinato ad usare la stilografica.

  9. Davide Says:

    Il mio non so più che fine abbia fatto. Era anche conservato bene come Cher, ma mi sa che è finito in qualche cassonetto.

  10. Aran Banjo Says:

    Il mio ha 25 anni… è giallo… implorai i miei di comprarmelo assicurando loro che non avrei più ricomprato uno zainetto per tutta la durata delle superiori… mi pare fosse un Jolly 4 e lo pagai una 50.000 circa (un botto nel 1985)

    e così fu…

    é stato con me in gita… in vacanza… al militare…

    è stato pensionato qualche anno fa visto lo sporco che ormai lo ricopriva, la rottura di una fibbia e della zip della tasca anteriore e lo sfilacciamento agli angoli che ha causato una buca..

    ma ancora ESISTE !!!!

  11. SteO* Says:

    Anche io ho il mio Invicta, ancora vivo e vegeto però anni ’90. I più belli, secondo me sono quelli a righe orizzontali rosso/blu e bianche, diciamo un po’ stile marinaio! Ma River non dovevi buttarlo! Sono comunque ricordi.

  12. Leo Says:

    E’ vero: all’estero era tipicissimo notarlo sulle spalle degli italiani in vacanza. Che fortuna ebbe l’Invicta, chissà quante vagonate ne ha venduto

  13. anandamid Says:

    Il mio dovetti buttarlo via per consuzione dopo furibonda lite con mia madre… io lo volevo tenere (e usare) a tutti i costi ma lei perorava la causa che con uno zaino liso e di colore blu e fuxia (Segni del destino circa la mia sessualita? mah ;)) mi avrebbero riso dietro. Pure il mio non era scritto ma solcato dalle chiazze di inchiostro della stilo.
    Sostituito con un altro Invicta nero e verde petrolio. Che uso ancora.

  14. maruzzella84 Says:

    il mio zaino invicta era il jolly rosso e blu…lo comprai nel 2002 e lo usai per il quarto e quinto superiore…ero già allora un’amante dell’amarcord anni 80.Lo comprai allora perchè il mio invicta Fluo arancione si era praticamente sfondato dopo aver onorato la sua carriera con i 5 anni delle superiori di mia sorella e i 3 superiori miei..il mio jolly lo conservo ancora gelosamente e quando mia mamma qualche anno fa voleva riciclarlo a mio cugino le dissi un NO categorico..adesso giace in cantina,ma è ancora pur sempre MIO ;)

  15. SexPot (Rosa) Says:

    Proprio lo scorso weekend parlavo di zaini anni ’80 con il mio ragazzo, che mi raccontava del suo desiderio mai realizzato di possedere un jolly alle superiori e ci domandavamo se lo producessero ancora.
    Mi hai dato un’idea regalo ;)

  16. dert86 Says:

    oddio lo voglioooo

  17. marco Says:

    Emozionato nel rivedere anche il mia invicta.
    Ne avevo un paio, uno piccolo (un alpine), che mi aveva passato mia sorella, un altro più grande (credo si chiamasse jolly. Sul jolly con l’uniposca avevo scritto il mio nome sulla tasca grande … l’alpine è ancora intatto e l’abbiamo passato a mia nipote.
    Peccato non vederli più in giro.

  18. Franco Says:

    Io invicta jolly con indelebile macchia di inchiostro sul fondo. Chissà dove è finito.

  19. Nemesi Says:

    qualche mese fa sono stata contattata da un agenzia a cui servivano ragazze giovani da intervistare per sapere cosa pensassimo di questi zaini invicta.
    se li ritrovate nuovamente in vendita, non è un caso ma è una scelta di marketing.
    so che volevano rilanciare anche questo modello! http://www.modaevviva.com/fashion/wp-content/uploads/2007/06/invicta-minisac.jpg

    le ragazze che erano con me all’intervista erano un po’ titubanti su questa scelta dell’invicta di rimette in vendita modelli ormai “passati”. secondo me invece il vintage va molto di moda e secondo me presto li rivedremo su molte spalle….

  20. Johnny Says:

    Anche io ne avevo uno giallo e blu.
    Passato da mio fratello a mia sorella e da lei a me. L’ho usato per tutte le superiori e per il primo anno di università… si è sfondato completamente il giorno dell’esame di matematica e, a malincuore, irreparabilmente danneggiato, è finito buttato.
    Mi piaceva tanto…

  21. valerio Says:

    io avevo un invicta blu che ho usato dalle elementari fino al primo superiore, poi l’ho dovuto cambiare perchè si era consumato di brutto. non chiedetemi come ho fatto. però lo conservo ancora nell’armadio. adesso uso un eastpak, che mi pare ottimo anche lui

  22. arcere Says:

    anche io avevo un invicta!! è praticamente il segno distintivo per gli italiani all’estero!mi ricordo che quando andai in irlanda riconoscevo gli altri italiani proprio dallo zaino!facile fare amicizia in quel modo :D
    il mio era blu elettrico e grigio!chissà dovrei averlo ancora a casa da qualche parte..nel frattempo uso uno dei miei fratelli più grandi eheheh

  23. Luca Says:

    si Arcere, infatti tuttora quelli con l’occhio buono mi individuano proprio per lo zaino ^^

  24. loran Says:

    Io il mio Jolly blu e giallo lo uso ancora come una 48 ore nei brevi viaggi.

  25. Livio Toscano Says:

    ciao darling mi puoi dire dove sta questa coin che volevo uno zainetto proprio uguale ? magari ricordi anche il prezzo…

    grazie smak

  26. Daniel Says:

    Ciao River, ma in quale Coin l’hai trovato? A Roma?

  27. river Says:

    Sì, via Cola di Rienzo!

Leave a Reply