photo leiene.jpg

Post-appello: qualche giorno fa, le Iene hanno architettato con adorabile perfidia un servizio in cui Miss Italia sbertucciava alcuni romani, dimostrando che le stesse persone che criticavano la sua presunta ignoranza non erano in grado di rispondere a domande di cultura generale. Tra gli intervistati, un romano very #gnocco, con viso da copertina (ricorda vagamente Luca Argentero). Applausi. Ma chi è? I river-segugi si scatenino :)

Read the rest of this entry »

 photo Xavier-Serrano-by-Pablo-Saez_fy2.jpg

Bello e pensoso. Un viso da accarezzare, dopo averlo fotografato. E’ quello di Xavier Serrano, catturato dalla macchina di Pablo Sáez per il numero Autunno/inverno di Hercules Universal.

 photo Xavier-Serrano-by-Pablo-Saez_fy4.jpg

Peccato per alcuni abiti, indecenti.

Read the rest of this entry »

La perfezione del surfista.

October 23rd, 2015

 photo tumblr_nvhuhgyPiK1rphqceo1_1280 1.jpg

Un quadro.

 photo image14.jpg

Arthur Nory è un ginnasta brasiliano di 21 anni che, come tanti coetanei (e non solo), si è trastullato su Skype. Peccato che il video sia finito sul web. E il pene divenne di pubblico dominio (si vede qui).

 photo image19.jpg

Un voto? 5.

Read the rest of this entry »

Matematica e rapporti orali.

October 22nd, 2015

 photo 12106941_10207851137624433_487452143168900453_n.jpg

Perché è importante diversificare. Fotografato a Bari (via Pasquale)

 photo 12115543_10208088451067801_8482571206945001738_n.jpg

River, si sa, è un appassionato di tuffi, pardon, tuffatori. E, quindi, non poteva non raccontare fotograficamente l’inaugurazione, avvenuta proprio oggi, della nuova palestra per i tuffi, al al centro di preparazione olimpica del Coni all’Acqua Acetosa. Alla presentazione hanno partecipato – ovviamente scalzi – i nostri tuffatori più promettenti, alcuni dei quali (uno), hanno anche bazzicato l’estate trasgressiva del GayVillage.

Read the rest of this entry »

Sono sempre rimasto affascinato dalle imprese dei giovani arrampicatori ad altezze folli. Le loro foto e video hanno l’effetto di farmi sudare all’istante. Non mi interrogo molto sul perché di quei gesti: immagino che l’adrenalina prodotta in quelle situazioni possa giustificare simili imprese. Che possono finire male. Come nel caso di un 17enne russo che è precipitato da nove piani, nel tentativo di scattare una foto per il suo account Instagram. Andrey R., questo il suo nome, era con degli amici, nella città di Vologda, in Russia. Il ragazzo, con l’aiuto di una fune, si era calato da un tetto: la corda si è spezzata e lui è precipitato. E’ stato dichiarato morto due ore dopo l’incidente. Oggi il suo account su Instagram raccoglie i messaggi di condoglianze.

Read the rest of this entry »

