photo 6-2.jpg

Lui si chiama David Girton: al Big Brother 15 non è andato particolarmente bene. Una volta uscito dalla casa, ha iniziato a twittare sue foto in cui non si fa problemi a mostrarsi nudo. Anche in erezione.

99 photo 4-6.jpg photo 3-5.jpg photo Cattura-7.jpg photo 1-7.jpg photo 2-8.jpg photo 8-3.jpg

16 Responses to “Dal Big Brother al nudo su Twitter.”

  1. Eddie Says:

    Vogliamo sapere il voto di River a questo pene!

  2. riverblog Says:

    5,5.

  3. Jack Says:

    Pazzo. River è PAZZO.
    XD

  4. luca7 Says:

    River l’esigente ti chiameremo… Ma anche il coin sarà valutato sotto questo profilo?

  5. riverblog Says:

    Il miglior coinquilino è quello col quale non si fa sesso.

  6. luca7 Says:

    il problema è che il coinquilinaggio porta all’infatuazione.. soprattutto se il coinquilino merita..

  7. F. Says:

    Ok Riv, il miglior coinquilino è quello col quale non si fa sesso.. E se poi, per caso, nell’intimità di casa scopri che è un 3 colonne??

  8. macsib Says:

    però quella ciuffa cofanata non si può guardare… e la mattina ti troveresti il lavabo inondato di capelli mechati.
    E nella prima foto quella specie di vasca da bagno la vendono già con la ralla così puoi lavarla random?

  9. Apollo Says:

    Farrah Fawcett. Teribbbile.

  10. Michele Says:

    Non male, ma con quei capelli non si può guardare. Rimandato.

  11. Vanessa Says:

    Già non impazzisco per i palestrati, in più ho il rigetto del reality “Grande Fratello”, ma questo tipo è istintivamente troppo volgare, anche quando cerca di essere ironico nell’orgasmo con la disgraziata pigotta. No, no, non ce la farei nemmeno a ballarci un liscio, figuriamoci altro (bleah).

  12. Luca_CO Says:

    @macsib nella prima foto dovrebbe essere una tavola da surf, non una vasca da bagno

  13. macsib Says:

    @Luca_CO sì, ha più senso. :)

  14. Zorro2 Says:

    Orribioe…ciao

  15. Max Says:

    La classica sindrome del “pene grosso”:

    In natura ogni animale fa sfoggio di una parte di se nella gerarchia sociale o durante la lotta per la riproduzione, si va dal gozzo colorato, al piumaggio, al “collare” delle lucertole, al gorilla che si batte i pettorali.

    L’Uomo, nonostante i 10mila anni di evoluzione, lo fa mostrando i muscoli, o quella strana appendice carnosa che, contando due rapporti da mezz’ora l’uno a settimana ( di media in tutta la vita!) usa per 1/170 della sua vita per godere e per un tempo decisamente inferiore per pisciare,lasciandola poi in stato di semiabbandono dentro un paio di mutande.

    Quando la natura è matrigna, e ci sono poche “colonne” da mostrare sostituisce il “pene grosso” con attributi quali, tanto per fare un esempio:

    – il rolex al polso o oggetti annessi e connessi ( inclusi tablet et similia da sfoggiare ad avambracci distesi mentre si fanno le riprese.

    – delle macchie indelebili sulla pelle, chiamate volgarmente tatuaggi, che si scoloriranno e deformeranno non appena il fisico non sarà più scolpito

    – il suv o il fuori strada di lusso che, se sono fortunati, vedranno si e no qualche brecciolina.

    Interessante, oltre la capigliatura retrò, l’immagine dell’hotdog ( dalla serie “guardate come mi funziona bene la prostata!”) e le espressioni dei volti, che invece di sprizzare eros, mascolinità, tenebrosità, o quant’altro, sembrano le espressioni tipiche di uno che ha appena aperto una cartella di equitalia…

  16. anonimygay Says:

    Avrà anche un gran sandwich…però quei capelli…

Leave a Reply