Oggi pubblico nuovamente i 15 finalisti del concorso per #piedibelli, ma con nuove foto (alcuni hanno voluto mandare ampia selezione). Ora selezionerò, seguendo i consigli dei river-lettore, i 5 superfinalisti che comunicherò nella giornata di domani.

Buona visione!

Read the rest of this entry »

 photo jeffbuckley.jpg

23 agosto 1994: esce “Grace“, il capolavoro immortale di Jeff Buckley. Tre anni dopo il debutto in pubblico, per il primo concerto, tenuto in una chiesa di Brooklyn, in onore del padre Tim. Tre anni dopo, quel maledetto 29 maggio del 1997, le acque di un affluente del Mississipi hanno trascinato via il corpo di Jeff. Aveva poco più di 30 anni. Quattro anni prima, il 31 ottobre del 1993, se n’era andato River Phoenix. E River era nato proprio il 23 agosto (1970), giorno dell’uscita di Grace. Coincidenza. I due, per me, erano inscindibilmente legati, pur nella loro diversità. Così belli e maledetti, quella loro voce e volto che gridavano a tutti la loro sofferenza. Non una sofferenza lamentosa, ma il dignitoso lamento di due anime segnate da una vita che li aveva trafitti e non certo accarezzati.

Ricordo Jeff con le tre canzoni più belle dell’album. Last Goodbye, la colonna sonora dei miei addii. E poi Grace e Lilac Wine.

Read the rest of this entry »

 photo Cattura-1.jpg

Sì, oggi sarebbe stato il suo compleanno. Grazie James.

Sempre più difficile. I trenta piedi selezionati erano tutti unicamente belli. E individuare i 15 finalisti non è stato affatto facile. Ma alla fine ecco i concorrenti migliori – lo ripeto: secondo i miei personalissimi canoni di giudizio. Tutti quanti sono pregati di inviarmi un nuovo scatto, che sarà on-line nel week-end. Le foto sono ora sottoposte alla nuova valutazione del River-pubblico.

Lunedì 25 agosto comunicherò i cinque super-finalisti, ai quali chiederò di scrivere una piccola bio. Mercoledì 27 agosto, infine, il vincitore  che potrà scegliere se fare una breve-intervista. Oltre alla telefonata con River.

Buona visione.

Read the rest of this entry »

Nel giorno in cui tutti si attende l’Ice Bucket Challenge di Matteo Renzi (ma anche no, grazie), una bella collezione di gente che, in alcuni casi, s’è fatta male.

 photo enhanced-4802-1408546300-12.jpg

Zac Efron è il classico soggetto che, qualsiasi cosa faccia (dal lavarsi i denti al salire le scale), riesce a bucare l’obiettivo. Persino quando suda – e, ne siamo certi, non puzza – e indossa calzini dal discutibilissimo gusto.

Read the rest of this entry »

 photo 5-1.jpg

Potevo trascurare i campionati europei di nuoto di Berlino? Ovviamente no. Questa è una mia personalissima selezione monstre degli scatti più belli di questa competizione (dove gli italiani hanno fatto una discreta figura).

La copertina va a Ryan Lochte e alle sue #guancerosse, of course. Anche se non gareggia negli europei, ma nei Pan Pacific Swimming Championships che si stanno svolgendo in Australia e di cui pubblico alcuni scatti in questo post.

Buona visione.

Read the rest of this entry »

Ci siamo. Tra le 150 foto inviate la scorsa settimana per il concorso per i #piedibelli, ne ho scelte le prime 30. Confesso che ne avrei voluto selezionare altre dieci e che è stato difficilissimo trovare quelle più belle (ovviamente secondo i miei personalissimi canoni).

Questi concorrenti saranno ora sottoposti, oltre che alla valutazione di River, a quella del river-pubblico per due giorni. Venerdì 22 agosto saranno on-line i 15 finalisti. A tutti loro chiederò – non via email, perché non ce la faccio – di mandarmi una breve bio, se lo vorranno, e una nuova foto. Il tutto sarà pubblicato tra sabato e domenica. Lunedì 25 agosto comunicherò i 5 super-finalisti. Il vincitore sarà on-line mercoledì 27 agosto e potrà scegliere se fare una breve-intervista. Oltre alla telefonata con River.

Buona visione.

Read the rest of this entry »

Una secchiata d’acqua ghiacciata per beneficenza: è l’Ice Bucket Challenge, sfida made in Usa per raccogliere fondi per la sclerosi laterale amiotrofica e che ormai è diventata virale sui social network e tendenza fra le ricerche emergenti su Google.

