Da domani, cari river-lettori residenti a Roma (e cari lettori che, da qui ad aprile 2012, passeranno per la capitale), la linea A della metro cessa il servizio alle ore 21. Già. L’unica eccezione è il sabato sera, quando funzionerà regolarmente fino all’1.30. La strategia comunicativa di Atac, alle prese con Parentopoli e affini, è la seguente: “bisogna fare i lavori per la metro C, non ci sono alternative. Soffrite ora, per avere una linea in più”. Da osservatore delle metropoli, non posso ancora affermare che si tratti di un concetto falso. Posso, però, dire che è quanto meno insolito: insomma, questi lavori non si potrebbero iniziare due ore e mezza più tardi ? (vale a dire quando, alle 23.30, cessa normalmente il servizio?). In alternativa alla metro, ci saranno dei bus navetta: tradotto, disagi, attese, ressa. E tutto questo non durerà pochi mesi, ma andrà avanti fino ad aprile 2012.

Chi glielo va a spiegare ai turisti, che alle 21 si chiude e amen? Ah, certo, poi avranno la linea C. Ma siamo proprio sicuri che non ci siano delle alternative meno incivili?

19 Responses to “Metro A, si chiude alle 21, fino ad aprile 2012. Amen.”

  1. DG_VICTIMS Says:

    Roma si conferma la capitale del terzo/quarto mondo. Mi chiedo che ci vengono ancora a fare i turisti. Arrivi a Roma e devi subito metterti in campana contro: truffe da parte dei taxisti, borseggiamenti vari, conti gonfiati ai ristoranti, sporcizia, servizi inesistenti, mezzi pubblici inadeguati o meglio inesistenti…..una capitale che non è una capitale praticamente.

  2. DG_VICTIMS Says:

    Ah River scrivono Aprile 2012 ovvero se tutto va bene sarà dicembre 2012!

  3. Salvatore Says:

    Allucinante!… un po come quando si deve rifare il manto stradale o la segnaletica. I lavori vanno realizzati nelle ore in cui il traffico può essere interdetto. Per fortuna qui a Milano i lavori per l’ampliamento della rete metropolitana non stanno creando particolari evidenti disagi, almeno non di questa entità.
    Cari amici romani… tenete duro. Che vi sia il caso di tornare ad usare le bighe?

  4. aleh Says:

    la linea C è inutile. serve a portare la periferia sud in centro il sabato pomeriggio.

  5. Michele Says:

    @DG_Victims: se sarà dicembre 2012 tanto lavoro per nulla! Maya docet. :)

  6. Franz Says:

    E’ proprio vero che una Capitale è buona rappresentante di uno Stato.
    La metropolitana a Roma è già di per sé insufficiente, con il 75% della città non servita, ora si peggiora ancora tagliando un servizio già scarso. Siamo proprio sicuri che non ci siano alternative? Che non si possa prolungare ancora un po’ la durata dei lavori (già secolari) per non penalizzare gli utenti della Linea A, la principale della città?
    Avete visto i lavori in corso al nodo (un nodo alla gola) di Termini? Oltre a procedere al rallentatore (finora non si vede niente di nuovo) sono causa di disagi infiniti, perdita di tempo in giri chilometrici (spesso anche con pesanti bagagli al seguito), degrado diffuso e pericolo per la sicurezza. Sporcizia in tutti i cantieri, segnaletica vandalizzata, polveri nell’aria, fili e cavi penzolanti, scale mobili sempre guaste, gradini rotti e mezzi sbriciolati, pericolosamente insidiosi. Non vengano a dirci che tutto questo incontra non dico standard di qualità, ma anche solo di SICUREZZA, perché non ci crede nessuno. E’ uno schifo e un pericolo per gli utenti.
    E vogliamo parlare dei tempi? Per la diramazione della metro B, che migliaia di persone attendono con impazienza, sono aperti i cantieri dal 2006. CINQUE ANNI (se i tempi non aumentano ancora) per 4 stazioni e 5 chilometri di linea??? E’ assurdo. All’estero nello stesso periodo costruiscono più di una linea, con decine di stazioni. Non regge neanche la scusa dell’archeologia: non solo i reperti non si trovano a più di 6 metri dal livello del suolo (e come noto, una metropolitana corre ben sotto i 6 metri), ma nel caso della Linea B1 si tratta di una zona a diversi chilometri dalle mura.
    E’ uno SCHIFO che Roma debba arrossire al confronto non solo delle capitali europee, ma anche solo di Milano o, più recentemente, Torino.
    Roma ha enormi problemi di traffico veicolare, ci sono 7 auto ogni 10 abitanti, il romano medio snobba i mezzi pubblici e ha il culo incollato alla macchina per fare 100 metri. Tutto ciò produce inquinamento, dispendio di tempo ed energie e abbassa pericolosamente il livello di qualità della vita. Questa mentalità deve cambiare, e non sarà certo riducendo l’offerta di trasporto pubblico e costruendo nuovi parcheggi che questa sensibilizzazione avverrà. L’ATAC serve solo da serbatoio di voti e parcheggio per i parenti. Come sempre l’Europa si muove in una direzione, e l’Italia in un’altra.

