Mi è capitato di sfogliare Vogue, leggiucchiare qua e là articoli (alcuni scritti anche bene), conoscere l’approccio alla scelta delle notizie della direttora, la snobissima Franca Sozzani. Poi è arrivato il web, la necessità di fare clic (e cash), e le buone intenzioni sono finite nel lato B – sempre delle donne.

 photo Cattura22.jpg

(inserzione sponsorizzata del sito di Vogue, che, in queste ore, ha fatto rabbrividire più di qualche persona)

3 Responses to “Vogue e la sindrome del lato B (femminile).”

  1. Matteo Says:

    E ora vai col lato B di River e riverlettori! ahahah

  2. Jerome Says:

    Ma la Sozzani è così snob ? Io sono stato con lei nella loundge Cathay a Hong Kong prima d’imbarcare per Malpensa circa un’anno fa, abbiamo scambiato due parole…poi si è fermata con me all’imbarco a chiacchierare ancora un pò… Mi è sembrata piuttosto alla mano…

  3. andrea Says:

    la dura legge del cash, ma possibile che non abbiamo null’altro da dire?
    @Matteo: grande idea! cfr post precedente :)

Leave a Reply