Only in New York.

September 27th, 2011

Rugbysti a riposo/Controllo in acqua.

Presentata in questi giorni in anteprima al Roma Fiction Fest, la terza serie di “Tutti pazzi per Amore”, in onda dall’autunno su Rai 1, ha in programma una grande sorpresa, che River-blog è in grado di anticipare. Nella serie, infatti, si darà spazio ad una storia d’amore lesbica. Nello specifico, Anita Caprioli, una delle new entry, interpreterà il ruolo di una lesbica (Eva), molto corteggiata dagli uomini: peccato che questa avrà un flirt con un’altra ragazza. Una relazione che le due non riusciranno a nascondere, tanto che alla fine creeranno non poco scompiglio.

Speriamo che qualche manina, in Rai, non faccia sparire la love-story, come è avvenuto col matrimonio gay di “Un ciclone in convento”.

Certo che se lava, stira, cucina e pulisce – godendo – è davvero comodo.

Vita e morte, al parco giochi.

September 26th, 2011

Guance rosse e sopracciglio tagliuzzato. Poteva non finire d’ufficio su river-blog? (grazie a Roberto!)

(ok, sono anche molto bravi: si chiamano Charlie Puth e Emily Luther)

Sesso orale e tumori, la polemica.

September 26th, 2011

La correlazione tra rapporti orali e tumori alla cavità orale s’era già letta, e ogni volta ha suscitato un’ondata di preoccupazione globale tra gli amanti del genere. Ma adesso, da un convegno a Stoccolma, viene lanciato quello che sembrerebbe un vero e proprio allarme: “Nei paesi dell’Occidente la liberalizzazione dei costumi sessuali ha provocato un aumento, soprattutto nei giovani, dell’insorgenza dei tumori alla cavita’ orale”. A sostenerlo è stato Marco Merlano, direttore del dipartimento di Medicina 2 e responsabile del dipartimento di oncologia medica dell’Ospedale Santa Croce di Cuneo, a margine del Congresso europeo di oncologia medica in corso a Stoccolma. “Negli ultimi 20 anni – ha detto l’esperto – l’eta’ dei pazienti colpiti dal tumore alla cavita’ orale si e’ abbassata. Prima le persone a rischio avevano per lo piu’ un’eta’ superiore ai 40 anni”. Ora questo tipo di tumore colpisce sempre piu’ frequentemente anche i giovani. “Mentre in generale i tumori della testa e del collo sono diminuiti – ha spiegato Merlano – aumentano invece quelli alla cavita’ orale (che rientrano nella categoria dei tumori della testa e del collo) per colpa dell’abitudine sempre piu’ diffusa fra i giovani di praticare sesso orale non protetto e quindi di esporsi maggiormente al rischio di infezione da HPV”.A livello globale, i tumori della cavita’ orale, faringe, laringe rappresentano piu’ del 4 per cento di tutti i tumori: con piu’ di 500 mila nuovi casi al mondo e piu’ di 300 mila morti registrate nel 2008. “In Italia – ha aggiunto Merlano – ci sono 10-12 mila casi nuovi all’anno. Non e’ di certo un’epidemia, ma questo tipo di tumori sono difficili da diagnosticare precocemente e quindi difficilmente curabili”. “Ogni anno – ha riferito l’esperto – muoiono all’incirca 4mila pazienti per colpa del tumore della testa e del collo”.

Frasi che, però, non sono piaciute al Codacons. Per l’associazione dei consumatori, infatti, “bisognerebbe evitare di esprimere giudizi così netti e unidirezionali. Molti scienziati, ad esempio, si stanno domandando se esista una correlazione tra la presenza di fluoro ed alcuni tumori, come quelli alle vie orali. Per altri l’aumento delle diagnosi di cancro alle vie orali sono dovute al consumo esagerato di sostanze alcoliche”.

Ecco. Mo’ neanche si potrà più dire un “sano oral”.

Adele, live a Londra.

September 25th, 2011

Dal giorno del post-lettera ad Adele, è capitato, più di una volta, che dei lettori, ascoltando “Someone like You”, si siano ricordati di River. Nice connection. C’è stato chi m’ha pensato al supermarket. Chi in stazione, ascoltando la radio. Valerio, invece, ha avuto la fortuna di assistere al concerto londinese di Adele, presso l’Hmv Apollo Hammersmith, lo scorso 20 settembre. Un posto non particolarmente grande, di quelli che piacciono a lei. Come si vede da questo video amatoriale (grazie Valerio!), è stato un concerto “intimo”, nel corso del quale la voce-da-brividi è scesa per salutare il pubblico. Con lei c’erano amici e familiari, a farle compagnia (nota di colore: ha interrotto il concerto, perché un fan s’era sentito male e, quindi, ha voluto aspettare che arrivassero i soccorsi).

Nota: Durante il concerto ha annunciato di aver ripreso a sentirsi con l’ex. Sì, pare proprio quello della canzone “Someone like you”. E, siccome il pubblico non ha reagito benissimo, lei ha puntualizzato: “Tranquilli, so cosa faccio”.

Dal vivo è ancora più bella.

Rinascita di un cane.

September 23rd, 2011

Un giorno la volontaria di un’associazione impegnata nell’assistenza degli animali abbandonati nota, mentre è in macchina, un cane sanguinante che corre sul marciapiedi. Lo segue, con l’auto, è veloce. Non vuole saperne di fermarsi. L’inseguimento dura circa due ore, quando il cane finisce in un garage. Non si fida, si nasconde. Per bloccarlo, con l’attrezzo usato dai veterinari con i cani mordaci, devono fare i salti mortali. Notano che sulla pancia ha un’enorme massa tumorale che penzola, quasi fino a terra. Sanguina. Lo portano in clinica. E, qui, lo operano. A spese loro. Due ore di intervento. Rimuovono il tumore. Giorno dopo giorno, il cane migliora. Lo battezzano “Valor”, per il coraggio e la resistenza. Inizia a fidarsi nuovamente degli umani. Da quell’operazione (siamo ad aprile), si trova in un canile, aspettando un padrone (qualche lettore a Los Angeles?).

Per un attimo ho ripensato a quei quattro mici buttati nel cassonetto, in una bollente giornata di luglio. E sono felice di sapere che oggi stanno tutti bene (anche se uno, avendo distrutto due caricabatterie per Blackberry, sta rischiando di brutto).

Sul suo corpo sembra esserci una testa meno proporzionata dell’altra.

Read the rest of this entry »

Il servizio viene offerto a Brescia. E, immagino, anche altrove. “La forza del seme”, slogan of the year 2011. (grazie a Luigi per aver scattato la foto!)

Il clou è verso i 2:05.