Tutti lo odiano. Nessuno è disposto ad ammettere che una sua comodità potrebbe avercela. E, però, lo confesso: esteticamente è orrendo. Bianco poi, non ne parliamo nemmeno.

Il mio unico marsupio risale ai tempi dell’università. Era sfacciatamente colorato: arancione, con qualche tonalità fosforescente. Invicta. Avevo 20-22 anni, e lo usavo solo per viaggiare all’estero. Era utilissimo per passaporto, portafogli e robe varie. La più grossa discriminazione della moda delle donne, verso gli uomini è la borsa. Già. Noi dove ce li mettiamo cellulari, spiccioli, giornale, gomme da masticare e tutte quelle cosine là? Ma si sa: la moda celebra la bellezza (spesso, ma non sempre), e mai l’utilità. Scartato il marsupio, sono passato al monospalla (blu, Mandarina Duck). Ma fa sudare, soprattutto d’estate. Idem lo zainetto, unica seria alternativa alla borsa femminile: ma, spesso, è troppo grande per contenere il set da sopravvivenza giornaliera di un uomo. Ora ripiego sui pantaloni con tasconi ai lati. Ma anche là rimani fregato: qualcuno ha mai provato ad infilarsi in tasca un bloc notes?

No tags for this post.

28 Responses to “Il marsupio, questo (utile) mostro.”

  1. mau Says:

    e il marsupio in modalità tracolla obliquo? :)

  2. Anonimo83 Says:

    melgio zainetto d plastica in spalla, nike o puma.

  3. rothko Says:

    ma ormai di tracolle da uomo ce ne sono fin troppe, il problema non esiste più:)

  4. chopin Says:

    Io cerco di stipare il tutto nel mio borsello. ^^

  5. Faber Says:

    Io vivo a suon di zainetti eastpak-rigorosamente senza scarabocchi con l’uniposca, però.
    Se è troppo grande, basta cambiar prospettiva e ampliare semmai il set di sopravvivenza giornaliera(il mio è all’insegna dell’inutilità, tra libri cominciati e mai finiti, macbook e periodici stra-letti).

  6. Marcolol Says:

    Il marsupio non è malaccio. Io per ora uso la tracolla eastpak (e anche lo zaino), che fa molto teenager o, al massimo, studente universitario. Finché tengo botta fisicamente e sono ‘ggiovane’ va bene, ma quando avrò i primi segni di cedimento diventerà un problema. Le borse da uomo ci sono ma non mi piacciono. I pantaloni con i tasconi sono necessariamente larghi, quindi li potrei mettere giusto per andare a funghi. La questione dell’ “abbigliamento adulto” mi mette un’angoscia… non voglio crescere mai.

  7. Enrico* Says:

    Il vecchio borsello risolve il problema!

  8. peoce Says:

    borsello di Nava design, da anni è il mio inseparabile portatutto, uno per l’estate uno per l’inverno.

  9. Ross Says:

    esistono marsupi, borselli e tracolle con linee eleganti che non sono affatto brutti oppure anche altri modelli come quelli di momo-design più sportivi ma non in modo sfacciato come nike, eastpack ecc. Comunque anche io uso pantaloni coi tasconi laterali ma non in ufficio.

  10. Davide Says:

    io ho una tracolla della sisley lì un block notes ci sta!

  11. DG_VICTIMS Says:

    Io preferisco una borsa a mano o tracolla dove riporre dal pc all’agenda. Ma nel week un marsupio dove riporre cell. chiavi e portafoglio non lo vedo cosi’ brutto, anche perchè oramai ce ne sono di veramente belli e pure molto funzionali.

  12. Leo Says:

    c’è anche da dire che di un tizio così io non guardo il marsupio per prima cosa :)

  13. Davide Boh Says:

    Il marsupio bisogna saperlo portare. Come qualsiasi altro accessorio.

  14. spettatore Says:

    Una bella borsa a tracolla, modello postino… in cuoio invecchiato, oppure in tela cerata Freitag per le giornate più dinamiche (geniali, le Freitag… usate ovunque dalla spiaggia greca alla pioggia torrenziale sotto il cielo milanese). La borsa da uomo è realtà… è talmente sdoganata che persino se portata a mano ormai non è QUASI più un vezzo gaio. (a Milano per lo meno è così)

    I borselli invece li trovo grotteschi. Mentre qualsiasi genere di borsa “vuittonata” mi fa cagare a prescindere, che sia uomo o donna il portatore (in)sano.

  15. luca_parma Says:

    il marsupio no! mai e poi mai!
    non lascia vedere ciò che io VOGLIO vedere. mai comprare a scatola chiusa! ;)

  16. aleh Says:

    amore, il mondo è pieno di splendide borse da uomo, solo a roma (dove la moda non esiste) vengono considerate roba per froci

  17. aleh Says:

    e cmq sempre meglio un marsupio che i pantaloni con tasconi laterali

  18. Emgiac Says:

    Concordo. Occhiali, accessori per lenti a contatto, portafogli, patente, caramelle varie, blocco, cellulare+lavoro. Insomma, mille cose e dove? Ultimamente borsa da oviesse, non è una meraviglia ma molto comoda! Però marsupio mai e poi mai, ma ci sono anche borselli altrettanto orrendi…

  19. Sony Says:

    Io vado di tracolla e sono felice ;)

  20. Emanuela Says:

    Il marsupio, il miglior contenitore da portarsi a un concerto dove si deve fare un minimo di movimento. Con la tracolla (io amo le borse piccolissime) resto tutta “impicciata”, non posso saltellare.

  21. kikkoman Says:

    io marsupio di american apparel nero ;)

  22. Edward1984 Says:

    Io ho risolto con borsello (CK). Entra tutto l’essenziale e anche il fedele bloc-notes.

  23. Teo Says:

    Il borsello è grottesco… nessuno con dovrebbe portarsi una cosa del genere appresso!

  24. grunk Says:

    mai usato il marsupio in vita mia, eppure sono ancora vivo

  25. Imogene Says:

    Qui da noi, ma ormai le sto vedendo anche in Italia, vanno tantissimo, anche tra gli uomini, le Freitag.
    Modelli di dimensioni diverse e… tutti unici: non c’è una Freitag uguale ad un’altra perché… scopritelo! :-)
    Fateci un giro: http://www.freitag.ch

  26. Imogene Says:

    Ho visto solo dopo il commento di Spettatore e concordo con lui: le Freitag sono geniali!

  27. rocambolesque Says:

    Io vado a scrocco: prendo portafogli-chiavi-cellulare e li metto nelle borse delle mie amiche on nei borselli dei miei amici :-)

  28. davide bianco Says:

    paul smith, borsa o tracolla, indispensabile

Leave a Reply