Servizio fotografico realizzato per l’edizione “Winter 2012” della rivista “Madmenmag“, in inglese e castigliano, dedicata al lusso, nelle sue molteplici sfaccettature. Foto forse poco naturali – con pose rigidine (ma vestiti nella vasca?) – ma basta concentrarsi sul viso. “The Hotel” il titolo dell’editoriale.

Read the rest of this entry »

Haydem&Raul/2. Floreali.

January 23rd, 2012

Servizio floreale firmato dal fotografo Ignacio Lozano.

Sono identici, eh. Anche se caratterialmente son molto diversi. Haydem è un un bravo ragazzo: non fuma, non beve, non ha mai rubato niente e, dice lui, non si masturba (cit. intervista a rivista). Raúl è più discolo.

Read the rest of this entry »

Haydem al parco (con fidanzata e bau).

Ho scritto per la prima volta di Haydem (e del gemello) nel maggio dello scorso anno. Cubano, ora residente a Madrid, si sta gradualmente affermando sulle passerelle internazionali. Ma la serie di scatti che propongo oggi è del tutto amatoriale. Haydem è al parco con la cagnetta Yuka e la fidanzata (sigh).

Oggi tre post saranno dedicati a loro a celebrare questo duo della moda.

Read the rest of this entry »

Il pazzo di turno (che tanto pazzo non è, visto che per essere sopravvissuto a questa impresa deve essere molto bravo e calcolatore) si chiama Ueli Steck e in questo video scala il monte svizzero Eiger. Due ore e 47 minuti di arrampicata (record di velocità). In totale solitaria. Riprese mozzafiato (clap clap all’operatore).

Foto scattata a Dublino. Pecunia non olet. (Grazie Francesco!)

Aggiornamenti felini e canini.

January 22nd, 2012

Micio sta bene. L’età è ancora indefinita: forse 10 mesi. Il veterinario non è riuscito a essere più preciso. Martedì prossimo viene castrato. Pare sia intervento molto facile, con laser: lo lascio la mattina dal medico, e lo passo a ritirare il pomeriggio. Speriamo bene. A parte il fatto che cerca di farsi le unghie sul divano in pelle, va tutto bene. Oggi, per la prima volta, gliele ho tagliate. Veterinario e tizio del negozio di animali mi avevano terrorizzato: “faccia attenzione, perché se le taglia troppo corte, esce il sangue”. Il tipo del negozio mi ha anche detto di tenere pronto: accendino e lastrina di metallo, in modo che, in caso di fuoriuscita di sangue, avrei dovuto cicatrizzare l’unghia con la lastrina rovente. Faccio prima a svenire, mi sa. Le ho tagliate poco: giusto per togliere la punta. La notte non lo faccio dormire con me: non riesco a rilassarmi se so che si mette a giocare alle tre di notte. Con la pipì è un dramma: spesso la fa negli angoletti in bagno (dove c’è la lettiera). Forse è per marcare il territorio. Gli piace leggere Repubblica e, stasera, ha visto con me il concerto di Adele su Sky Uno (sigh). Comprata cuccia: ma preferisce il lettone.

Bau va avanti. Qualche problemino ai reni – da maggio prende già farmaco per regolarizzarli, prossima settimana mi confronto col veterinario per decidere cosa fare – e meno appetito. Ha smesso di divorare le crocchette, mentre adora i barattolini di Royal Renal: un dramma, 3 euro l’un0. Gatto non lo tormenta troppo, e ho notato che quando dorme è rispettoso della sua tranquillità. Tenero, quando mi guarda con i suoi occhioni stanchi e sembra dirmi: “Hey, ti ricordi quando mi lanciavi le cose e io te le andavo pure a prendere per riportartele indietro? Bei tempi”. Nel suo sguardo c’è tutto l’affetto di una creatura che mi sta accompagnando da 14 anni.

Qualche scatto, raccolto in queste ultime settimane :-)

Read the rest of this entry »

A somewhere only I know.

January 20th, 2012

For all those who walked across empty lands, knew the pathway like the back of their hands, felt the earth beneath their feet, sat by the river and felt they were complete. For all those who are getting tired and need somewhere to begin.

Where are the keys to get in? It’s such a simple thing, after all.

(meglio dei Keane, poté il cast di Glee)

Il modello Matthew Terry è il volto (e non solo quello) della nuova campagna di Calvin Klein underwear per la linea Bold. Fotografato da Steven Klein, il modello (ex personal trainer, scoperto da poco: è al suo primo lavoro rilevante) mostra un pacco sul quale sembra esser passata sopra una pressa photoshoppante. Non dico sia piccolo, ma come fa ad esserci, credibilmente, un pene, sotto a quel gonfiore uniforme, quella specie di vagina gonfia? E’ bello vedere e non vedere, intravedere forme confuse: qua siamo alla morte della fantasia.

Read the rest of this entry »

Tacchi/In fila al fast food.

January 20th, 2012

Nuovo singolo per la boy band inglese “One Direction”. Sempre più omo-cazzeggiona, per le strade di Londra. La canzone si chiama One-Thing. Notare mosse a 2:20. Leggeri leggeri.

Adorable.

Rugbysti a riposo/In spiaggia, in squadra.Rugbysti a riposo/In spiaggia, in squadra.