Biscotti alla finestra.

February 18th, 2011

Tre ragazze di San Francisco si sono inventate un simpatico mezzo per mettere da parte qualche dollaro. Appesa dalla loro finestra, una molletta, che è l’anima del loro “Fat cookies”, business casalingo: tirando la corda, per avvisare le cuoche, e attaccandoci un dollaro, si riceve un biscotto fatto in casa. L’idea è ispirata ad una serie televisiva della Hbo, in cui il metodo serviva per spacciare la droga. Qua la loro pagina Facebook.

No tags for this post.

14 Responses to “Biscotti alla finestra.”

  1. Mr Moscone Says:

    Geniale! :-)

  2. Silvia Says:

    Mmmmmmmh sembrano buooooniii

  3. arcere Says:

    li voglio anche io!!!!!!!!!!

  4. DG_VICTIMS Says:

    Ovviamente sono due orientali fonti inesauribili di idee geniali!

  5. etero Says:

    voglio anch’io…tornare a san francisco!!!
    uff..:-((

  6. Frà Says:

    … finchè non intervenne l’ufficio d’igiene …

  7. anonimo83 Says:

    mmm mi ricorda pure una cosa che accadono ancora oggi a napoli… dalla finestra.

  8. Lucas Z Says:

    Esatto, l’ufficio d’igiene a San Francisco non esiste? A parte che secondo me hanno un aspetto orrendo.

  9. ross Says:

    Adoro i bowindow, cioè quelle finestre che si aggettano, sporgendosi all’esterno dei muri perimetrali.

  10. dert86 Says:

    riveerrr ma questa è coco? http://yfrog.com/h0i92ogj

  11. zorro2 Says:

    Fantastica idea nella filosofia di una magnifica ed affascinante citta’…si si orrendo sta cippa…ciao

  12. Beaviatrix Says:

    Qualche anno fa ho approfittato di qualcosa di simile per le strade di Santiago de Cuba: tè dalla finestra.
    In molte città dell’Asia, in Vietnam ad esempio, succede qualcosa del genere con vecchietti che cucinano da mangiare su un fornelletto posto di fronte la porta di casa…squisito! Trovo il tutto fantastico…e stento a credere che, grazie all’ufficio d’igiene, le cucine di bar o ristoranti italiani siano più pulite di quelle coinvolte in queste iniziative.

  13. DS Says:

    L’estate scorsa a Dolores Park, San Francisco, 50 mt in linea d’aria da quella casa, vendevano hash brownies e nessuno aveva nulla da ridire. La città è assolutamente rilassata (gli abitanti dicono “laid back”), se una cosa non crea problemi ognuno è abbastanza libero di metterla in pratica. Naturalmente ho avvertito tutti i miei conoscenti dell’iniziativa!

  14. river Says:

    Ds,
    siamo italiani, e abbiamo la sindrome del “ora lo dico alla polizia”, solo quando le cose avvengono lontani da noi.
    Io adoro le tre ragazze spacciatrici di biscotti.

Leave a Reply