I video sono di ogni genere, dai vip agli #gnocchi, sportivi e non. Scelgo questi ultimi, of course.

Read the rest of this entry »

 photo 1-Copia.jpg

Il concorso per #piedibelli ha (ri)attivato, ancora una volta, quello straordinario (e in parte difficile da capire) senso di appartenenza ad una famiglia virtuale, che ruota attorno a questo blog. Famiglia discreta, rispettosa, presente senza impegno. La porta per entrare è sempre aperta, così come quella per riuscire. In questa casa non si chiede permesso per entrare, e si può andare via in qualsiasi momento. Per questo non ho mai capito quelli che restano qui, pur disprezzando (per fortuna sono una percentuale irrisoria) il padrone di casa. Ma del resto la psichiatria ha ancora molti aspetti della mente da approfondire. In ogni caso, molte delle persone che hanno deciso di prendere parte al concorso, hanno anche scelto di palesarsi per la prima volta. Di dirmi “ti seguo da 10 anni, grazie”, e altre cose davvero commoventi. Sono stati davvero tanti i messaggi di questo tipo e, lo confesso, mi sono sciolto davanti allo schermo. Perché credo che alla fine io blogghi proprio per questo, per rendere sempre più forte e coesa questa famiglia di persone che si dà appuntamento su Riverblog.

Ecco alcuni dei messaggi che mi hanno colpito di più. A loro e a tutti gli altri dico grazie.

Read the rest of this entry »

Alla mezzanotte di ieri si è ufficialmente chiusa la prima fase del concorso per #piedibelli. Nell’ultima giornata sono arrivate quasi trenta foto. L’invio di ulteriori scatti, quindi, non è più possibile. Confesso di aver fatto non poca fatica a gestire tutto: complessivamente ho ricevuto circa 150 candidature anche se poi molte email sono state accompagnate da richieste di informazioni, altre contenevano scatti ma l’invito a non pubblicarli, ecc. I messaggi più belli che sono stati allegati ad alcuni piedi saranno pubblicati domani (se riuscirò a raccoglierli tutti).

Ricordo che lunedì e martedì riesaminerò tutte le foto e mercoledì 20 pubblicherò i primi 30 selezionati. Questi concorrenti saranno sottoposti, oltre che alla valutazione di River, a quella del river-pubblico per due giorni. Venerdì 22 agosto saranno on-line i 15 finalisti. A tutti loro chiederò – non via email, perché non ce la faccio – di mandarmi una breve bio, se lo vorranno, e una nuova foto. Il tutto sarà pubblicato tra sabato e domenica. Lunedì 25 agosto comunicherò i 5 super-finalisti. Il vincitore sarà on-line mercoledì 27 agosto e potrà scegliere se fare una breve-intervista. Oltre alla telefonata con River.

Qui gli altri tre gruppi di concorrenti: primo, secondo, terzo e quarto.

Buona visione!

Read the rest of this entry »

Ci siamo. Manca ancora una giornata – quella di oggi (la scadenza della prima fase del concorso per #piedibelli è a mezzanotte) – per inviare le proprie foto. Continuo a essere stupito dal responso del river-mondo: davvero inaspettata e travolgente (alla facciaccia delle solite #rosiconeinvidioseh). Anche questa manche – formata da più di 30 scatti (!!) – contiene piedi notevoli.

Ricordo che mercoledì 20 pubblicherò i primi 30 selezionati. Questi concorrenti saranno sottoposti, oltre che alla valutazione di River, a quella del river-pubblico per due giorni. Venerdì 22 agosto saranno on-line i 15 finalisti. A tutti loro chiederò – non via email, perché non ce la faccio – di mandarmi una breve bio, se lo vorranno, e una nuova foto. Il tutto sarà pubblicato tra sabato e domenica. Lunedì 25 agosto comunicherò i 5 super-finalisti. Il vincitore sarà on-line mercoledì 27 agosto e potrà scegliere se fare una breve-intervista. Oltre alla telefonata con River.

Qui gli altri tre gruppi di concorrenti: primo, secondo e terzo.

Esiste la possibilità che mi siano potuti sfuggire dei piedi: chi non si fosse visto ancora pubblicato, può re-inviarmi la foto (riverblog@gmail.com)

Buona visione!

Read the rest of this entry »

Un miracolo a settimana.

August 17th, 2014

 photo foto-1.jpg

Solidarietà al direttore e ai giornalisti di questa testata che, non una volta al mese, ma ogni settimana devo scovare storie di (presunti) miracoli.

Questo è l’ultimo numero.