Grazie alla segnalazione di un lettore, scopro una pagina dedicata alla cosiddetta semeterapia. Si risponde ad una serie di domande di seme-curiosi/e. Tra cazzate (la più grossa, dal sapore bacchettone: la semeterapia fa bene alle donne, non agli uomini), una serie di perle, che qui ripropongo. Ovviamente non garantisco che le risposte siano scientificamente valide.

1) domanda: ” Ciao Siamo una coppia sposata e pratichiamo normalmente la semeterapia, dato che a me piace che lei beva il mio sperma e anche a lei non dispiace. Poichè ho letto che è consigliato assumere sperma 2 volte la settimana, voglio chiedere se è pericoloso farlo con più frequenza, cioè quasi ogni giorno come fa lei.
Alfredo e Angela, 30 anni.
risposta: Cari amici, come abbiamo più volte ricordato non sono presenti nello sperma di persone sane sostanze tossiche che possano nuocere alla salute. L’assunzione bisettimanale è quella che sembra avere dato i migliori risultati ed è quella che viene consigliata dagli esperti orientali. Tuttavia non ci sono problemi anche ad aumentare la dose o la frequenza di assunzione (senza arrivare ad eccessi che potrebbero comunque portare a qualche conseguenza, come ad esempio, nausea.)

2) Domanda: “Salve, mi chiamo Luigi, sono di Viterbo ed ho 34 anni. Io e la mia ragazza abbiamo conosciuto la semeterapia tramite il vostro sito e la pratichiamo regolarmente. Avrei 2 domande per voi:
- Si consigliano 2 assunzioni alla settimana, ma la quantita’ di sperma espulso durante l’eiaculazione varia di volta in volta. Alcune volte, in cui l’eiaculazione non era sufficiente (a giudizio della mia lei, grande estimatrice dello sperma) per una assunzione normale mi fa ripetere l’eiaculazione dopo poco tempo (circa 10/15 minuti). Lei mi dice che durante la seconda eiaculazione, a poca distanza dalla prima, il sapore dello sperma cambia. E’ possibile o e’ solo una sua impressione ? Cambia la diluizione dello sperma e/o la sua composizione ?
- La mia ragazza e’ entusiasta dei benefici effetti che sta avendo con la semeterapia, soprattutto sul lato delle carenze di sali minerali e sbalzi di umore.
Dopo aver parlato con una sua amica (single) delle virtu’ della semeterapia e delle caratteristiche del mio sperma (piuttosto dolce e particolarmente denso), questa seconda ragazza, con l’assenso della mia fidanzata, mi ha chiesto di poter usufruire del mio sperma. Preciso che con la mia ragazza l’assunzione avviene direttamente, dopo una stimolazione orale, e questa ragazza vorrebbe fare lo stesso, in quanto convinta che solo in questo modo i principi attivi dello sperma si trasmettano intatti. Quello che volevo chiedere e’ se ci sono problemi a donare lo sperma in questo modo ad altre ragazze e se un ritmo di eiaculazioni troppo frequente possa pregiudicare la qualita’ dello sperma.
Un ultima domanda riguarda il liquido che viene rilasciato prima dell’eiaculazione, contiene anche quello elementi utili alla semeterapia ? Grazie per l’attenzione. Gigi.
risposta: Caro Gigi, è vero, la quantità ed anche la qualità dello sperma varia in una seconda emissione avvenuta a breve distanza della prima, questo perchè gli organi preposti alla sintesi del liquido necessitano di un certo tempo per riprodurne di nuovo. Proprio per questo motivo nei maschi esiste un periodo “refrattario”, variabile da persona a persona, durante il quale non è possibile ottenere una eiaculazione anche con stimolazione intensa.
Normalmente per ogni eiaciulazione si può avere l’emissione di una quantità di sperma variabile da 1,5 a 6 ml.
Nella seconda emissione solitamente il liquido ha volume inferiore e minore diluizione. Gli effetti benefici sono comunque presenti
Per quanto riguarda la seconda domanda, non c’è alcun problema a donare lo sperma a più persone; ovviamente vale sempre il requisito essenziale della buona salute del donatore. Una elevata frequenza di eiaculazione comporta una minor carica di spermatozoi per singola emissione, ma questo non pregiudica affatto il risultato della semeterapia.
La sostanza prodotta in piccola quantità prima dell’eiaculazione è ricca di mucoproteine ed è prodotta dalle ghiandole bulbo-uretrali di Cowper. Per la modesta quantità e qualità non è di grande utilità per la semeterapia

3) domanda: “Durante un rapporto con due ragazzi (di cui uno di colore) mi sono accorta che il sapore del loro sperma era diverso. E’ possibile che ci siano delle differenze nella composizione dello sperma nelle diverse razze? Poi volevo dire che a me lo sperma piace molto, sia da solo che aromatizzato in diversi modi. La “ricetta” che preferisco è con pezzetti di frutta (banane e fragole) e un pizzico di zucchero. Volevo chiedere alle altre lettrici di Semeterapia se avevano qualche “ricetta” da consigliarmi. Grazie! Sabina 25 anni, Milano”
risposta: No, non ci sono differenze significative nella composizione dello sperma nelle varie razze umane.
Probabilmente il diverso sapore che hai avvertito era legato ad una maggiore o minore diluizione.

4) domanda: “posso prendere la sperma di ragazzi diversi o è meglio che sia sempre lo stesso?” Laura 23 anni, Milano.
risposta: in linea generale non vi è differenza. Bisogna però ricordare che aumentando il numero dei donatori aumenta anche il rischio di trasmissione di malattie. Noi consigliamo sempre di praticare la semeterapia tra partner fissi e sicuramente sani.

