Tosse, rimane solo la Tac.

February 19th, 2015

 photo 1-8.jpg

Sono al quinto giorno di Cortisone, again. E’ il quarto ciclo, che faccio da settembre. Dosaggio bassissimo: Bentelan 0,5 tre volte al giorno. La decisione l’ha preso lo pneumologo, la scorsa settimana, dopo che la tosse era tornata. Mi ha riascoltato i polmoni, ma era tutto in regola. Ho anche fatto una polisonnografia, per vedere come respiravo la notte. Esame abbastanza fastidioso, perché si deve dormire con un apparecchio attaccato al petto, dal quale partono una serie di cavi che finiscono: 1) sul dito, per monitorare afflusso ossigeno ai polmoni; 2) a due tubicini che si infilano per naso, per vedere la respirazione. Ho dormito in tutto sette ore, ma ce l’ho fatta. Esito: negativo. Il cortisone, un po’, mi ha aiutato, ma la tosse non è andata via definitivamente. Anche il gastroprotettore pare non produrre miglioramenti concreti. Ipotizzando un malfunzionamento delle corde vocali, con conseguente irritazione della faringe, lo pneumologo (col quale gli scambi via sms sono diventati ormai giornalieri, tra un po’ mi metterà nell’elenco dei bloccati) mi ha così suggerito di fare una laringostroboscopia. Peggio della polisonnografia. L’esame consiste in un’asta metallica, lunga circa 30 centimetri, che deve essere infilata in gola: bisogna illuminare e riprendere le corde vocali, mentre emettono determinati suoni. L’unica asta di 30 centimetri che nessuno vorrebbe mai prendere in gola. Venerdì scorso non ci siamo riusciti: mi veniva da vomitare ogni volta che dicevo “eeeeee”. Ci abbiamo riprovato stamattina, a digiuno: con l’asta proprio non riuscivo, il conato di vomito partiva in automatico. Così, la professoressa, assistita da uno specializzando #gnocco (che fissava e basta), ha preso il tubicino per la rinoscopia e, attraverso il naso, ha raggiunto le corde vocali: un minuto in tutto, atroce. Ho dovuto dire 4 interminabilissime volte “eeeeeee” ed “iiiiiiiii”. Nei momenti topici, l’ho afferrata per la coscia e gliel’ho stretta forte, mentre mi ripeteva di respirare soltanto dal naso. Alla fine l’esito: negativo anche stavolta. Nessun segnale di irritazione, niente di niente, nonostante spesso la voce tenda ad abbassarsi.

 photo 2-7.jpg

E’ rimasta quella che, praticamente, è l’ultima spiaggia: la Tac al torace e al collo. Con mezzo di contrasto. L’ho prenotata, la farò giovedì prossimo, sempre al Gemelli. Ovviamente quando ti indirizzano a radiologia, è sempre perché si teme il peggio. Cerco di essere razionale, di pensare che questa tosse va avanti ormai da settembre – se non prima, con episodi più occasionali – che se fosse stato qualcosa di brutto, uno dei tre primari (allergologia, otorinolaringoiatria, cardiologia) oltre a due altri professori, che, in questi mesi, mi hanno visitato, si sarebbe accorto di qualcosa. Tra l’altro, l’anno scorso ho anche fatto due lastre al torace, che non hanno rilevato nulla. Il contrasto mi fa paura.

Dormo male. Brutti pensieri. Vorrei stringere una mano.

No tags for this post.

21 Responses to “Tosse, rimane solo la Tac.”

  1. p Says:

    la cosa “peggiore” del contrasto è che ti fanno un’endovena (come per un prelievo o una flebo). insomma, una passeggiata. a parte il pizzico sul braccio non ti accorgi di nulla vai tranquillo

  2. lola Says:

    River, 2 anni fa sono stata sottoposta a Tac con liquido di contrasto per ben due volte, nell’arco di un mese, ti assicuro che non devi preoccuparti di nulla…stai solo tranquillo mentre esegui l’esame.
    Per me la cosa peggiore è arrivata dopo, perché con questa Tac hanno riscontrato dei calcoli renali che mi ostruivano un rene.
    Lì si, che è cominciato il bello, quando mi hanno infilato un catetere che dallo vescica saliva fino al rene per permettere a questo di fluire. Questo tormento è durato ben 3 mesi. Alla fine comunque tutto si è concluso per il meglio e vedrai che lo stesso sara’ per te …..Certo però che sta tosse così insistente è proprio strana….Auguri di cuore!

  3. scaluzzi Says:

    Un grosso in bocca al lupo.

  4. Rosa Says:

    Coraggio tesoro!!!
    Pensa che anche se le nostre mani non sono lì con te, stringono comunque la tua fortissimamente… Un abbraccione!

  5. Manuela Says:

    Ti lascio un in bocca al lupo. Fai bene a sottoporti a tutti i controlli di rito; ma se non dovesse uscir fuori niente (e te lo auguro), hai mai pensato che potrebbe essere un qualcosa di psicosomatico?

  6. Marco Says:

    Ti capisco sui brutti pensieri e sulla notte, ma vedrai che tutto andrà bene hai fatto già tu stesso un resoconto.

    Se posso consigliarti, ma non prendetemi per uno strano, sperimentato sulla mia pelle, se ne vuoi parlare anche in privato su fb Marco Bologna:

    Prova a vedere un po’ diversamente la cosa:
    1. RESPIRO respiri con i “polmoni” e non usi mai il diaframma?
    2. dal respiro inizia a rilassarti e provare a fare 15/20 minuti di meditazione che calma la mente
    3. quando risolvi sta cosa, perchè andrà tutto alla grande vedrai, inizia a pensare più positivo..

