Il tutorial più gross che ci sia (sotto il video).

No tags for this post.

13 Responses to “Come cucinare il cervello fritto.”

  1. cesare Says:

    Mia mamma me lo faceva sempre da piccolo… A me piaceva!

  2. Davide Bo Says:

    Buono. Pure molto dire.
    Sempre meglio della roba che mettono nei prodotti mcdonald.

  3. edelP Says:

    Questo e il polmone non sono mai riusciti a farmelo mangiare. Invece adoro fegato e rognoni

  4. Kafka Says:

    Il mio piatto preferito da bambino! Ora che sono cuoco, mi piace farlo tartufato :)

    River c’hai la fissa per il quinto quarto tu eh? Poco fa c’era il cuore di maiale :)

  5. ubo Says:

    Alla fine, il cervello è costituito per i 2/3 da grassi perciò dev’essere per forza saporito!
    Fegato e rene, invece, sono ricchi in glicogeno quindi hanno un sapore dolciastro (maggiore per il fegato).
    Il cuore è un muscolo, quindi, è come mangiare una bistecca o simile ^^

    ubo

  6. gius Says:

    bleah.
    Comunque bei baffi.

  7. monica Says:

    Ho scoperto che da piccola me l’hanno fatto mangiare. Ora non riuscirei neppure a cucinarlo per altri, poi dopo la storia della mucca pazza ne ho terrore.

  8. dert86 Says:

    che tipo di cervello è? di mucca?

  9. torrente Says:

    gesù che bontà!! fritto, tartufato, al piatto…. come è è fenomenale!

  10. wasabi Says:

    è cervello di vitello, anche a me lo faceva la mamma, gnam!! devo provare a farlo

  11. Paola Says:

    Tutti entusiasti…se me lo trovassi nel piatto vomiterei!

  12. Mym Says:

    strano che nessuno abbia ancora detto la battuta: ma che ti si è fritto il cervello? Questa volta si , ma non il suo.
    Alla fine la battuta l’ho detta io.

  13. Mario Says:

    Fritto con uovo sbattuto, formaggio e un po’ di pepe nero. Una delizia. Concordo che può far senso, ma se lo si assaggia non può non piacere.

Leave a Reply