  7. river Says:

    Non parliamo di Termini. Uno schifo. E meno male che è stata anche aperta un’indagine della magistratura, per verificare se non sia a rischio la sicurezza dei cittadini.

  8. Riccardo Says:

    Cambiare la metropolitana a Termini è stressante per un giovane, faticoso per un adulto, impossibile per un invalido. Tre scalinate in salita e due in discesa, più lo slalom tra le persone. Mi ricollego al post sulla palestra del 25 gennaio (io sono quello che si fa i chilometri a piedi per non prendere i mezzi): organizziamo un gruppo di trekking anti-metro?!!

  9. mirko Says:

    mah, indubbiamente disagi li crea, ma meglio cosi!!!l’alternativa era chiudere tutta la linea per meno tempo giorno e notte, io viaggio sulla linea B e quando l hanno completamente chiusa per 6 giorni per collegare la linea gia esistente con la B1 a pizza Bologna per strada c’era l’ira di dio, moooolto meglio anticipare la chiusura in un orario dove alla fine c’è poco traffico e poca gente.credetemi

  10. Luca Says:

    ma perché per fare i lavori per aprire una linea nuova devono chiuderne una che già c’è?!? mica l’ho capito!

  11. DG_VICTIMS Says:

    Ops mi ero dimenticato di Termini ovvero l’interscambio da incubo della Capitale…River l’indagine se ne è parlato 2 giorni e poi stop chissà se pure quella avrà le lungaggini della normale giustizia…stiamo freschi.

  12. Franz Says:

    @Luca

    Per connettere la nuova Linea C alla stazione della Linea A ‘San Giovanni’.

  13. Luca Says:

    @Franz, grazie della risposta ma continuo a non capire… perché non hanno chiuso solo la stazione San Giovanni per un periodo invece che far funzionare a mezzo regime una linea intera per mesi?

  14. ross Says:

    io sono venuto a roma 5 anni fa ed a Termini già allora la metropolitana chiudeva alle 21:00. La cosa mi sorprese molto visto che a milano chiude dopo mezzanotte.

  15. Flaneur Says:

    @Luca
    Dicono che oltre San Giovanni verso Battistini i treni non potrebbero circolare, essendo tagliati fuori dalla possibilità di raggiungere il deposito/officina manutenzione che sta dalla parte opposta, a Osteria del Curato. La parte della linea “al di qua” di San Giovanni invece serve per il trasporto materiali durante i lavori.

  16. XiaoEli Says:

    grazie dell’info!passerò dalle tue parti a Marzo..e cosi mi eviterò la sopresa!

  17. Luca Says:

    oh, ok…
    grazie del chiarimento ^^

  18. loran Says:

    Certo che non ci si crede ma d’altronde a Roma a mezzanotte vengono spenti la maggior parte dei semafori, vi immaginate se la stessa cosa fosse fatta a Londra, New York o Tokyo.

  19. Andrea Says:

    Anche a Torino sono mesi che andiamo avanti con la metro che chiude alle 21.00 ( tranne il sabato) per via dei lavori per il prolungamento della linea 1. Disagi? più o meno. Certo Torino non è Roma per numero di visitatori, ma l’influenza olimpiadi ha portato molta molta più gente in giro per la città. Enormi disagi però non è ho notati….

Leave a Reply