    Vabbè adesso già mi immagino la faccia che farai, questo è un mitomane ahahahah, te lo dico solo perchè ti seguo, non commento mai, ma ho letto negli ultimi tempi i tuoi inghippi per la salute
    Se vuoi fa due chiacchiere anche cia chat, fammi sapere

    Marco

  7. Pepito Says:

    Deve essere una di quelle cose piccole, impercettibili che provocano disfunzioni e che sono di difficile localizzazione … vai tranqui. Come dici tu, se era qualcosa di preoccupante, te lo beccavano subito. Affronta tutto con coraggio e serenità, son convinto che continueremo a leggere le tue “cazzate” per moltissimi secoli. Un augurio di pronta guarigione!!!

  8. fede Says:

    Una sola domanda River, prendi pillole per la pressione alta?

  9. riverblog Says:

    No, niente pillole per la pressione. Pressione regolarissima.

  10. fubrifebra Says:

    in bocca al lupo! Il fatto che tu sia così sotto controllo e seguito comunque deve farti stare tranquillo!

    Qui con la tanto decantata sanità lombarda ho dovuto aspettare 3 settimane per un semplice elettrocardiogramma – dopo lotte infinite perché all’inizio mi avevano detto che il primo posto era dopo 3 mesi…. andate a ca*are voi e la sanità di eccellenza!

  11. Cinx!! Says:

    Dai riv, ne hai passate di peggiori!
    Sono sicura che non è niente di grave, con tutte le visite che hai fatto, se ne sarebbero accorti da tempo.

  12. Daniele Says:

    Riv, mi sembra di leggere la mia storia… anzi la storia della “mia tosse”. Anche io non mi sono fatto mancare nulla, compreso DUE scintigrafie polmonari, con isotopi radioattivi: per inalazione (li devi respirare) e perfusione (te li iniettano in vena) con tanto di infermiere vestito con tuta “spaziale” (anticontaminazione)…. Diagnosi di bronchite cronica. Io che non ho MAI fumato. Da due anni sto bene. Ho solo mandato al diavolo alcune persone e un lavoro impossibile (e non per il lavoro in se). MA sopratutto ho una persona accanto che mi vuole bene veramente… e a cui voglio tutto il bene di questo mondo. Te lo dico da persona che crede poco nell’influenza della mente sul corpo: sei felice? Almeno SERENO? Un abbraccio affettuoso, un tuo vecchissimo lettore :-)

  13. Max Says:

    Ciao Riv, completa senza problemi tutti gli iter diagnostici, purtroppo ci sono passato con mia moglie che accusava forti dolori a braccia e gambe, problemi respiratori di natura allergica, tachicardia persistente e alterazione leucocitaria (eosinofilia marcata, oltre il 22%).
    Dopo 6 mesi di diagnosi spinte a 360 gradi, fino alla tipizzazione leucocitaria, sai cosa abbiamo rilevato? Nulla…
    Erano tutte conseguenze di un disturbo d’ansia, si è tutto risolto quando un problema VERO ci ha investito (chiodo schiaccia chiodo, evidentemente).

    Anche nel mio caso ho sofferto di problemi di peso, gastrite persistente, ernia iatale, crisi ipertensive violente con ricorso obbligato ai farmaci, tossettina serale all’addormentamento (dormivo su tre cuscini sennò non ce la facevo neanche a rilassarmi) per non parlare dei mal di testa.

    Da soli tre mesi vado in palestra seguendo un allenamento funzionale ( sopratutto TRX e tacfit), persi 6 kg, sono passato da tre moment alla settimana a zero, spariti tutti i sintomi, qualità del sonno ottima, azzerata la fame nervosa, pressione a 65/110, nemmeno un raffreddorino.

    Non ti racconto la favoletta della palestra, ma se non ci sono problemi clinici rilevanti e diagnosticati, conviene guardarsi dentro, girare pagina e ripartire sereni

    Poi magari scopri, come è successo a me, che hai una anomalia benigna all’aorta femorale destra, ma poichè non ha conseguenze, continuerò a spingere in palestra e ad Aprile a Roma, mi iscrivo alla Spartan Race. E pensare che prima di Natale fare DUE minuti di corsa era per me un problema…

    Augurissimi

  14. fede Says:

    Riv, te l’ho chiesto perchè esiste un principio attivo, il RAMIPRIL, che provoca una tosse secca che peggiora sempre più e che svanisce alcuni giorni dopo la sospensione del farmaco…

  15. gm Says:

    Forza River!! ti sono vicino, un abbraccio grande :*

  16. matt Says:

    Ciao Riv, non preoccuparti della TAC, in sette anni ne ho fatto 16 e ti posso assicurare che con il contrasto non senti nulla, solo il pizzico dell’endovena ed un po’ di calore.
    In bocca al lupo!

  17. ari Says:

    E se fossero lo stress e l’ansia? Te lo auguro! Bacio

  18. RD Says:

    Ma nessuno dei tanti dottori che hai consultato ha prospettato il fatto che molto probabilmente la tua tosse è un disturbo psicosomatico? In questo caso, non solo la tosse risulta refrattaria ai trattamenti convenzionali ma questi potrebbero continuare a generare un ulteriore livello d’ansia (vedi: http://www.coughjournal.com/content/2/1/4).

  19. Fraschi Says:

    River una stretta di mano virtuale

  20. Giacomo Says:

    hai i linfonodi ingrossati e/o sudorazioni notturne e/o pruriti oltre alla tosse?

  21. riverblog Says:

    Leggi ultimo post ;) Comunque linfonodi regolari, niente pruriti.

Leave a Reply