Della polemica anti-gay di Giovanardi non avevo voglia di scrivere (il signore in questione s’è svegliato tardi, manifesto vecchio e stravecchio). Mi ha, invece, stupito, poco fa, la presa di posizione di un esponente di spicco di Fli, quello che a molti gay di destra è sembrato il nuovo partito in cui confluire (per chi è di destra). Penso a Gaylib – gay di destra – che hanno abbandonato il Pdl per sposare il partito di Gianfranco Fini, che pure, su questi temi, si era dimostrato molto aperto. Poco fa, ha parlato Roberto Menia, coordinatore nazionale di Fli (quindi non un esponente locale, che parlava a titolo personale), che si è sostanzialmente detto d’accordo con Giovanardi (ci vuol sempre stomaco a dirsi d’accordo con certi soggetti):

“Io come Giovanardi sono di cultura cattolica, quindi quel manifesto non piace. La famiglia riconosciuta dalla Costituzione è quella composta da uomo e donna e anche io non sono d’accordo che quella raffigurata nel manifesto sia una famiglia. Se il mondo funzionasse in ‘quel’ modo nell’arco di una generazione sparirebbe”.

Attenzione: la destra italiana, oggi, è ancora antigay. E lo sarà per un bel po’ di tempo ancora.

P.s. Poi mi sono andato a ripescare un vecchio volantino elettorale di Menia, e ho capito molte cose.

No tags for this post.

14 Responses to “Fli come Giovanardi, attenzione alle false sirene.”

  1. mewaii Says:

    Essere gay o etero e avallare commenti omofobi di questo genere o non dare il giusto peso ad affermazioni razziste (anche qualora siano battute/sfottò/barzellette), equivale a vanificare le vite di tutti quelle persone che durante la seconda guerra mondiale si sono battute perché non esistessero più i campi di concentramento e si arrestasse per sempre la follia nazista.
    Ricordiamo a tutti queste cose, soprattutto quando ci ripropongono la teoria hitleriana del superuomo rivestita in chiave moderna: il supermacho cattolico.
    Bravo Riv per il post!

  2. Leo Says:

    Sì, però bisogna dire che la sinistra (che ho votato e che non voto più), dal canto suo, si ricorda degli omosessuali soltanto per chiedere loro il voto ma concretamente non ha fatto nulla (eppure ha governato… e governa regioni e grandi città…). Poi, si tira in ballo (anche a sinistra, come scusa per il non fare nulla) questa storia dei “cattolici”. Anche io sono “cattolico”, in un certo senso, ma che c’entra? In Italia sono tutti cattolici e poi le chiese sono vuote, tutti divorziano, praticano aborti, bestemmiano, si fanno i cazzi loro insomma… La verità è che, da una parte, c’è una classe politica, tutta intera, che NON vuole occuparsi dei diritti delle persone omosessuali, considerati cittadini di serie B; dall’altra, c’è il nullismo politico del cosiddetto movimento GLBT, o come diavolo si chiama, che fa la ruota di scorta del PD, o adesso di SEL (vedrete Vendola che delusione, cari ragazzi…), sempre lì col cappello in mano a bussare alla porta di questo o di quello… e a farsi prendere per il culo…

    (spero di nn essere finito OT…)

  3. Gabriele Says:

    Altro che dinosauri. Sono schifato.

    Secondo me però non vale la pena di votare a sinistra solo perché si spera in un riconoscimento dei diritti, se non si è d’accordo con le loro politiche economiche; hanno governato, abbiamo visto cosa è cambiato: NULLA.
    Non dico la legge sulle unioni civili, ma non sono riusciti ad approvare nemmeno quella sull’OMOFOBIA.

    Gli unici che a sinistra non sono stati timidi e ipocriti, secondo me, sono stati i Radicali; invito tutti a dare un’occhiata al progetto di riforma del diritto di famiglia “AMORE CIVILE” che hanno progettato e presentato

    Oggi in Italia non c’è uno schieramento nel suo complesso, né la dx né la sx, che abbia una posizione chiara e decente sul tema.
    Tanto vale, secondo me, appoggiare chi a destra o sinistra ha opinioni progressiste scegliendo tra di loro in base ad altri temi importantissimi; esempio, l’economia.
    Di liberali, liberisti, libertari se ne vedono sempre meno.

    Per dire, Vendola, pure se non fosse la grande delusione e presa per il cip che in realtà è anche sui temi GLBT, non avrà mai il mio voto, come neanche il PD: mi preoccupa il loro statalismo/pseudosocialismo che ci sta portando dove sappiamo.