5) domanda: Salve! Sono molto interessata alla semeterapia. La faccio spesso ma ho una domanda, sono a dieta, non è che mi farà ingrassare? o devo fare un pasto con sperma e niente d’altro. C’è la possibilità di dimagrire con la semeterapia? Grazie
Deborah
risposta: Cara Deborah, il potere calorico dello sperma non è molto elevato, così come normalmente non è eccessiva la quantità di seme disponibile. Una normale eiaculazione fornisce circa 10 calorie (circa come una caramella) perciò non c’è alcun rischio di ingrassare. Ciao e continua a seguirci

6) domanda: ” Ciao mi chiamo Tatiana ho 20 anni e sono di Roma, curiosando nel forum di Semeterapia ho letto che è possibile ricorrere anche a sperma di origine animale, come lo sperma canino facilmente ottenibile dai cani domestici, anche se più diluito rispetto a quello umano. Utilizzando questo tipo di sperma si rischia di incorrere in qualche malattia? Qual’è la quantità di sperma eiaculato da un cane di media taglia?E’superiore rispetto a quella di un essere umano? Come si effettua il prelievo? Valgono gli stessi criteri di conservazione del seme umano? Vi ringrazio anticipatamente del tempo che dedicherete alle mie domande, spero di non mettervi in difficoltà (ma non potevo chiederlo ad un vetrinario!).
risposta: Cara Tatiana, grazie per le tue domande. Contrariamente a quello che si potrebbe credere, la trasmissione di malattie dagli animali all’uomo è assai più difficile che tra uomo e uomo. Questo perchè esiste una barriera di specie; cioè molti germi che sono patogeni per l’uomo non lo sono per gli animali e viceversa. Le malattie che vengono trasmesse dagli animali all’uomo vengono definite zoonosi. E’ evidente che l’animale deve essere in perfetta salute, si deve poi procedere ad una accurata pulizia dell’area genitale; l’eiaculazione può essere facilmente indotta con la stimolazione manuale. La quantità prodotta è molto elevata (perchè molto diluita e perchè la produzione può durare per molti minuti se si continua la stimolazione), la conservazione è analoga.

Questi a Yahoo Answers gli fanno una grande sega.

P.s. La 6 fa paura.

Con la bottiglia/In bocca.

March 31st, 2011

Mail inviata agli organi di stampa, oggi pomeriggio.

Né cene, né pranzi, né incontri. Niente di niente.

P.s. Nota spedita dall’ufficio stampa della Canalis. Il fatto che non si siano limitati ad inviare un più sobrio comunicato stampa, ma abbiano in realtà puntato sulla diffida legale, la dice lunga sullo stile stizzoso della ragazza.

Gemelli perfetti made in Australia.

In questo caso, i geni si sono messi d’accordo per produrre due gioielli. Sono australiani, di Sydney, 19 anni, giocano a calcio e sono gemelli. Ecco Zach e Jordan Stenmark, scoperti dal fotografo James Demitri, e ripresentati da River, per la gioia del pubblico italiano. Strano che Bruce Weber non li abbia ancora notati.

Read the rest of this entry »

Cuore di mamma.

March 30th, 2011

Cuore di mamma.

Leccando Elijah Wood.

March 29th, 2011

Scena cult della commedia “Wilfred“, che andrà in onda (in America) a giugno su FX, incentrata sul rapporto tra Elijah e lo strambo cane parlante della vicina di casa.

Tutto sullo sperma.

March 29th, 2011

Ecco raccolte in queste comodissime tabelline da Donna Moderna alcuni dati sullo sperma. Fa sempre comodo sapere che in 5 ml (l’equivalente di un cucchiaino) sono contenute appena 20 calorie. Meno di un ovetto kinder. Ottimo l’apporto proteico.

Cose che mi stupiscono: lo sperma può “risiedere” nel corpo di una donna per cinque giorni. Immagino che per l’uomo sia diverso, dato l’utilizzo dalla cavità deputata alla sua ricezione. Condoglianze al 5% di donne allergiche allo sperma.

Per ottenere un sapore acido o dolce, bisogna: nel primo caso, mangiare carne, latticini, aglio e caffè (si ottiene effetto amarognolo); per gli amanti dei sapori dolci, invece, puntare su frutti che contengono zuccheri (il classico ananas, ma anche banane, mele, arance).

Un giorno farò la fenomenologia dello sperma. Promesso.

Con gli spiriti in casa.

March 29th, 2011

Il video sotto è stato girato nella casa di Lisa Manning, 34enne mamma di Ellie e di Jaydon, a Coventry. Due settimane dopo essersi trasferiti in questa casa, ha raccontato la mamma alla stampa britannica, sono iniziati i fenomeni paranormali: sedie che si muovono, sporte che si sbattono, persino un cane morto. Qualche tempo fa, un prete ha benedetto l’abitazione: per alcune settimane i fenomeni sono terminati. Salvo poi riprendere. Una sera la famiglia stava guardando la televisione, quando una porta si è chiusa da sola. Impossibile riaprirla.

A me il video ha fatto venire i brividi.

Uno sporco lavoro.

March 29th, 2011

Le aderenze di Bolle per Gq.

March 28th, 2011

Roberto Bolle s’è già visto nudo, anche se in questo caso – servizio fotografico per Gq Style – la distanza ravvicinata permette di cogliere anche qualche dettaglio in più. Ma a dire il vero mi viene il dubbio che sia la conchiglia. Non me intendo, chiedo lumi ai ballerini. A me sembra cortomagrosso.

Sobrietà in aeroporto.

March 28th, 2011

Adoro la sfacciata spavalderia di quest’uomo. (grazie a Gabri!)