 photo 222.jpg

Questi ultimi giorni, per me e Lady Tatoo, socia-sognatrice, sono stati molto intensi. Per scegliere la location della nuova serata di River abbiamo visitato una quindicina di locali. Parlato con un’umanità molto variegata, dal “localaro” coatto che ti contesta pure la spesa della carta igienica troppo sofisticata (per dire…) a quello più “illuminato”, dal pazzo pronto a scommettere a pelle su un nuovo progetto a quello più razionale che si appunta tutto per filo e per segno. Ho conosciuto belle persone, alcune mi hanno davvero catturato, anche se alla fine non sceglieremo il loro locale. Ho incontrato un ragazzo che frequentava la mia stessa università, tanti anni fa. Non è cambiato per niente, oggi è sposato, ha due figli, e gestisce uno dei posti più cool del Pigneto. Peccato che abbiano problemi con la musica alta. Ne ho incontrato un altro che puntualizzava “sì ai gay, ma niente ragazzi a torso nudo” (perché un gruppo di river-boys hanno intenzione di mostrarci la loro parte migliore…) e tante altre amenità. Lady Tatoo è stata (ed è) fondamentale in questo percorso. E’ la parte razionale del progetto, quella che fa i conti, vede se i calcoli tornano, tra spese artistiche, food & beverage e tanto altro ancora. Io sono quello più creativo, un po’ sognatore, che cerca di dare una precisa anima “riveriana” a questo progetto. Che, lo sottolineo, è un progetto che mira a ricreare dal vivo l’atmosfera e il clima che unisce da 12 anni (!!) migliaia di persone intorno a questo blog. Una vera e propria famiglia, dai confini geografici assai variabili. Non è un evento per i lettori di questo blog, ma è un evento che parte da un blog per aprirsi al mondo. Perché due persone che hanno un lavoro ben definito si imbarcano in un’avventura del genere? Per soldi? Decisamente no. I progetti di questo tipo non consentono di avere chissà quale ricavo, certamente nulla che giustifichi una “professione” vera e propria. Nessuno ama parlare di soldi, ma io non mi faccio problemi a farlo: dovessi cercare cash facile e a profusione, farei altro. E’ il cuore a spingere me e Lady Tatoo a voler creare un gruppo di persone, intorno ad un palco e un po’ di poltrone e sedie.

 photo 333.jpg

La scelta della location è stata molto difficile. Tra oggi e domani dovremmo definire l’accordo con quella selezionata. Non posso dire altro, ché sennò la socia mi uccide. Gli ingredienti sono la zona centrale, uno spazio molto curato nei dettagli, non grandissimo (e questo è l’unico limite che ha: a un certo punto della serata dovremo chiudere i rubinetti in entrata). Prima ancora di partire abbiamo già trovato un ospite – sarà una donna e verrà da un talent, una voce straordinaria e un album che uscirà a breve – i river-boys e, soprattutto, un vocalist da applausi. Daremo anche spazio ai giovani…cantanti. Ma per adesso mi fermo qui.

E ce l’abbiamo qualche speranza
forse qualcuno ci ricorderà.
Non solamente per le canzoni
per le parole o la musica
Siam quelli là siam quelli là siam quelli là.
Quelli tra palco e realtà.

 photo unnamed.jpg

La scelta è stata difficile, lo ammetto. E anche i commenti dei river-lettori mi sono sembrati egualmente suddivisi fra i tre finalisti: Nicola di Genova, Nicola di Pisa e Frankie di Marina di Massa. Come ho scelto il vincitore, ovvero Nicola di Genova? Diciamo che mi sono basato sulla “consistenza” del pacco, chiaramente non in erezione: era il concorrente che ha “riempito” meglio tutto lo slip, senza eccessi e con molta eleganza.

 photo unnamed_4.png photo unnamed.jpg

A Nicola, quindi, faccio tanti auguri e, ovviamente, ora potrà scegliere se essere intervistato da River. Un’occasione per offrire altri scatti del suo pacco vincente ;)

 

Interazioni da spogliatoio.

October 19th, 2015

Un con la lingua di fuori. Un altro, scalzo, che si guarda negli slip. Un terzo che viene massaggiato col sedere mezzo di fuori.

Applauso.

Skater biondo (e scalzo).

October 16th, 2015

Questo è uscito da un sogno.

Calciatori, rugbysti, pallavolisti: una collezione di scatti dedicata ai calzettoni indossati dagli sportivi. Lunghi o corti, modello fantasmini, sono da sempre tra le fantasie erotiche predilette dal sottoscritto (e non solo). E questo post è un omaggio al genere. E a suoi fan.

 photo tumblr_nutq7duOBf1ttrwuoo1_1280.jpg

Buona visione.

Read the rest of this entry »

 photo tumblr_nu5v8l0JPP1qz7v0zo1_500.jpg