Georgina e Kayla, madre e figlia, rispettivamente 38 e 20 anni, condividono la stessa passione (malata): quella per la chirurgia estetica. Così, quando la piccola aveva appena 10 anni, le due hanno iniziato a progettare gli interventi ai quali si sarebbero sottoposti, insieme. A 17 anni, per raccogliere i soldi necessari a pagare le operazioni, Kayla ha iniziato a fare strip tease e si è trovata una sugar-daddy che le versava un fisso settimanale. Una situazione che non ha imbarazzato la mamma: “Sono fiera di lei”. In tre anni, così, Kayla ha speso 56mila sterline per tutti gli interventi: da quelli alle labbra al seno. Ma non basta: le due si sottopongono anche a cinque lampade abbronzanti a settimana.

Voglio un reality su di loro: oggi.

No tags for this post.

4 Responses to “Madre e figlia malate di chirurgia estetica.”

  1. Daria Says:

    “I’m just living the dream”

  2. Panit Says:

    Si comportano come due innamorate. Un po’ sciocche.
    L’età mentale sommata delle due non supera l’età biologioca della figlia.

  3. Tamaro Says:

    aberranti ma tutto sommato finto-troie, solo stupide ed emarginate da un pdf socioculturale. Dramma.

  4. Max Says:

    Se fosse per me imporrei il supporto psicologico obbligatorio a chi chiede un trattamento chirurgico estetico, se non nei casi in cui è veramente necessario ( deformità, incidenti, ustioni etc…),
    Operarsi più volte per somigliare (o, visto il risultati, essere una parodia) dell’attore xx o della modella yy è un chiaro disturbo della personalità e della percezione del proprio corpo e come tale va affrontato farmacologicamente.

    Soldi e vite buttate, specie quella della figlia, che passerà da un sugar daddy all’altro per potersi permettere il ritocchino mensile, auguri.

    P.S.: complimenti per la ruminazione a canotti aperti del chewing-gum, aggiunge un tocco di classe al filmato.

Leave a Reply