Giovedì, durante l’apeRIVER, qualcuno si è reso conto che proprio davanti al locale qualcuno aveva fatto affiggere (ovviamente in maniera abusiva) dei manifesti omofobi. Contenevano le solite farneticazioni contro matrimoni e adozioni gay. Potevano rimanere lì, a due passi dal Colosseo? No. Così il nostro prode #riverboy, aiutato da Giusva, si è arrampicato sul cartellone – con le auto che rallentavano per vedere che stesse facendo – e lo ha strappato.

Applausi, sono fiero di voi.

3 Responses to “Manifesti omofobi? Ci pensano i #riverboys a strapparli.”

  1. Davide G. Says:

    Im gran parte Roma sono stati coperti dal Comune con la scritta: Affissione Abusiva.

  2. riverblog Says:

    In via Labicana no ;)

  3. cuoreconleantenne Says:

    Bravo! :-)

Leave a Reply