    Gli unici di cui mi potrei fidare sono i Radicali e il gruppo di FLI che fa riferimento a Libertiamo e Benedetto Della Vedova (guardacaso, anche lui radicale, emigrato a destra). entrambi dati allo zerovirgola o giù di lì.

    dire che la destra è antigay mi pare avventato: non è così, come non lo sono il centrosx e la sx. ci sono elementi indecenti dappertutto.

    Ma possiamo sbatterci e combattere quanto vogliamo, secondo me aveva ragione chi diceva: “moriremo democristiani”.

  4. Marcolol Says:

    Anni fa (ero un bambino) rimasi scioccato da una puntata del Maurizio Costanzo Show in cui Fini dichiarò che gli avrebbe dato fastidio se suo figlio avesse avuto un maestro gay. Ora fa l’uomo dalle ampie vedute; peccato che nel suo partito ci sia gentaglia come questo Menia che gli rovina l’opera di arruffianamento dei gay.

  5. io Says:

    scusa River, e dell’onorevole Giorgio Merlo del PD che dice «Giovanardi ha ragione. Senza se e senza ma. E il messaggio pubblicitario dell’Ikea va denunciato. Almeno per chi crede nel valore costituzionale della famiglia» vogliamo parlare?

    La tragica verità è che siamo circondati.

  6. Brightside Says:

    “la minaccia dell’introduzione del bilinguismo”

    WTF?!

    “Mamma oggi a scuola mi hanno dato una botta di tedesco in testa”

    O__o

    Ps. Nello sdrammatizzare volevo dire che concordo con Leo.

  7. O. Says:

    ecco, sì, apunto, Moenia ex MSI e, non fosse per l’anagrafe al suo cuor ingiusta, ex Repubblica di Salò.
    Ad ogni modo, lì è, in FLI, quindi lì conta e tocca farci i conti.
    Io continuo a pensare che l’orientamento sessuale non può essere e non è di destra o di sinistra. Nè l’omofobia. Comodo per molti, perché sarebbe semplicissimo, ma non funziona, la storia è piena zeppa di omofobi a destra e a sinistra.
    E per quello che vedo oggi, in Italia, sono entrambe molto lontane dal rifiuto dell’omofobia. Vedo anche qualche passo, però, in entrambi gli schieramenti.

  8. Michele Says:

    Il supermacho cattolico dotatissimo e spiritualissimo, anche in tonaca mi attizza parecchio. Fortunato Ratzi ad averci intorno quel Georg mmmmmmmmmhhhhhhhhh

  9. alexandre Says:

    Da esponente, e gay, di FLI chiedo scusa a tutti per le frasi di Menia. Ma del resto, menia era quello che giocava a super mario bros sull’ipad alla camera.
    Posso assicurare che c’è una forte differenza tra la base di FLI e un certo tipo di onorevoli (Menia, Urso & co) che hanno ruoli di partito solo perchè storicamente sono dell’MSI. Ma se ci fate caso, nessuno di questi dinosauri fa parte della segreteria politica.

    Di nuovo, scusa a tutti

  10. Doppiomisto Says:

    @alexandre

    Ma per favore! Menia è un fascista, al massimo ex-fascista, come Fini del resto. Dunque cosa ci si può aspettare da gente simile? Per quanto mi riguarda niente.

    http://bora.la/wp-content/uploads/2009/10/menia-saluto-romano-186×300.jpg

  11. alexandre Says:

    menia è un fascista, come la perina.
    ma le assicuro che non è l’indirizzo che FLI ha. Del resto, basta leggere il manifesto:

    http://www.futuroeliberta.com/il-manifesto/

    “Un’Italia rispettosa della dignità di ogni persona, cosciente della funzione educativa e sociale della famiglia, garante dei diritti civili di ognuno.”

  12. river Says:

    Alexandre, la Perina ha sfilato coi gay alle fiaccolate anti-omofobia.

  13. alexandre Says:

    lo so bene, e non solo lei.
    rispondevo al fatto che ancor oggi, purtroppo, ci siano politici che si definiscono fascisti, perina e menia, sono tra loro.

  14. luca_75 Says:

    Destra o sinistra non fa differenza, lo squallore dei politici italiani è sotto gli occhi di tutti, sono talmente preoccupati a salvare la poltrona che dall’oggi al domani passano dall’essere gay-friendly a omofobi feroci..il sistema elettorale poi non aiuta..non ci credo più..l’italia non è un paese serio, gli italiani non sono persone serie..me compreso.

Leave a Reply