photo 12313937_483360818491657_5853013771310242295_n.jpg

L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle 14, in piazza del Colosseo. Si chiama “marcia per i diritti” e ricorda molto – anzi, le ricalca – le rivendicazioni dei Gay Pride. Senza, però, l’elemento festoso. Sarà una marcia per dire “ci siamo anche noi e siamo incazzati perché continuate a discriminarci”. Obiettivo ambizioso e speriamo tutti che gli organizzatori – Andrea Maccarrone e Rosario Coco in testa – riescano a mobilitare la comunità Glbt, a volte un po’ pigra. “Sfidiamo il Governo a una radicale inversione di tendenza sul terreno dei diritti civili – dicono – Nonostante i continui episodi di omo-lesbo-transfobia, l’allarmante aumento della violenza di genere e degli attacchi ideologici contro l’educazione al rispetto e alle differenze e la creazione ad arte della psicosi collettiva della fantomatica ideologia gender, l’attuale Governo ha scelto di lasciare vacante il Ministero delle Pari Opportunità e ha chiuso anzitempo la strategia nazionale contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Ciò che si discute ora nel Palazzo, inoltre, è una legge di compromesso che tuttavia finora il Parlamento non è comunque riuscito ad approvare”.

 photo 12342707_10156476564565122_4792475374536532129_n.jpg

Scendiamo in piazza anche per rispondere alle schifezze di Forza Nuova, che, stanotte, per “salutare” i partecipanti all’analoga marcia che si tiene a Vicenza, ha infestato la città con fogliettini incivili che insultano tutti i gay.

Ci si vede alle 14.

No tags for this post.

One Response to “Una marcia contro chi nega i diritti dei gay.”

  1. orsamaggiore40 Says:

    sarebbe ora che l’elemento festoso lasciasse il passo alla protesta, che di festoso, in questo paese, nell’essere gay non c’è proprio nulla!

Leave a Reply