photo 10171770_690355394356612_3410007914877300027_n.jpg

Adoro le segnalazioni dei river-lettori trapiantati a Londra in vista dello sbarco riveriano del 3 agosto. Da quelli che mi suggeriscono cosa visitare (L. sta tentando di farmi salire sullo Skygarden: manco morto), a quelli che propongono incontri (e questa volta ci saranno: non di quel tipo, eh #santasono), infine – e ringrazio A. – a quelli che mi indicano dei target per la navigazione su Grindr. Tra i suoi frequentatori londinesi c’è un tale Michael – è lui stesso a dire suo nome e a spiegare cosa fa nella vita, ergo il ragazzo è out – appassionato di parkour, ma, soprattutto, riccio con #guancerosse. Da scovare, a tutti i costi.

 photo 11774325_10153453142314820_1682300857_n.jpg

In ogni caso, grazie degli affettuosi consigli :)

 photo 11774555_10153453142804820_1265063509_n.jpg photo 10502525_765717700153714_6099967808392919472_n.jpg

No tags for this post.

2 Responses to “#RiverInLondon, chasing Michael.”

  1. londonluke Says:

    Spero che per trovarlo non debba arrampicarti fin lassù!

  2. Alessandro Says:

    allora, già sapendo che ha 29 anni puoi filtrare; se non dovesse, come immagino, bastare, puoi installare un’applicazion fakegps (per android ma ce ne sono altri su altre piattaforme) in cui scegli un punto sulla cartina ed il tuo smartphone dirà ai server (incluso quello di grindr) di trovarsi lì invece del posto in cui veramente si trova.
    Pratricamente ti permette di spostarti virtualmente e poter quindi “sfogliare” profili a partire da punti diversi senza doverti spostare ;)

    buona caccia!

Leave a Reply