photo Loredana-Bertegrave-535x300.jpg

Qualche giorno fa è partita la campagna virale del GayVillage, che è partita da una delle “accuse” mosse da una fetta della comunità Glbt: da quella definizione di “eteroVillage” adottata da molti per sminuire questo villaggio aperto a tutti. Anche agli etero. Io faccio mia quella di “Single Village”: dal punto di vista sentimentale, il Parco del Ninfeo non ha portato bene. Ma chissà. Sarà la quindicesima edizione, e al timone ci sarà sempre Vladimir Luxuria, che ormai pare essere diventata insostituibile. Si parte il primo giugno, per una ragione molto semplice: l’anno scorso, con il prolungamento verso la fine di settembre, ci si è resi conto che faceva un po’ freddino. Meglio partire prima, quindi. Nel cast ci sono stati alcuni cambiamenti, il corpo di ballo, in pratica, sarà unico per tutte le serate. Dal punto di vista musicale, non si potrà prescindere da alcuni dj divenuti ormai di casa qui: oltre a Brezet, che è un po’ il faro delle notti pop, ci saranno Mr Mads e Mattia Matthew (sempre nella sala pop). Tra gli accordi chiusi in queste ore, quello con Loredana Bertè: terrà un live il 23 luglio. L’unico a Roma. E i fan sicuramente apprezzeranno. C’è anche una trattativa in corso con i The Pills, ma si deve ancora arrivare ad un’intesa.

 photo 12923365_10153996994873614_4421515777504718661_n.jpg

Ci sarà anche un’altra novità, intorno alla metà di giugno, che riguarda il mondo riveriano. Ma per scaramanzia se ne parla tra un po’ :)

Bentornato GayVillage.

No tags for this post.

One Response to “Quindici anni di GayVillage, si riparte il 1° giugno (e arriva Loredana Berté).”

  1. Funto Says:

    River, che ne pensi di Loredana? C’è qualche sua canzone o album a cui sei particolarmente legato? So che ti piace molto Mimì, ma della Bertè non hai mai scritto nulla…

Leave a Reply