In questa pubblicità della Budweiser c’è qualche neanche troppo velato elemento queer. Il soldato chiama a casa, per avvisare che sta per rientrare dalla guerra: il primo a chiamare è un amico. Il quale gli organizza una festicciola. Al suo ritorno, bacia prima lui e poi una ragazza. Uhm.

No tags for this post.

7 Responses to “Se il soldato torna a casa dall’amico.”

  1. kiwi Says:

    tra baciare e abbracciare c’è un po’ di differenza però

  2. aleh Says:

    quello è il fratello? Umh. non mi pare.

  3. anonimo83 Says:

    nn vedo nulla d omo…

  4. Cinx Says:

    A me sembra un bell’inno all’amicizia.
    Bell’abbraccio e bello spot.

  5. DG_VICTIMS Says:

    Pure io non vedo nulla di queer anzi mi sembra fin troppo uno spot etero coi fiocchi!

  6. Abenula Says:

    roudly serving those who serve? Anche secondo me è più un inno al cameratismo e all’amicizia fra uomini (pals before gals), senza riferimenti omo ma anche senza la paura che possano essere fraintesi

  7. Michele Says:

    fa molto “dude” e circle jerk da adolescenti e da ubriachi.

Leave a Reply